la posta di amoreamore.it a cura di Eleonora
I consigli di Eleonora hanno risolto i vostri problemi? Fatecelo sapere!!!

 

pag.22

Sono afflitta da un paio di mesi da un qualcosa che non so definire e che sta modificando il meraviglioso rapporto d'amore che ho col mio fidanzato da 7anni (premetto che il nostro è un amore vero, forte, dolce e passionale). Sperando che lei possa aiutarmi, le racconto questo ultimo anno per farle capire che tipo di rapporto ho con lui e poi perché sono accadute molte cose che ci hanno segnato. A febbraio scorso lui è andato a L. per lavoro costretto da sua madre, e su questo io e lui ci siamo fatti forza combattendo affinché cio non accadesse ma poi abbiamo dovuto cedere e pensare in positivo, cioè che lì avrebbe trovato un buon lavoro che lo avrebbe portato a sposarci in un futuro non lontano. Partito, le lascio immaginare i pianti per la malinconia, i litigi per la mia troppa gelosia, telefonate notturne. Ogni volta che ritornava a trovarmi erano fuoco e fiamme! tutto è proseguito in questo modo, fino a quando a giugno sono andata a trovarlo con i suoi: è stata 1 sett. magnifica, tutta all'insegna del romanticismo. Quando sono andata via sono ricominciati i pianti. A luglio è ritornato a N. perche non riuscivamo a stare lontani e da quel momento abbiamo di nuovo dovuto affrontare sua madre. A settembre è tornato a L. perchè stufo della madre, ma arrivato li, è ricominciato il calvario della lontananza. La penultima volta che è venuto a trovarmi (fine ottobre) c'è stato un litigio che ha coinvolto me, lui e sua madre, nel quale quest'ultima mi incolpava di essere la causa del fatto che suo figlio non volesse lavorare fuori e incolpava lui per il motivo elencato sopra. Lui ed io presi dal nervosismo abbiamo avuto una crisi di pianto in cui ci siamo rifugiati in un abbraccio rassicurante spinto dall'amore reciproco. Lui è ripartito e come al solito ci siamo ritrovati al tel contando i giorni per poi rivederci. Un giorno come tanti lo chiamo da lavoro per dirgli come al solito che lo amo. Arrivata a casa, dopo qualche ora mi sono sentita strana, diversa, come se mi fosse accaduto qualcosa. Mi sono sentita diversa nei miei confronti,del mio aspetto fisico, nel senso che IMPROVVISAMENTE non avevo stimoli nell'imbellettarmi, nel pensare che potevo farlo per sembrare bella nei confronti di lui come avevo sempre pensato di fare fino a un minuto prima che mi accadesse questa cosa,nei confronti del mio fidanzato no riuscivo ad essere più quella di un minuto prima. è STRANO TUTTO ciò! Sono 2 mesi che sto cosi, ne ho parlato con lui e abbiamo deciso di vederci solo nel fine sett. per scuotermi e per vedere se la situazione si sblocca.In effetti mi sento bloccata a livello mentale, ma non so spiegarmi. Sono 3 giorni che non ci vediamo e non ci sentiamo e in certi momenti ho degli sbalzi nei quali mi sembra che non mi manca, che non lo conosco (cosa strana x me che lo amo da morire), poi d'improvviso, mi sembra di ritrovare me stessa e mi manca da morire, ho voglia di stringerlo e dirgli che lo amo. Non ne posso più! So solo che motivazioni non ne ho per stare cosi e che 1SECONDO prima di inciampare in questa cosa stavo benissimo! Mi vengono le crisi di pianto e nel pensare a ciò mi perdo nel vuoto, ho lo sguardo nel vuoto. Mi sento sotto una campana di vetro e tutti compreso lui sono al di fuori e io voglio uscire di li per recuperare a mia vita di sempre. Come qualcuno mi ha detto, forse lei mi dirà questo è legato al fatto che possano esserci eventuali problemi con lui, ma io escludo questa ipotesi visto il mio vissuto con lui e il sentimento che ci lega Ora lui è tornato a vivere a N. e proprio stamattina non resistevo a non vederlo. Appena l'ho visto mi sono sciolta e mi sono sentita bene. Spero che lei mi risponda e mi scuso per questo messaggio chilometrico.

Ad un certo punto ci si stanca delle difficoltà, ci si rassegna o semplicemente ci si rilassa e si prende tutto in maniera differente. Il tuo dubbio nasce dal fatto che tu non sei più disposta a disperarti, ma sei pronta ad accettare di viverti quello che viene così come viene. Bene, niente di meglio! La tua insolita tranquillità potrebbe essere la tua ritrovata serenità. Non si è costretti a piangere e a soffrire per sentire amore! Anzi approfitta del tuo stato d'animo rilassato per goderti il tuo uomo e la storia d'amore che ancora vi lega.
Adesso lui è lì con te, abbraccialo e lasciati alle spalle ciò che è stato.
Sulla suocera non so che dirti, purtroppo di donne così invadenti nella vita di tanti figli maschi ne è pieno il mondo ma alla fine non devono essere viste come un reale pericolo, a patto che il tuo compagno non abbia ancora sei anni!

ciao Eleo sono una ragazza di 14 anni e ho un gravissimo problema stavo con un raga e mi a lasciato e è andata con un altra io mi ero innamorata adesso lui me lo ha rikiesto di riniziare una storia seria e mi a promesso che nn mi fara piu soffrire io ancora lo amo xo sto con un altro che io nn amo ma mi piace ma lui xo ama me come posso fare?? ti prego rispondi al piu presto un bacio stefi

Gravissimo? Vacci piano con i temini. Proprio adesso che sei giovane divertiti a vedere la cosa da più punti di vista. D'altronde sei una ragazza amata e addirittura da due persone contemporaneamente! Se vuoi scegliere, vai verso i sentimenti più forti.
Baci Nora


Ciao Eleonora,
ti scrivo per un consiglio.
Da circa un anno esco con una ragazza che gia conoscevo in precedenza ma con cui ero solo solo amico. Ad ottobre lei mi ha rivelato il suo amore ma io ero indeciso e siamo andato avanti fino a febbraio, quando lei ha cominciato a disinteressarsi per me fino a dirmi che per lei le strade erano chiuse. Per assurdo adesso sono io ad amarla, avendo un carattere un po' difficile (lei) a me è occorso molto tempo per amarla.
Domanda, visto che le ho gia scritto e-mail lunghissime di spiegazioni, ci ho gia parlato piu' volte(senza risultati) secondo te è meglio:
1)lasciarla stare sperando che ci ripensi.
2) cercare di conquistarla sorprendendola magari con fiori, serate a sorpresa, dediche... ecc..
Faccio presente che non mi ha detto il perche' del suo cambiamento, non lo sa neanche lei in cosa è cambiata. Ti ringrazio anticipatamente.

Terza ipotesi: lasciarla andare e non aspettare il suo ritorno.
Quarta ipotesi: distrarsi da questo unico pensiero e divertirsi altrove.
Quinta ipotesi: divertirti a conoscere te stesso attraverso i sentimenti che provi.
Quinta ipotesi: fai trascorrere il tempo in modo fluido senza cercare di fermarlo.

March 16, 2004
ciao ele
io mi chiamo e. e ho 17 anni... ti scrivo per chiederti un consiglio:
nella mia classe c'è un ragazzo (a.) che mi piace 1 tot!! io lo amo.. ma lui non prova niente per me!! siamo stati insieme 3 settimane, e mi sembrava interessato!! mi diceva spesso che gli piacevo, poi però ci siamo lasciati, xchè a lui piaceva un'altra... questa ragazza però nn lo vuole, ma a lui nn importa, è tr cotto di lei e credo di non avere + speranze... io e lei siamo amiche, ma dopo questo episodio io nn credo di volerle cos' tanto bene, forse però è solo invidia!!! tu che dici?
adesso io e lui non ci parliamo più, neanche 1 ciao e questo mi fa molto soffrire..
quello che vorrei sapere è se devo dichiararmi, xchè nn so se lui sa che lo amo ancora!!
e poi vorrei un consiglio per farlo innamorare di me... come devo comportarmi con lui???
risp un bacione

Non c'é modo di fare innamorare qualcuno di te, se questo qualcuno non è spinto verso di te dall'amore stesso. Noi siamo come un letto di un fiume nel quale scorrono i sentimenti, le emozioni e queste variano a seconda del percorso che gli lasciamo fare. Tirare su delle dighe per fermare queste emozioni (per sempre) potrebbe essere rischioso. Meglio far fluire tutti i sentimenti lì dove naturalmente devono andare. poiché mentre l'acqua ferma stagna, quella in movimento crea energia, vita e scorre nonostante tutto. Il corso del tuo fiume sarà legato a quello di qualcun'altro (e di tanti altri) che tu non conosci e ti ritroverai a mischiare le tue acque con le loro nel più vicino mare. Intanto nutri la tua acqua, lasciala scorrere, è tanto lungo il percorso che deve fare che è anche bello poterla vedere soltanto passare tra sassi, cascate.

Egregia Eleonora,

ti racconto brevemente la mia storia..
Circa tre anni fa ho conosciuto una ragazza, F., meravigliosa e subito ci siamo innamorati.
Come tutte le storie abbiamo avuto alti e bassi e l'anno scorso a febbraio abbiamo deciso di avere un figlio. Abbiamo convissuto fino a dicembre 2003. Nostro figlio è nato a fine ottobre 2003. Lei se ne è andata dicendo che non stavamo bene insieme.
Attualmente facciamo i genitori moderni, ovvero ci ritroviamo per il bene del bambino, e per parlare di lui. Io continuo ad Amarla e tanto e credo che anche lei mi Ami ancora.
Il giorno di Pasqua è il suo compleanno e vorremmo festeggiarlo insieme con la mia famiglia di origine per sua scelta.
E' anche la prima Pasqua di nostro figlio Simone.
Puoi suggerirmi una poesia??
grazie Oscar

Mi dispiaceeeeeeeeee! La pasqua è ormai lontana ed io, ancora una volta, ho perso una buona occasione per fare qualcosa di carino per qualcuno. Sarebbe inutile che ti dicessi che c'è sempre tempo per regalare delle parole d'amore ....
Comunque credo che il tuo è un pensiero molto bello ma la poesia è un qualcosa di veramente personale. Sarebbe meglio che tu la cercassi da te.
Ma non lo dico per ovviare alla mia figuraccia! Lo giuro!
Intanto ne approfitto per scriverne, qui di seguito, una, che mi è piaciuta veramente tanto, sperando che piaccia anche a te e alla tua amata. Baci Nora

"E' quel che è" di Erich Fried

"E' assurdo!" dice la ragione.
"E' quel che è!" dice l'amore.
"E' infelicità!" dice il calcolo.
"Non è altro che dolore!" dice la paura.
"E' vano!" dice il giudizio.
"E' quel che è!" dice l'amore.
"E' ridicolo!" dice l'orgoglio.
"E' avventato!" dice la prudenza.
"E' impossibile!" dice l'esperienza.
"E' quel che è!" dice l'amore.

Ciao Eleonora, sono un uomo di 34 anni, quasi 35, sono single, vivo solo da circa 4 anni e alle spalle ho qualche storiella, l'ultima finita a Gennaio dopo meno di 2 mesi di durata. Ti scrivo perché ieri al centro commerciale sotto casa mia ho incontrato per caso la mia ex ragazza con la quale ci sono stato per oltre 4 anni: l'amore più importante e burrascoso della mia vita!
Ci siam lasciati 5 anni fa, non ci vedevamo da 4, quando l'ho vista camminare verso di me al bar m'é salita per un attimo la pressione a mille... e alla mia prima battuta lei mi ha risposto un pochino seccata come se non mi parlasse da 3 ore, poi abbiamo iniziato a discorrere del più e del meno alla presenza di sua madre molto sorridente e ci siam presi un caffé. Durante la conversazione mi è parsa molto curiosa nei miei confronti (lo è di carattere) ma non ci siam chiesti la reciproca situazione sentimentale.
Ed ora devo dire che da quando l'ho rivista fatico a non pensare a lei e al nostro rapporto che abbiamo vissuto. C'è uno strano desiderio che mi suggerirebbe di riprovare a vederla e a frequentarla perchè a distanza di anni posso dire di sentire ancora un sentimento tenero nei suoi confronti. Non so come dovrei comportarmi, magari tra qualche giorno tutto passa e ritorna una situazione lontana e sopita come lo era prima di incontrarla (abita da sola a 2 chilometri da casa mia ma non ci siam mai incrociati per 4 anni). Hai qualche impressione tua da darmi sul fatto di riprendere una situazione finita da 5 anni? grazie ciao A.


Una storia finita è una storia finita. Ma ciò non significa che due persone che si sono conosciute già anni prima non possano rincontrarsi e provare nuove emozioni che li coinvolgano. Mi spiego: io e mio marito anche se solo per due mesi abbiamo avuto una rottura brusca e dolorosa. Quando ci siamo rincontrati per riamarci non abbiamo ripreso il rapporto lì da dove eravamo rimasti. Tutt'altro! Ci siamo naturalmente rinnovati e riscoperti in un nuovo semplice e straordinario modo di amarci. Prima era bellissima la nostra intesa sotto tanti punti di vista e ci ha sempre legato una passione smodata ma adesso c'é altro ancora e ci divertiamo a stupirci nell'osservare che noi siamo ancora insieme nonostante la situazione sia differente. E ci piace sorprenderci di tutto e di altro ancora. Se avessimo forzato gli eventi, cercando di ricucire quello che era già stato non credo che adesso ci troveremo così sereni insieme. Il passato è il nostro passato ma ci piace di più questo presente.
Mi piacerebbe sapere che anche la tua ex abbia provato un qualcosa, ma attenti comunque, che se è nostalgia non è detto che sia amore! Baci Nora


ciao ele il mio é un grosso problema... sono fidanzata da sette anni, un rapporto difficile per alcune incompatibilità caratteriali, ma anke molto intenso... lui mi è stato vicino in molti momenti difficili, io ho anke sbagliato con lui parekkie volte un pò per immaturità un pò per atteggiamenti opprimenti... in q. anni ho avuto anke cottarelle ke lui ha scoperto ed io ho sempre fatto l'impossib. per tornare con lui e lui m ha perdonata serbando però del rancore ke di tanto in tanto riaffiora... è un bel ragazzo ha un bel lavoro é dolce ed il mio unico desiderio è sempre stato di formare una famiglia con lui... ma ora... da un anno è entrato nella nostra vita un ragazzo molto speciale... in principio era fidanzato ed eravamo tutti molto amici, molto affiatati... da quando si è lasciato gli siamo stati tutti vicini, io l'ho conosciuto meglio ed ho cominciato a provare q.sa anke lui per me... E' davvero molto intenso... io in q. mesi mi sono lasciata molte volte con il mio ragazzo ma ci sono sempre ritornata perkè me ne andavo in crisi... nn riuscivo a gestire la situazione... il mio rag. ha anke sospettato qualcosa perkè ha visto atteggiamenti strani... infatti il rapporto con quello ke fino a poco tempo fa era il suo migliore amico... è cambiato! io nn riesco a immaginare ke dolore sarebbe se sapesse... ma la situazione va avanti da mesi! il mio "amico" è disposto a tutto per avermi lui crede ke la vita è una e bisogna rincorrere la felicità... quello ke mi lascia esterrefatta è ke avrei messo la firma per avere per sempre ed essete amata dal mio ragazzo... ma q. amico è molto più simile a me... ke devo fare?

Io non firmerei nessun contratto d'amore. Eppure se fosse, i contratti si possono anche rompere, e si possono modificare, aggiungendo o togliendo delle postille. Comunque sia, per parlar semplice, da quel che ho capito, non c'é nulla di ragionevole che ti leghi al tuo ragazzo per cui abbi il coraggio di lasciarlo e se vuoi prova a viverti a pieno la tua nuova storia. Per amore solo per amore...

Ciao Eleonora, sono "pronta per la lobotomia", che ti ha scritto il 9 gennaio.
Volevo ringraziarti per la risposta, ho lasciato definitivamente il mio fidanzato più o meno qualche giorno dopo la mail, ma se devo dirti la verità mi manca da morire, ma forse è normale, non so.
Non ho capito quasi nulla del consiglio, scusami, mi rendo conto che forse quando una persona è totalmente presa non connette molto, mi dici di reagire diversamente.... Scusami, ma cosa vuol dire che mi piace così? Scusami ancora, un abbraccio e grazie per la pazienza;-))

La mia risposta alla tua prima lettera intendeva dire che se tu accettavi di stare con il tuo compagno, in qualche modo accettavi i suoi tradimenti. Mi dispiace che tu l'abbia lasciato. Ma se per te era troppo forte il dolore dei suoi tradimenti allora forse hai fatto la cosa giusta.
Quando si cerca di convivere con delle situazioni pur di non rimanere soli, c'é il rischio che si accumulino nel tempo rabbia e rancore, che portano poi inevitabilmente alla rovina di un rapporto. Forse tu sei arrivata a tal punto da aver dimenticato anche i momenti belli che lui ti regalava per cui un peso della bilancia è andato più giù rispetto all'altro.
Attenzione però, mai abbandonare per orgoglio. L'amore (soprattutto se ricambiato) è un sentimento troppo importante perchè tu lo lasci andar via soltanto per questa sua "debolezza". Se invece hai captato che per lui era più importante stare con qualcun'altra... allora fidati, col tempo guarirai dalla sua assenza.

ciao eleonora sono un ragazzo di 21 anni e come capita spesso alla mia età l'amore va e viene putroppo il mio se ne andato dopo 3 anni intensissimi e vissuti senza perdere niente di cio che offre una bella storia. già a ottobre la mia ex mi aveva lasciato per un'altro ma a me aveva detto che era perchè aveva voglia di stare con le amiche e divertirsi e invece dopo 2 gg. cosa scopro che era riuscita a sostituirmi come si cambia una ruota bucata della macchina. gia allora mi crollò il mondo addosso. alla fine verso dicembre dopo che smisi di corrergli dietro ha iniziato ad accorgersi della mia mancanza e io un pò impaurito sono riuscito a perdonarla e a trovare il coraggio per tornare assieme fino a un mese fa quando per l'ennesima volta mi ha piantato in asso di nuovo e ora non so cosa fare. questa volta non mi sono più fatto sentire e lei ogni tanto mi squilla ma io non rispondo soprattutto perche sa benissimo che tra me e lei non potrà mai esserci amicizia. i miei amici mi dicono di mandarla a cagare ma io non ci riesco perche le voglio troppo bene per non dire che la amo. lei quando mi ha lasciato mi ha detto che era perche non mi amava più come una volta però dopo un paio di settimane mi ha scritto che le manco e che mi ama ancora dopo due giorni mi ha chiamato perche voleva spiegarmi i motivi della sua scelta io non le ho risp (xke non le avevo chiesto niente e ero stufo di stare male) cosi dopo lei mi ha scritto che se avessi risposto avremmo potuto sistemare le cose. E' evidente che la confusione fa da padrona alla sua testa però io sono stanco di stare male. il problema è che non riesco a dimenticarla e non riesco a credere che lei abbia voglia di dimenticarmi visto come continua a comportarsi. secondo te cosa dovrei fare? procedo come finora restando indifferente? e se dovesse tornare come dovrei comportarmi? grazie

Quando sei stanco di soffrire vuol dire che sei veramente stanco per cui i dubbi sul da farsi non ti vengono neanche più! Di fronte ad una persona che amiamo e che dice di amarci dobbiamo fermarci e capire se è vero oppure no? Non lo so! Dipende da noi, dalla soglia di tolleranza che abbiamo, dalla paura di scoprire cose nuove, dalla voglia di lottare perchè tutto vada per il meglio. Ma soprattutto dalla voglia di scambiarsi amore e baci.
Valuta tu (purtroppo io non posso farlo per te) quanto ancora c'è da viversi con questa persona...tanto la corda, se è troppo tesa, prima o poi si spezza naturalmente e non avrai più bisogno di dimenarti sul problema.


Cara Elonora, ti avevo scritto qualche mese fa per raccontarti il primo pezzo di questa storia molto romantica. Lui ha lasciato la donna con la quale viveva da poco meno di un anno per amor mio. Si è stabilito a casa mia (vivevo sola da 10 anni) lo scorso dicembre e per un mese circa le cose sono andate a gonfie vele, non vedevamo l'ora di rientrare, la sera, per riabbracciarci. Tutto questo è miseramente sfumato. Adesso cerchiamo tutti e due di lavorare oltre l'orario perchè stare insieme è diventato pesantissimo, parliamo pochissimo, abbiamo gusti opposti e abbiamo perso tutto il piacere di stare insieme :-(( Mi sembra di abitare coi miei, non lo sopporto!!! Come mai? Come può accadere che un amore così grande scompaia nel nulla? Baci. L.

Beh! Inanzitutto se il sentimento di noia e distacco è reciproco niente di più facile che troncare questo rapporto.
Devo aver già avuto occasione di scrivere quanto segue ma nel dubbio... mi ripeterò.
Spesso quando finiscono i rapporti d'amore ci si fa questa domanda: "perchè è finita?"
Ebbene quante volte invece ci domandiamo il come mai ci ritroviamo ad amare un perfetto sconosciuto, magari anche con un problema di alitosi, disordinato e farfallone?
E si, perchè non ditemi che tutti quelli felici in coppia hanno sicuramente trovato degli stinchi di santo, puliti e sempre di gran compagnia.
Insomma la persona di cui innamorarti non la scegli tu. Ti ritrovi con chiunque ti capiti e sei al settimo cielo comunque.
Ma se ci rifletti (anche se razionalmente puoi trovare dei motivi validi) in realtà tu non sai il perchè sia iniziata la tua storia d'amore. Allora proprio per la legge che ti porta ad accoppiarti con un'altro tuo simile (uno a caso, tra miliardi di persone), capita che quella stessa persona un giorno non ti "corrisponda" più!
E proprio perchè un giorno mai avresti potuto neanche immaginare che quello lì ti piacesse tanto da farti perdere la testa, adesso puoi sapere perchè non ti piace più!
Si cambia, giorno dopo giorno, e sono tante le cose che si modificano intorno a noi che anche i nostri sentimenti sono soggetti a variazioni...è normale!
L'importante è non aver paura di questo. Anzi può anche essere molto bello godere della propria crescita e vedere con curiosità dove stiamo andando, anzi meglio ancora, dove siamo arrivati.
Però vorrei chiarirmi su un fatto, altrimenti sembra che io non ci tenga a costruire i rapporti neanche un pò. Amare non deve essere faticoso ma mi rendo conto che non esiste tanto la concezione di risvegliare il rapporto d'amore che sembra assopito. Cosa che invece io personalmente ho sperimentato più volte con mio marito. Sì, insomma ci sono sempre dei momenti "down" in un rapporto che si alternano a quelli "up" e se lo dai per scontato ti capita di non entrare nel panico ma ti adegui, e senza forzare la situazione puoi far qualcosa per ridestare l'interesse reciproco e magari scoprire anche cose nuove.
A patto però che di base ci sia amore... e quando c'è, tu lo sai!
Di solito si cerca di restare comunque legati ad una persona perchè la religione cattolica (sotto la quale la maggioranza dei nostri vecchi ha fatto formazione!!!) vuole che una coppia si formi e che resti coppia nonostante tutto. Ecco, questo concetto io lo cancello assolutamente dalla mia mente! Si tratta piuttosto di scegliere di viversi quel rapporto perchè ci offre emozioni che sono veramente importanti per noi...altrimenti io mollo!
Per cui prima di buttare all'aria una storia che "pareva" bellissima , giochiamoci un pò a capire di che si tratta. Senza però tediare il compagno, perchè comunque anche se lo si fa per la coppia, questo tipo di ricerca è spesso personale e questo va precisato.


Sono la metà di una famiglia: ho tredici anni e la mamma dice sempre che siamo una mezza mela ma non trova mai un'altra metà con cui fare amicizia. Vorrei trovare qualcuno da presentarle ma che però è anche lui una mezza famiglia con un figlio della mia età ma va bene anche se è femmina e è più piccola, io posso insegnargli a giocare col Lego e la Play.
La mia mamma è molto carina e simpaticissima, fa sempre ridere tutti e i miei amici dicono che è fantastica. E' magra e si veste sempre divertente. legge un sacco di libri, ed è di sinistra confusa (dice così). Suona la chitarra acustica, scia bene, sa scrivere benissimo e anche dipinge quando si sente triste. però con me non è triste mai. La nostra casa ha il terrazzo pieno di piante. La mamma lavora tantissimo e con i soldi che guadagna andiamo sempre a fare dei viaggi stranissimi che mi piacciono tanto. peccato che siamo sempre da soli. Io sono simpatico, educato, pacifista e non litigo mai con nessuno. Spero che qualcuno mi scrive ma che non è un verme come l'ex fidanzato unico che la mamma ha avuto.
Ciao, T.

Sono ormai tre anni che rispondo alle lettere di questa rubrica ma lasciatemelo dire che questa è la lettera più tenera e commovente che io abbia mai ricevuto!
Dolce figlio meraviglioso, piccolo grande uomo, tua madre se ha un figlio come te vuol dire che l'amore lo ha conosciuto e per cui sono certa che lo rincontrerà ancora. Lei è veramente bella ed io ci credo, perchè nelle tue parole leggo l'amore che tu le porti e questo non può che avertelo insegnato lei. Sai, purtroppo in questo mondo così veloce e diffidente non è più così facile incontrarsi e parlarsi come magari lo era una volta. Tutta la negatività che ci propinano in tv e sui mezzi mediatici ci ha portato ad una chiusura che ci mette in grossa difficoltà. Abbiamo ormai paura anche dei vicini! Ci vuole soltanto più tempo per incontrarsi e sopratutto più voglia di mettersi in gioco.
Intanto voi due continuate a viaggiare e a divertirvi che l'amore va dove vede terreno fertile, positività e amore! Baci Nora


CIAO NORA, MI CHIAMO M.E HO 29 ANNI, DOPO GIORNI CHE PENSO E RIPENSO MI SONO DECISO A CHIEDERTI UN CONSIGLIO RIGUARDO UNA FACCENDA PERSONALE CHE ORMAI MI TORMENTA DA TEMPO.
VENGO AL DUNQUE: DOPO 2 ANNI DA SINGLE, NEI QUALI L'AMORE ERA MESSO DA PARTE, ERO CONVINTO NON FACESSE PER ME, CONOSCO F. X ME E' STATO COLPO DI FULMINE , NON STO AD ELENCARE LE COSE CHE HO FATTO PER CONOSCERLA E USCIRCI, ALTRIMENTI FINIREI DOMANI DI SCRIVERE. CI METTIAMO INSIEME E LE COSE VANNO BENISSIMO, C E' SINTONIA FISICA, MENTALE SESSUALE ECC. LEI MI RACCONTA DI VICENDE PRECEDENTI DALLE QUALI E' USCITA MOLTO SCOTTATA E MI CHIEDE DI ANDARCI PIANO. IO, VOLENDOLE MOLTO BENE, ACCETTO E LE LASCIO ,GIUSTAMENTE, GLI SPAZI CHE LEI MI CHIEDE. ANDANDO AVANTI CON I MESI, LE COSE PEGGIORANO E INIZIAMO A DISCUTERE RIGUARDO LA NOSTRA SITUAZIONE. COL PASSARE DEI MESI HO CERCATO DI CONCRETIZZARE LA NOSTRA UNIONE, QUESTO PROBABILMENTE L'HA SPAVENTATA.
DA ALLORA E' FREDDA CON ME, E QUELLO CHE PIU' MI FA STAR MALE E' CHE SPESSO ...CHE IO CI SIA O NON CI SIA X LEI E' UGUALE.
SPESSO NON MI CONSIDERA QUANDO SIAMO CON GLI ALTRI, E MI DICE COSE CHE MI FANNO GELARE L'ANIMA... DEL TIPO: CON TE STO BENE MA STO BENE ANCHE DA SOLA... E SE LE CHIEDO SE VUOLE CHIUDERE LA RELAZIONE MI DICE CHE DEVO DECIDERE IO.
MA LA COSA SCONCERTANTE E' CHE POI MI CHIAMA, MI CERCA ECC.
IO SONO MOLTO INNAMORATO DI LEI E NON RIESCO A LASCIARLA , E STO CONTINUANDO A MANDARE GIU' ROSPI TROPPO GROSSI.
HO CERCATO DI PARLARLE MA E' INUTILE LEI LA METTE SEMPRE GIU' COME SE FOSSI SOLO IO A CONTINUARE A VEDERCI, QUANDO INVECE A VOLTE CON ALCUNI ATTEGGIAMENTI VEDO CHE MI VUOLE BENE SUL SERIO. NON LA CAPISCO PROPRIO.
ALTERNA MOMENTI IN CUI MI DICE FRASI DOLCISSIME E MI TRATTA BENISSIMO A MOMENTI IN CUI MI SENTO MOLTO SOLO ANCHE AVENDOLA AL MIO FIANCO.
VORREI ALLONTANARMI DA LEI... MA HO PAURA CHE MI LASCI ACCORGENDOSI CHE NON LE MANCO X NIENTE.
IL PROBLEMA GROSSO E' CHE MI STO DEDICANDO A LEI ANIMA E CORPO TRASCURANDO TUTTO IL RESTO... AMICI FAMIGLIA ECC E HO PAURA CHE SE TUTTO ANDRA' MALE MI TROVERO' SOLO.
SO CHE NON E' FACILE RISPONDERMI E CHE DOVREI AVERE + AUTOSTIMA DI ME STESSO MA CHE CI POSSO FARE SE SONO UNA PERSONA CHE SI DEDICA COMPLETAMENTE ALLA PERSONA CHE AMA ?
SPERO TU MI DIA UN SUGGERIMENTO ..GRAZIE CIAO

L'autostima da sviluppare è un concetto assai moderno che troppo spesso ormai ci ripetono tanto che delle persone si sono talmente gonfiate di questa benedetta "autostima" che non ti guardano neanche più in faccia e non si capisce perchè!
Non credo sia questo il problema. Qui c'è da verificare inanzitutto se lei ti ama. Non ho ben compreso perchè il rapporto ad un certo punto ha cominciato a guastarsi. Non le hai dato il giusto spazio che lei ti richiedeva?
Perchè se è così e lei comunque ti ama e vuole restare con te, devi fare uno sforzino in più a credere nel rapporto più che in te stesso. Oppure devi soltanto rilassarti e viverti quello che è.
Non sò quando si forma nella nostra testa l'idea (assurda) di come noi vorremo il nostro rapporto. E non so perchè questa idea, quasi mai corrisponde con la storia che poi ci capita di vivere! Tutto qui è il problema: spegni il cervello, non idealizzare il rapporto ma vivitelo!
Se lei invece dovesse avere questo atteggiamento "distaccato" perchè non ti ama, allora mi sa che la risposta è già chiara!
PS.: un consiglio: abbandonare altri affetti nel momento in cui si vive una storia di coppia non è sano e non si deve mai fare, ma attenzione! Non perchè dopo, se la storia finisce, si rischia di restare soli, ma perchè tutto l'affetto che diamo e che riceviamo da chiunque, fa di noi delle persone più complete e ricche. Ed è quasi sicuro che questo si ripercuote positivamente sul nostro rapporto. Le persone che hanno più interessi e affetti ci piacciono naturalmente di più perchè sono vincenti e sono carichi di energia positiva e stimolante.

NB: Sapete, ad esempio (parlo al popolo femminile che ne sa sicuramente qualcosa a proposito) quando lui vuole uscire con gli amici? E noi...?!?...lì a rompergli le palle perchè vogliamo che sia tutto per noi? Solo è unicamente con noi?
Bene! chi ci è riuscita, si è sicuramente trovata accanto l'essere più noioso e poco stimolante del mondo. Un castrato nelle sue vere passioni, che finge costantemente (e a ragione) di interessarsi di tutti gli argomenti più disparati, spesso rigorosamente adatti ad un ascolto femminile.
PER CARITA'!!!!
Lasciate uscire i vostri compagni/e (adesso parlo anche agli uomini!), lasciate che coltivino altri interessi, che non sorridano soltanto con voi, che non si dedichino anima e corpo soltanto a voi...
Lasiategli i loro silenzi e non chiedetegli cosa stanno pensando ogni volta che li vedete assorti, e credetegli se vi rispondono "niente!". Perchè è così!!! A volte il cervello si spegne viva Iddio e si riesce anche a non pensare. Provateci, capita anche a voi!
A parte che non è umanamente giusto, tartassare così tanto un'altro essere, ma vedrete di quanto si alzerà la qualità del vostro rapporto. Intanto potete uscire, o guardare un film che vi fa impazzire, telefonare ad un caro amico, dedicarvi al giardinaggio, insomma qualsiasi cosa, invece di aspettare in felpa e calzettoni che lui o lei rientri, e accoglierli con la faccia triste di chi non ha fatto nient'altro che attendere. Per poi magari rimproverargli anche qualcosa.
E basta pensare che noi siamo in grado di amare veramente e l'altro no! Ci sono modi differenti di dimostrarlo ed è per questo che è bello conoscere le persone!!!

Carissima Eleonora
chiederti un consiglio, ci ho pensato parecchio ma poi ho deciso ed eccomi.
Ho conosciuto via Web una donna della mia stessa età 56 anni, ed è scoppiato una grande passione ma anche un ottima intesa mentale. Lei sposata da più di 20 anni senza amore, anch'io sposato ma con amore. Infatti la cosa più strana è che io amo mia moglie, eppure questa donna mi da emozioni grandi mai vissute. Il problema esiste perchè io credente mi lascio prendere da grossi sensi di colpa, lei mia ama alla follia, ma io mi sento bloccato a tal punto che durante il nostro unico incontro non sono riuscito ad avere una buona erezione per fare l'amore completo.
Ti chiedo come liberarmi dai sensi di colpa? Divento ateo? Non è possibile.
So che devo decidere io per cui certo non hai la bacchetta magica ma un tuo parere credo che male non sia. Ciao Grazie
Il senso di colpa di "stampo cattolico" ti dovrebbe venire ogni volta che fai sesso senso procreare. Lo so che la religione si è modernizzata e adesso ci si sposa in chiesa addirittura se incinta (anche se il prete comunque deve ufficialmente far credere di non saperlo) ma comunque scusami se ti dico che i sensi di colpa legati alla nostra sessualità sono tutti degli enormi errori dovuti ad una cultura religiosa che nega il piacere da sempre e non ancora però si sa il perchè!
Tu, te la sei spiegata così ma io invece credo piuttosto che tu abbia il timore di dare un dispiacere alla tua amatissima moglie sapendo che lei non gradirebbe una tua storia extraconiugale.
Ma purtroppo, volente o nolente ti sei ritrovato coinvolto da sentimenti nuovi e forti tanto da spingerti già tanto oltre che la fiducia e la serenità di tua moglie (se lei sapesse) potrebbero già essere compromesse. Dal piacere gioioso di incontrarsi segretamente con qualcuno e pensare di farci all'amore e poi arrivare a baciarsi e a toccarsi e a pensare tutto ciò che si può pensare già basterebbero. L'atto completo sarebbe un di più, la ciliegina sulla torta, ma ormai "il danno" se è di questo che si vuol parlare è fatto! Io da moglie, ho un pò di difficoltà a dire ad un uomo (che addirittura afferma di amare la propria moglie) di viversi serenamente questa storia frizzantina, ma purtroppo non posso non essere coerente al mio solito pensiero, visto che ci credo veramente: tu hai bisogno, come ogni altro essere umano, di poterti vivere tutte le emozioni positive, coinvolgenti, inaspettate che ti capitano!
E questa probabilmente è una di quelle. Magari potresti scoprire che ci sono esperienze (e non parlo soltanto di quelle fisiche) nuove e rigeneranti per la tua vita che devono accadere ed essere vissute.
Potrebbe anche soltanto trattarsi della classica e umanissima (tipicamente legata alla natura maschile) voglia sessuale con una partner diversa. Finchè non viviamo non sappiamo!
Adesso scegli tu, lascia stare i sensi di colpa e preoccupati di valutare il piacere che questa cosa può procurarti. Mi ammazzerei ma purtroppo devo dirlo: nel caso in cui dovesse essere soltanto una questione di sesso, in nessun caso devi far sapere a tua moglie di questa storia! Lei è felice così e la sua serenità non ha prezzo così come non ne ha la tua! Se invece ti capiterà di proseguire a lungo con quest'altra donna, e magari addirittura innamorarti allora poi sarà il caso che tu faccia chiarezza.

Ti scrivo per l'amore e per la confusione che ho.
Frequento un ragazzo M da 4 mesi, lui è molto preso io di meno e quindi lui non vive bene la situazione perchè non mi vede presa di conseguenza neanche io sto bene... pero' come ripeto a lui gli do quello che mi viene spontaneamente di dargli, e penso che fin qui sia giusta la cosa.
con lui sto bene... mi da sicurezza pero' forse proprio per il fatto che io non mi sento presissima.. lui per molte cose è un po' geloso, del tipo che non gli vanno bene certe cose che io vorrei fare. e quindi mi limita.. un po' ..cioé mi viene da pensare. e lui come la prenderebbe se io facessi così o così? (il tutto sempre nel suo rispetto!)
..non c'è nessun altro nella mia testa, nella mia testa ho solo una grossa confusione... vorrei svegliarmi una mattina con le idee chiare..
questa storia è iniziata subito dopo la chiusura con altra storia strana ...e prima per un periodo assai lungo ho avuto una specie di storia con un altro... forse l'ho illuso un po' troppo ..fatto sta che lui stava sempre li ad aspettarmi ed io svolazzavo..
quest'ultimo ragazzo che ho lasciato (non M l'attuale. posso capire una certa tua difficoltà a comprendere) l'ho lasciato cioè abbiamo smesso di sentirci ma mi capita di aver paura all'idea che mi possa vedere in giro con M... .non so come spiegare ....è un ragazzo che mi è sempre piaciuto ma non ci siamo mai incontrati nei momenti giusti , poi quando era a mia disposizione mi sono accorta che forse avevo idealizzato il personaggio... si un bel ragazzo buono ma non mi diceva niente e non avevo neppure attrazione fisica per andarci a letto. E guardavo altrove.. pero' lui rimaneva sempre a disposizione per me, quando mi facevo sentire. fatto sta che è entrato nel ns gruppo come amicone di tutti ma tutti sapevano la particolare storia tra noi due. (situazioni abb imbarazzanti) ieri sera c'è stato un compleanno di una mia amica e ho saputo che avrebbe invitato anche lui (non lo sento da mesi) e siccome sapevo che in questo locale sarebbe venuto anche M.(attuale) ....la situazione era troppo imbarazzante per me... al punto che sono andata ad una cena di lavoro (scusa che non è piaciuta alle mie amiche) che se la sono presa. Che ci sono rimaste malissimo perchè l'ho fatto! Non dovevo e che si vendicherà (quella del compleanno..) ho provato a spiegarle la mia situazione ..oggi, a fatto avvenuto e so che questo é un problema mio, che devo affrontare.. ma lei ben sapeva la situazione e quindi poteva cercare di rispondermi prima ai miei cenni, cercare di comprendere i miei stati d'animo.
ora forse io non sono normale. e ogni cosa la ingigantisco... pero' non so cosa provo per questo ragazzo e perchè sto male al pensiero che mi veda con un altro? Forse perchè non sono presa di costui (M)? Forse perchè è stato li anni ad aspettarmi ed io so che sotto sotto non sono stata onestissima sin dal principio con lui??? booo
lui (M) d'altro canto anche se la vive male non dice basta ...forse aspetta che lo dica io... o ci tengo a lui ma non so fino a che punto... mi da sicurezza.. mi piace baciarlo.. etc.pero'forse ho paura.. scusa il casino...come posso schiarirmi le idee?
Grazie ciao

Sono molto curiosa di conoscere di che tipo di vendetta potrebbe essere capace la tua amica soltanto perchè tu non sei andata alla sua festa di compleanno. A parte l'idea alquanto infantile, ma proprio non mi spiego come ancora ci sia qualcuno che si permetta anche solo di pensare di vendicarsi con qualcun'altro per una cosa del genere! Soprattutto in questo momento dove si parla di dolore e di guerra ogni santo minuto della giornata! Ogni tanto un bel vaffanculo a chi si comporta così farebbe bene e potrebbe addirittura risultare educativo!
Ma veniamo al tuo veramente confuso rapporto con l'amore. Non capisco cosa ti leghi al tuo attuale ragazzo (che intanto aspetta momenti migliori?!? Bah!). La sicurezza? E di che? Ti protegge dagli spiriti maligni o forse dalle tue amiche che bramano vendetta? Scusa l'ironia ma credo che tu debba tentare una scelta che ti permetta di muoverti con più libertà! E' importante non ripiegarsi a falsi e futili rapporti per paura o ansia, sia in amore che in amicizia. Altrimenti dovrai prepararti a cenare con il tuo capo e i tuo colleghi tante altre sere per tutta la vita, senza aver la possibilità di farti ogni tanto quattro salti in discoteca ed incontrare un ragazzo che ti piaccia realmente e questa volta perchè ti dà amore.
Però! A pensarci bene tutta questa tua esperienza potrebbe anche volerti portare ad innamorarti di un tuo collega... e non sarebbe poi tutto stato inutile! :-) Bah! Chissà!?!

PS.:Mi dilungo ma per altre ragioni. La prima parte della tua lettera mi ha fatto riflettere sulla nuova tendenza sempre più diffusa che vede l'uomo come quello che pretende attenzioni e la donna che si stanca di riceverne. Esempio (televisivo) eclatante: le due storie "d'amore??" che hanno coinvolto i ragazzi partecipanti all'edizione di quest'anno del programma "Grande Fratello". In tutte e due le coppie, due donne apparentemente fredde comunque palesemente distaccate e non coccolone rincorse da due uomini, di cui uno terribilmente pesante (ed in questo dò ragione a lei) e desideroso di chiarire ogni passo o parola, arrivando alla più tediosa paranoia e frustrazione mediatica dell'ultimo ventennio. Insomma è veramente l'era dello zerbino? Ragazze! Le profezie e le maledizioni di tutte le donne che ci hanno preceduto nei rapporti con uomini che spesso le dimenticavano a casa, lasciandole a soffrire,per andare con le altre, si staranno mica avverando?
La donna più aggressiva, più lavoratrice, più libertina, più emancipata e soprattutto con meno voglia di coinvolgersi sentimentalmente è quello che volevano ottenere?
Ma a discapito di cosa? Di un amore? No! A me non piace.
L'amore che noi donne naturalmente siamo in grado di dare e di ricevere è un qualcosa a favore della natura stessa, della dea madre, dell'evoluzione del mondo. Noi siamo quelle che portano in grembo e danno luce alle nuove vite. E non possiamo rinunciarci.
Tutto ciò esiste però anche perchè c'è l'uomo. Insieme siamo una forza della natura.
Le coppie in amore allontanano la guerra, il dolore, la violenza. E questo anche per un puro fatto pratico: pensate che se ognuna di noi si scopasse un marines loro non sarebbero lì a far la guerra! Volevo essere spiritosa ma è reale ciò che dico. Agli uomini da che mondo è mondo piace far l'amore e noi (femmine) ci siamo dannate per anni perchè lo facevano anche con le altre. Spesso ci siamo rifiutate di farlo, altre volte abbiamo finto, altre volte non abbiamo proprio cercato l'occasione per farlo. OK! Appena poche decine di anni fa, non si poteva far l'amore lasciando intravedere che ci piacesse. Ma adesso è finita! Adesso possiamo farlo quando vogliamo,con chi vogliamo e ci può anche piacere ufficialmente! E allora molliamo l'ancora è il tempo giusto per fare all'amore...questa è la conquista, non quella di sentirsi superiore all'uomo e ai sentimenti. Chi si nega ai sentimenti semina panico e lascia che un giovane di diciotto anni scelga di fare il soldato piuttosto che andare in camporella!
Mi piacerebbe andare incontro alla condivisione del vero piacere della vita, insieme: uomini e donne. Basta con le lotte, il mondo ha bisogno di pace e di amore, di scambi di energie e di tutto ciò che è vita. Amiamoci e lasciamoci amare. Facciamoci rispettare ma continuando a rispettare a nostra volta!

salve
ho un problema...di cuore e di testa...vivo nella + totale confusione sentimentale..e la cosa mi fa stare male... negli ultimi due / tre anni sono passata da una storia e l'altra...ritornata sulle storie passate ....e ancora altre storie...............col risultato di avere una grande confusione e non capire + i miei sentimenti cosa provo e come si fa a capire se si è innamorati o no..
dopo una grossa delusione e rabbia per un amore finito.e per essere stata trattata male (a parole)...e che quindi mi aveva fatto male....ho vissuto dei rapporti di questo genere.... con chi era sfuggente ,ambiguo....etc lo cercavo ma poi le cose non andavano bene,....con chi disponibile e sempre ai miei piedi ..scappava.......ora vivo una relazione...lui è a postissimo ..mi tratta da principessa...e mi viene da scappare o rimpiangere una persona....da cui sono sfuggita perchè... era sempre disponibile...ed ora che non c'è piu'..e questo l'ho voluto io...so che ha un'altra...e addirittura forse lei è incinta, mi vengono dei ripensamenti..è il mio pensiero fisso della giornata....anche quello di chiarire cosa provo o no nei confronti di questo ragazzo..perché tanta confusione? e cosa potrei fare ? grazie...


Intanto, puoi fare quello che tu stessa hai scritto: chiarire con questo ragazzo che frequenti attualmente.
Per quell'altro e per tutti gli altri che potrebbero ancora seguire non lo so.
Ma sii sempre chiara con te stessa senza però farti troppe seghe mentali, rincorrendo il rapporto unico e stabile per forza. Hai bisogno di svuotare un pò il cervello dai pensieri grevi e di riempirlo di sogni e di fantasie. La vita, che però, ha più fantasie di chiunque, ti sorprenderà!

Ciao Eleonora,
innanzi tutto complimenti x il sito.
Mi chiamo L. ho 46 anni appena compiuti, ho una vita molto intensa tra marito, figli, lavoro e tanti interessi. Quando posso sono seduta qui sul mio pc che è l'unica fonte di rilassamento.
Non sono felice da un bel pezzo perché purtroppo non amo più mio marito e la nostra convivenza è a dir poco insopportabile. Difatti in gennaio dopo l'ennesima litigata lui se ne é andato di casa e ho respirato un po'. In breve tempo per troppi problemi di ogni tipo: economici, la casa i figli,ecc. Quindi fine marzo tutto è tornato come prima, si mangia aglio e si va avanti.
In teoria potrei essere felice, ho una bella casa lavoro in proprio ma quando non c'è amore (sono uma mega-sentimentale) manca tutto.
Nel frattempo ho conosciuto un uomo stupendo sposato pure lui e in breve tempo siamo (è brutto dirlo) diventati amanti. All'inizio era un gioco poi grande passione e grande amore. Ci capiamo in tutto, abbiamo molto dialogo,interessi comuni e sesso rarissimo ma intenso.
Lui è innamoratissimo e pronto a mollare tutto anche domani. Mi ha persino proposto di scappare...Io lo amo tanto ma non posso lasciare la mia famiglia o meglio i miei figli che adoro. Quindi cosa ho fatto? Ieri sera lo ho mollato e ora ci sto da cane. Mi manca,sto malissimo ma era l'unica soluzione e penso la più giusta.
Ovviamente ho cercato la lite e lo ho offeso (è un gran permaloso) perchè con la ragione e le belle maniere ci avevo già provato.
Mi piacerebbe sapere se hai capito il problema ,ho cercato di essere succinta per non annoiarti,e che ne dici ho fatto bene? Passerà? Non sono una bambina sono in teoria una donna matura ma...dimmi che ne pensi,te ne sarei grata.
Un abbraccio


Grazie per i complimenti, li rigiro anche a Manuela che ne é la webmaster.
Non mi è chiaro il perchè tu abbia rinuciato all'amore di quest'uomo. Forse la condizione che lui ti poneva nello scappare insieme era quella di abbandonare i tuoi figli? Beh! se è così allora hai fatto bene. Ma non vedo neanche il perchè lui possa averti chiesto questo. Potreste vivervi la vostra storia comunque. Se l'amore, l'intesa, sono veramente così perfette come tu mi racconti, i figli non sarebbero un ostacolo in nessun modo. E poi perchè fuggire? Con tuo marito è finita, un lavoro ce l'hai, la casa anche... si insomma mi sembra inutile dover agire in modo così devastante per la propria vita.
Forse mi manca qualche passaggio ma comunque mi ripeto, se la sua volontà di starti accanto non prevedeva anche la presenza dei tuoi figli, la tua rinuncia mi sembra più che lecita e ti dico brava!
Posso dirlo? Io odio profondamente le donne che abbandonano i propri figli!!! E non esiste ragione di pazzia che tenga!


Ciao, per caso sono entrato nel sito e mi sono detto perche' no? perche' non chiedere ad un esperto se le mie sono senzazioni normali o perverse?
mi capita spesso quando mi masturbo di pensare per stimolarmi a persone a me vicine ma praticamente impossibili da avere, vedi mia cognata [da anni] o mia nipote, la domanda e': tutto cio e' ''normale'' o c'e' in me una forma di perversione?
la seconda domanda e' che quando mi masturbo il giorno dopo non e che mi senta proprio in forma fisicamente, al contrario di quando faccio l'amore che non mi procura nessuna stanchezza.
quindi mi chiedo e' solo un fatto psicologico o e' fisiologico che accada questo?
io ho 50 anni e una vita sessuale diciamo sodisfacente. aspettando la risposta ti saluto e ringrazio


Non so cosa ti abbia dato a pensare che io sia esperta dell'argomento, visto che generalmente parlo di sentimenti, e poi essendo donna sono fisiologicamente diversa da te, ma proviamo a capirci insieme comunque.
Cominciamo col dire che il fatto che tu te ne preoccupi fa di te probabilmente un soggetto non malato.
Intanto ho chiesto, a proposito della seconda questione, delucidazioni a mio marito, peraltro anche lui cinquantenne. Dice che è cosa normale che la masturbazione possa essere più spossante di un rapporto sessuale con una donna. L'atto della masturbazione coinvolge in modo diverso il pensiero (concentrarsi su un obiettivo soltanto immaginario per arrivare all'orgasmo, porta indubbiamente ad un maggiore affaticamento della mente); Intanto non c'è quel naturale scambio di energie come invece avviene in un atto amoroso a due, dove allo stesso tempo ci si scarica delle proprie e ci si ricarica di quelle dell'altro.
A proposito del fatto che tu pensi a persone a te vicine credo non sia così anormale (nei sogni capita), però mi piacerebbe dare per scontato (e non sono affatto spiritosa!) che tua nipote abbia superato la maggiore età e... perversioni o no l'importante è che resti ciò che è...soltanto un fatto mentale!!! grazie


Ciao sono un ragazzo di 21 anni che circa 4 anni fa ha preso una batosta da una ragazza e da allora non ne ho voluto sapere più niente di ragazze. Ma l'anno scorso si è avvicinata a me una ragazza di soli 15 anni ma molto carina. Io le dissi che non volevo avere una storia con lei solo perchè era piccola e non mi trovavo a mio agio, ma lei ci ha saputo fare e standomi molto vicina in periodi molto difficili mi ha conquistato. Ma quando io ho fatto il passo del primo bacio mi son sentito come incastrato perchè non ne ero convinto e dopo pochi giorni mi ero accorto che io non riuscivo ad amarla come invece lo faceva lei dato che era morbosa per me. Gliene ho parlato ed è cominciato il calvario perchè lei piangeva ogni sera perchè io non le davo sicurezza. E' durata 7 mesi questa storia di totale sofferenza ed ho fatto in modo che lei mi lasciasse per farla soffrire il meno possibile e con la speranza che a me quel periodo potesse servire per riflettere un pò da solo su quello che davvero volevo.
Dopo 1 settimana son tornato da lei dicendo che avevo capito tante cose e che ora ero convinto di cio che volevo ma lei si è rifiutata perchè non mi crede e soprattutto ha paura di tornare in quell'incubo. Ci siamo rimessi ma dopo 1 settimana mi ha lasciato dicendo che credeva di avere un'altra reazione e invece provava solo nervosismo a vedermi. Ora che è passato 1 mese e mezzo stiamo cercando di riavere un rapporto di amicizia come quello avuto prima di stare insieme per vedere le nostre reazioni senza legami ma lei è molto fredda e dice che forse ora sono io a doverla riconquistare ma lei è confusa al massimo. Vorrei trovare delle pazzie da fare per lei ma non me ne vengono in mente. Io passo intere giornate a piangere ma quando capisco che forse ci potrebbe essere qualche speranza mi ritorna l'insicurezza. Non so più che fare!!! Sono bloccato sentimentalmente. Soffro tremendamente a vederla con gli altri ma non so se mi ritornerebbero gli stati di insicurezza a stare con lei. Forse sarà solo una mania di possesso oppure il fatto che prima ero un mito per lei ed ora son io a mendicare amore mi colpisce inconsciamente nell'orgoglio..ma cosi sto male e ho paura di fare soffrire anche lei in futuro. Tu cosa pensi??
Ti prego rispondi senza pubblicare questa lettera se puoi. Chiamami R....Grazie ciao


Non posso non pubblicare la tua lettera ma non preoccuparti che non è assolutamente possibile che tu venga riconosciuto anche soltanto tra milioni di fruitori che navigano in internet e che forse incappano in questa rubrica.
Sei innamorato? E perchè allora ti viene il dubbio che invece il motivo della tua passione per lei possa essere altro? Quando uno è innamorato lo sa e non ha paura di far soffrire, anzi spesso ha la pretesa di essere fondamentale per la persona che ama.
Riflettiamo: Lei è piccola, probabilmente alla sua prima esperienza d'amore. Potrebbe senz'altro non essere più la stessa di quella che ti amava. Le infatuazioni, le cotte, gli amori (chiamiamoli come vogliamo) che ci colpiscono a quell'età possono durare anche un giorno. Puoi aver ragione, forse per lei eri un mito. Se avesse potuto, avrebbe addirittura appeso un poster in camera sua. Accanto a quello di "Eminem".
Adesso tu soltanto puoi sapere se lei sta giocando a tenerti sul filo, anche se io dubito che alla sua età si usino tali strategie soltanto per tenersi un uomo accanto.
La tua comunque è un'età diversa, che ha anche altre esigenze e modi di risolvere i problemi. Magari già lavori mentre lei ovviamente va ai primi anni del liceo. Il modo in cui si costruiscono i sogni, le speranze e anche le cose reali sono strutturalmente differenti.
Non so se dirti di continuare rischiando poi che i tuoi dubbi diventino veri.
Credo nell'amore che non ha età ma le difficoltà sorte tra voi, proprio perchè avete età diverse, potreste risolverle in modi differenti e forse incompatibili tra loro.
Soltanto un fortissimo sentimento maturo (da parte di tutte e due) potrebbe fare in modo che la vostra storia vada avanti fluida.


Ciao, Eleonora..Ho fatto di tutto x sapere cosa devo fare ma anke se ho provato non so cosa devo fare. Un anno fa ho conosciuto un ragazzo stupendo, bellisimo, intelligente... in chat .Io adesso ho 16 anni,sono ancora una bimba e mi sno innamorata x la prima volta nella mia vita di un ragazzzo. Ma di un ragazzo che l'ho conosciuto in chat ,di un ragazzo che io non l'ho mai visto. La nostra storia ha cominciato con tante bugie xke' io avevo 15 anni,lui aveva 19 anni ..Ho detto bugie xke' credevo che e' un gico.Poi con il tempo mi sono convinta che non e solo un semplice gioco.Mi chiamava,lo chiamavo,mi inviava msg,diceva che mi ama che mi vuole conoscere etc...io non mi sono innamorata x la sua bellezza,xke' ha un bell'fisico.Mi sono innamorata del suo modo di fare le cose,del suo modo di parlare..abbiamo continuato pero una volta mi ha chimato x parlare e mi ha detto che si ha trovato una ragazza italiana ....che noi siamo lontani e che non ha senso continuare quella storia.Io sono dalla Romania..Io non ho creduto,lo amavo elo amo ancora.Abbiamo detto che rimaniamo amici.ma io non lo consideravo un amico.Lo amavo e lo amo ancora.Volevo un qualcosa di +...ma ho detto tante bugie,tante cose stupide..volevo che lui mi amasse e credevo che se dico bugie mi amera'.Li facevo tanti squili,inviavo msg ,lo chiamavo..ero esono una ragazza disperata.X un tempo mi ha parlato ma poi si ha stancata.Adesso non mi parla +..lui non mi ha mai preso in giro,non mi ha mai detto una bugia.Mi piace tutto di lui e non lo posso dimenticare :( ho provato ma non ho riuscito..Il mio primo amore...prima pensavo che amare senza essere amata fosse un piacere ma adesso ho capito quanto sia penoso un amore che ci viene offerto senza lo si possa riscambiare.:( dammi un consigli x favore..aiutami.Cosa devo fare?! Non so se mi rispondera qualcuno a questo mail ma io almeno ci provo..spero che qualcuno mi dara' un consiglio.Grazie e scusate i miei errori ma io sono rumena e non lo parlo tanto bene l'italiano.

Per essere rumena, scrivi benissimo in italiano, complimenti!
Ma adesso spiegami: Perchè vuoi complicarti la vita? Perchè non pensi che a sedici anni sarebbe bellissimo viversi una storia con meno fatica? e più completa magari? Quella fatta di sguardi, di baci e di parole sussurrate all'orecchio?
Sei brava a riconoscere la bellezza di una persona anche non conoscendone l'aspetto fisico, ma, vederlo commuoversi, arrossire, sorridere, gioire. Poter stare tra le sue braccia e lui tra le tue... non credi che sarebbe più bello se tu potessi viverti un amore fatto anche di queste cose? Il corpo è un insieme di energia che ha bisogno di essere rinnovata, scambiata, regalata e questo fa la differenza in amore sai?!? L'amore è anima e corpo. La testa, io ce la metterei meno! Tu ti sei innammorata in parte di un idea che hai potuto farti di questo ragazzo ma in realta lui è anche altro oltre a quello che tu conosci. E cosa ti fa pensare che sia la persona "giusta" in tutto e per tutto?
Prova a distrarti da questo pensiero fisso che hai di lui e... niente in contrario delle chat ma ad un certo punto, per certe cose le persone si devono conoscere "dal vivo", perforza!!! Io preferisco l'amore quello completo e interamente coinvolgente che non mi da lo spazio di immaginare niente di diverso da quello che è!

May 16, 2004

Ciao Eleonora, ti scrivo dagli Stati Uniti, non sono italiana pero quellonon conta adesso, il caso é che ho bisogno dalle tue saggie parole e molto. Una storia lunga cerco di dirti il piu preciso, nel 2002 conosco un ragazzo italiano nel internet, Io divorziata con un bellissimo figlio, lui fidanzanto con una ragazza dal suo paese, insieme eternamente, lui mi disse
che gia é un'abitudine stare con lei ecc, ecc. Noi ci parlavamo tutte le notti fino a tardi, poveraccio perché doveva lavorare, gli mancava solo la laurea per sposarsi, ci siamo contattati la prima volta in internet a Luglio del 2002, ci ciamo incontranti in Italia per la prima volta a Novembre del 2002, che ti posso dire? proprio un sogno, stare nelle sue braccie, Io ero lí in Italia e non lo credevo che finalmente avevo trovato l' amore, da lui
ho sempre ricevuto quello che provavo Io per lui in tutti i sensi. ho amato a quest' uomo alla follia! ritorno dall' Italia e tutto segue uguale fra di noi, fino a Gennaio del 2003 quando lui sparisce, cancella il cellulare e a casa sua mi lo rifiutano sempre, nel frattempo Io pero continuo a telefonare a casa sua e parlo con sua madre, lei peró mi riceve sempre al telefono straordinariamente bene, mi ascolta, mi da dei consigli, infatti Io telefonavo a casa sua piangendo e lei cercava di serenarmi a tutti costi. A marzo del 2003 ritorno in Italia, la prima telefonata che ricevo sul cellulare é da lui, peró non parla, Io gli chiamo, e ci parliamo ampiamente, non mi parla di trovarci sebbene sa da Dicembre che Io tornavo in Italia, peró mi parla, mi parla per ore e piu o meno é quello che ho conosciuto, Io
ero a R., e lui a N., quindi Io dovevo andare a N., lui peró era preoccupato perché ci sono sempre stata con lui quando sono andata in Italia e questa volta ce la dovevo fare da sola. Arrivo a N. e niente, ci sentiamo al telefono, vado alla sua laurea e lui non riesce a vedermi, Io pero lo vedo e vedo anche la sua fidanzata, quella sera viaggio ad A. dove abita lui, e parcheggio la macchina fuori a casa sua, peró il cellulare era spento e quindi non gli ho potuto dire che ero fuori.... nei giorni seguenti non gli vedo peró mi promette di venirmi a trovare, viene con sua madre a N. ad incontrarmi, sua madre da quando mi ha
vista, s'é messa a piangere, mi disse che la situazione la dispiace molto, mi tratta come una figlia, ci lascia da soli per poter parlare, Io gli chiedo: quando ti sposi? Io sapevo che mancava solo la laurea per il suo matrimonio, e lui mi disse Settembre 10, Io mi metto a piangere, lui peró si comporta amorosamente, mi prende dalle mani, mi racconta tante cose, mi disse che non poteva lasciare lei dopo tanto tempo insieme, che ci faranno
la vita impossibile nel suo paese, tante cose che non so se sono la realtá o pur che non mi voleva dire amo lei e basta.... mi porta tutte le ricevute dal mio primo viaggio in Italia e mi disse davanti a sua madre: QUESTA é LA MIA VITA, ció tutto quello che ha fatto parte del mio primo viaggio in Italia.. loro partono per A. e mi lasciano nel mio albergo, la madre mentre sono in Italia mi ha telefonata tutti i giorni, lui mi telefona essendo io
in italia e piange al telefono, mi disse fuggiamo insieme, facciamo un bambino, fuggiamo, e la facciamo finita con questo matrimonio, mi svegliava di sera, mi telefonava piangendo, io mi disperavo, perché pensavo che c'era ancora la speranza di stare insieme, poi ci siamo trovati di nuovo, sempre con sua madre che ci lascia insieme ogni tanto, arriva l'ora di salutarci e lo facciamo nel portone dell'albergo, lui mi disse: promettemi che MAI CI SARAI CON NESSUNO SE NON GLI AMI, Io gli dissi io ameró te sempre, ci mettiamo a piangere, mi abbraccia con vero e puro amore, quando se ne va mi disse TI AMO, io torno nella mia stanza e quasi svengo dall'emozione, piango come mai ho pianto prima, ritorno in America, ci continuamo a parlare e sentirci in internet e al telefono, poi quando arriva
settembre io decido di andarmene di viaggi per non stare a casa, parto per l'Argentina, quando torno, ci sentiamo qualche volta al telefono, lui peró é un po distaccato, peró sempre, sempre mi lasciava degli appuntamenti per telefonarlo, parlavamo per ore, sebbene gia era sposato, a Novembre faccio una cazzata e mio ragazzo glielo fa sapere, c'e' communicazioni fra lui e il mio ragazzo, peró niente con me.... mi sono ricoverata e gli scrivo peró LUI NON RISPONDE MAI, gli scrivo mails e non dice niente, per il suo compleanno gli mando una cartolina al lavoro ( la farmacia del padre) la quale non viene consegnata a lui o cosi mi disse, peró so che c'é questo, telefono alla farmacia, lui viene al telefono, (il suo padre non c'era) e parliamo, parliamo, e parliamo, mi disse che non ha ricevuto la cartolina, mi disse anche di non telefonarlo, peró quando io dicevo che andavo, lui rimaneva al telefono come non volendo che io andasse via, e quindi continuavamo a parlarci, abbiamo parlato per la prima volta al telefono dopo mesi, peró lui
non mi scrive, non mi chiama, peró ripeto quando ci siamo sentiti al telefono non voleva lasciarmi andare, mi puo chiarire un po di cose? ho bisogno d'aiuto, grazie. Patricia.

Tesoro...mettiti l'anima in pace! E' troppo difficile lasciar filare tutto. Le parole, le promesse d'amore non bastano e non devono bastarti per pensare che tra voi due ci sia un amore da vivere. E poi scusa ma questa intromissione della madre...!?!? Che significa?
A cosa serve che tu le parli, la incontri. Lei vi lascia stare un pò soli?!?!...
Avrai pensato che le mamme italiane normalmente si comportano così e accompagnano i figli agli appuntamenti... ma giuro che questa è la prima volta che lo sento dire!
questa storia, dai retta a me, non farà che farti soffrire.
Dimentica , supera, e ritieniti anche un pò fortunata nel non dovere vivere accanto ad un uomo che non è in grado neanche di affrontarti da solo. Mi dispiace e se posso strapparti un sorriso ricorda che in america ci sono degli uomini bellissimi che noi italiane fin da piccole sognamo! :-)) baci Nora

Mercoledì, 19 maggio 2004

salve
MI CHIAMO T. HO 26 ANNI SONO DEL KOSOVO,DA 6 ANNI E CHE MI TROVO IN ITALIA PER MOTIVI DI LAVORO E DA QUASI 10 MESI CHE MI SONO INNAMORATO DI UNA RAGAZZA CHE SI CHIAMA F.
TI SPIEGO TUTTO ALLORA IO A QUESTA F. LA CONOSCO DA CIRCA 2 ANNI PERO' NON LO MAI GUARDATO CON GLI OCCHI DELL'AMORE QUINDI E SUCCESSO CHE LEI DOPO QUASI UN ANNO DI FIDANZAMENTO CON UN RAGAZZO A CUI CI TENEVA MOLTO,SI E LASCIATTA CIO E STATA TRADITA .
ALLORA E CAPITATO CHE CI SIAMO INCONTRATI CON DEGLI AMICI ALLA SPIAGGIA L'ESTATE SCORSA ESATAMENTE MESE DI LUGLIO PER PURO CASO E CI SIAMO MESSI A PARLARE PER PIU DI DUE ORE E HO INIZIATO A CAPIRE CHE PO ESSERE UNA PERSONA MOLTO INTERESANTE PER ME PRATICAMENTE QUELLO CHE CERCAVO UNA PERSONA DOLCE,SENSIBILE RESPONSABILE .POI DOPO CIRCA UNA SETTIMANA ABBIAMO ORGANIZZATTO DI PASSARE UNA DOMENICA INSIEME CON UN ALTRA COPPIA E SIAMO STATI TUTTA LA GIORNATA INSIEME E FU QUELL'GIORNO CHE HO CAPITO CHE MI PIACE PER DA VERO PERO NON RIUSCIVO A CAPIRE CHE LEI STAVA SOFFRENDO MOLTO PER IL SUO EX-RAGAZZO.
DOPO QUELL'GIORNO NON CI SIAMO VISTI PER UNA SETTIMANA ALLORA LO CHIAMATA VOLEVO UN APPUNTAMENTO CON LEI ,LEI DICEVA CHE CI VEDIAMO PERO NON ERA MOLTO DACCORDO DI USCIRE CON ME DA SOLI PER PAURA CHE CI VEDESSE IL SUO EX ANCHE SE LEI NON DICEVA .
PERO DOPO SIAMO USCITI, ALLORA GLI HO DETTO TUTTO QUELLO CHE PROVAVO PER LEI, CHE MI PIACEVA MOLTO CHE VORREI STARE CON LEI, CHE VOLEVO CHE CI VEDIAMO PIU SPESSO ALLORA LEI MI RISPOSE CHE CON ME SI DIVERTE MOLTO PERO NON E SCATATTO IL COLPO DI FULMINE E CHE DA ME VUOLE SOLO AMICIZIA DOPO HO CAPITO CHE A LEI PIACE ANCORA IL SUO EX-RAGAZZO!!
GIORNO DOPO GLI HO MANDATI DEI FIORI E LEI E RIMASTA MOLTO SORPRESA NON LA NEANCHE IMMAGINATO CHE IO FAREI UNA COSA DEL GENNERE VISTO CHE NON AVEVA MAI RICEVUTO DEI FIORI... NEANCHE DAL SUO EX.POI LEI NON MI HA CHIAMATO PER RINGRAZIARMI MA E VENUTA A RINGRAZIARMI DI PERSONA E HO PENSATO CHE ERO RIUSCITTO A CONQUISTARLA PIANO PIANO.
POI DOPO 3 GIORNI CI SIAMO VISTI DI NUOVO E HO INSISTITO UN PO' DI PIU NEL SENSO GLI HO DETTO CHE MI PIACE MOLTO E CHE NON POSSO STARE SENZA LEI POI CI HANNO VISTI ALCUNI AMICI DELL'SUO EX E LEI NON VOLEVA CHE CI VEDONO INSIEME.
DOPO QUELLA SERA LEI NON RISPONDEVA PIU ALLE MIE TELEFONATE E IO PROVAVO OGNI MOMENTO DI CHIAMARLA A PARLARE CON LEI MA NIENTE E IO HO INIZIATO A SOFFRIRE MOLTO HO MESSO IN DISCUSSIONE QUALSIASI COSA LAVORO LA MIA VITA ORMAI PENSAVO SOLO A LEI
PERO LEI DOPO UNA SETTIMANA TORNA DI NUOVO CON IL SUO EX E PER ME ERA LA FINE....
MA DOPO 2 MESI LEI SI LASCIO DI NUOVO CON LUI PERCHE EVIDENTEMENTE E UNA STORIA CHE NON ANDAVA. POI SONO CAPITATE DELLE SERATE CHE CI SIAMO VISTI MA NELL'GRUPPO NON DA SOLI
E HO INIZIATO DI NUOVO A PROVARCI CON LEI.LA INVITAVO DI USCIRE MA LEI MI RIFFIUTAVA TROVANDO DELLE SCUSE BANNALI TIPO:STASERA NON POSSO SONO STANCA ,DOMANI MI DEVO SVEGLIARE PRESTO E HO CAPITO DI NUOVO CHE NON E IL MOMENTO GIUSTO PERCHE HO VISTO CHE LEI CONTINUA A SOFFRIRE PER IL SUO EX-RAGAZZO. E AVEVO DECISO DI NON CHIAMARLA PIU. DOPO UN MESE LEI E VENUTA DOVE IO LAVORO ,CIO SI E TROVATA LI PER CASO E HA DETTO:GUARDA CHE HO CAMBIATO IL NUMERO STASERA TI MANDO UN MESSAGGIO COSI TI DO IL MIO NUOVO NUMERO!!!!MA IO AVEVO DECISO DI NON CHIAMARLA PIU PER PAURA DI SOFFRIRE ANCORA....... DOPO UN MESE LO VISTA IN UN LOCALE E NON SONO ANDATO A SALUTARLA DA VICINO POI LEI HA DETTO AL MIO MIO MIGLIOR AMICO CHE SI E OFFESA CHE NON LO SALUTATO DA VICINO!!!POI PER NATALE LI HO MANDATO UN SMS DI AUGURI PER NATALE ,POI LEI GIORNO DOPO MI HA CHIAMATO DUE VOLTE E IO NON HO VISTO LE TELEFONATE POI GIORNO DOPO LO CHIAMATA E CI SIAMO MESSI A PARLARE PER PIU DI UN ORA, PARLANDO DELL'PASSATO ,POI LI HO FATTO UNA DOMANDA SE CE LA ANCORA UNA LETTERA CHE IO
L'AVEVO MANDATO IN MESSE DI LUGLIO E LEI MI RISPOSE CHE CE'LA ANCORA POI GIORNO DOPO CI SIAMO VISTI CI SIAMO MESSI A PARLARE E LEI MI DOMANDAVA SE E CAMBIATO QUALCOSA DALL MESE DI LUGLIO E IO GLI HO CONFESSATTO CHE SONO ANCORA INNAMORATO DI LEI. LEI MI DICEVA CHE MI VUOLE BENE PERO NON MI VEDE COME UN SUO FUTURO RAGAZZO, CIO STA BENE CON ME PERO COME RAGAZZO NO!!!!POI MI HA DETTO VISTO CHE IO PROVO ANCORA DEI SENTIMENTI PER LEI E MEGLIO CHE NON CI VEDIAMO DA SOLI MA SOLTANO IN GRUPPO CIO CON GLI ALTRI AMICI ANCHE..
MA IO NON RIESCO A SMETTERE A PENSARE A LEI NON SO COSA DEVO FARE PER CONQUISTARLA... POI MI HA CHIAMATO NON HO VISTO LA TELEFONATA POI IO GLI HO TELEFONATO CI SIAMO DATTI AUGURI DI CAPODANNO E CI SIAMO MESSI DACCORDO CHE SE USCIVA QUELLA SERA MI CHIAMAVA DI PRENDERE UN CAFFE INSIEME CON DEGLI AMICI MA NON DA SOLI.....ARRIVA LA SERA E LEI MI HA CHIAMATO CI SIAMO PRESI UN CAFFE...DA QUELLA SERA NON CI SIAMO VISTI PIU... LA SERA DOPO GLI HO MANDATO UN SMS DI BUONANOTTE MA NON LO CHIAMATA PIU......PER PAURA DI ESSERA RIFFIUTATO ANCORA... ALLORA DAL GENNAIO A FEBBRAIO HO CONTINUATO A CORTEGGIARE QUESTA RAGAZZA MA LEI MI RIFFIUTAVA SEMPRE DI USCIRE CON ME ,POI ARRIVO IL SUO COMPLEANNO DOVE IO HO FATTO UNA BELLISSIMA SORPRESA ORA VI SPIEGO PRATICAMENTE IL GIORNO DEL SUO COMPLEANNO LA CHIAMO E GLI DICO CHE LA VOGLIO VEDERE ANCHE PER 5 MINUTI ,ALLA FINE SONO RIUSCITO A CONVICERLA DI VENIRE,LEI AVEVA COMPRATO ANCHE LA MACHINA NUOVA QUINDI STAVAMO NELLA SUA MACHINA,ALLORA IO
MI ERO ORGANIZZATO E GLI HO FATTO QUESTA SORPRESA PRATICAMENTE HO PRESO UNA BANDANA E GLI HO COPERTO GLI'OCCHI E HO PRESO UNA TORTE CON UNA CANDELINA ,SPUMANTE E COSI VIA ...E L'ABBIAMO FESTEGGIATO COSI IL SUO COMPLEANNO..QUANDO LEI A VISTO TUTTO QUESTO E RIMASTA MOLTO SORPRESA DOPO GLI HO FATTO IL REGALO LO STEREO PER LA MACHINA NUOVA E FIN QUI TUTTO
OK...DOPO LA SERA MI HA CHIAMATO E MI HA INVITATO DI ANDARE A BERE QUALCOSA CON DEGLI AMICI E SONO ANDATO...DOPO CIRCA UNA SETTIMANA LA CHIAMO E LA INVITO A CENA' E MI HA RIFFUTATO PER L'ENNESIMA VOLTA E ALLORA HO DECISO DI NON CHIAMARLA PIU ....LA VEDEVO QUALCHE VOLTA MA FACEVO INDIFFERENTE,FACEVO FINTA DI NON VEDERLA...DOPO 2 MESI VADO A CASA DI UN MIO AMICO E LA VEDO PERCHE LEI E L'AMICA DELLA SORELLA E LA SALUTO ....DOPO 2 ORE MI ARRIVO IL MESSAGGIO SULL CELL.CHIEDENDOMI DI VEDERCI A FARE DUE CHIACCHERE.. MA IO NON RISPOSI AL MESSAGGIO...DOPO 3 GIORNI MI HA CHIAMATO ..IO HO VISTO IL SUO NUMERO E NON RISPOSI DI NUOVO...DOPO 1 ORA MI ARRIVO IL MESSAGGIO CHE MI CHIEDEVA SCUSA CHE MI HA DISTURBATO E CHE NON MI CHIAMERA PIU... MA IO NON RISPONDEVO PERCHE AVEVO PAURA DI SOFFRIRE PER LEI ,NON E CHE NON VOLEVO PARLARE CON LEI MA LO FATTO PER PROTEGGERE ME STESSO. DOPO UNA SETTIMANA MI HA CHIAMATO CON UN ALTRO NUMERO E PRATICAMENTE NON CONOSCENDO IL NUMERO HO RISPOSTO....ERA LEI...E HA INSISTITO TANTO DI VEDERMI QUELLA SERA MA IO GLI DICEVO PARLIAMONE PER TELEFONO MA LEI INSISTIVA DI VEDERMI E GLI HO DETTO OK VEDIAMOCI..... USCIAMO E LEI MI DICE CHE HA PENSATO TANTO A ME E CHE ARRIVATA AL CONCLUSIONE CHE L'AFETTO CHE GLI HO DATO IO NON GLI HA DATO NESSUNO PER IL BENE CHE IO VOGLIO A LEI ..AVEVA ANCHE PAURA SE GLI DICO DI NO ... E DICEVA CHE VUOLE PROVARCI CON ME E IO HO ACCETATO..E DICEVA CHE ERA USCITA DALLA VECCHIA STORIA QUINDI ERA LIBERA MENTALMENTE E ABBIAMO PASSATO UNA BELLISSIMA SERATA E PER LA PRIMA VOLTA CI SIAMO ANCHE BACIATI SI VEDEVA CHE STAVA BENE CON ME MI BACIAVA MI ABBRACIAVA IN CONTINUAZIONE ....E COSI E FINITA LA PRIMA SERA .....GIORNO DOPO LEI DOVEVA LAVORARE E IO NO QUINDI APPENA HA FINITO DI LAVORARE MI HA CHIAMATO VOLEVA ANDARE A CASA A RIPOSARE ..E IO GLI HO DETTO SE VUOLE RIPOSARE PUO RIPOSARE ANCHE A CASA MIA LEI ERA DACCORDO E VENUTA DA ME E ABBIAMO PASSATO UN'BELLISSIMO POMERIGGIO INSIEME... E FIN QUI TUTTO OK. POI LEI SE NE ANDATA A CASA SUA DOPO 3-4 ORE MI HA CHIAMATO E VOLEVA CHE ANDAVO PRENDERLA A CASA PER USCIRE IO LEI E UN'ALTRA COPIA...E OK PERO' QUELLA SERA LA VEDEVO MOLTO FREDDA NEI MIEI CONFRONTI E IO HO CAPITO SUBITO CHE C'E QUALCOSA CHE NON VA E LO CHIESTO CHE COSA CE CHE NON VA E LEI RISPOSI CHE IO MI STO COMPORTANDO COME SE FOSSI IL SUO FIDANZATO E CHE MI STO ATACCANDO MOLTO A LEI IN TUTTI CASI FINI LA SERATA LA ACCOMPAGNIO A CASA E CI SALUTIAMO CON IL BACIO E IN QUALCHE MODO ANCORA OK...GIORNO DOPO APPENA HA FINITO DI LAVORARE MI HA CHIAMATO E IO LO INVITATO DI NUOVO A CASA MIA E LEI MI HA DETTO CHE VENIVA PERO DOPO UN'ORA MI HA CHIAMATO E MI HA DETTO CHE NON POTEVA VENIRE PERCHE DOVEVA FARE UNA COSA CON LA SUA MAMMA E CHE VOLEVA CHE ANDIAMO AL CINEMA QUELLA SERA E FIN QUI TUTTO OK...ANDIAMO AL
CINEMA E PER TUTTO IL TEMPO DEL FILM CI SIAMO TENUTI PER LA MANO E FIN QUI OK....DOPO IL FILM ABBIAMO FATTO UN GIRO E DOPO LO ACCOMPAGNATO A CASA E CI SIAMO SALUTATI COME ALTRE DUE SERE CON IL BACIO.... GIORNO DOPO IO DOVEVO LAVORARE E LEI MI CHIAMO IN ORARIO DI LAVORO DOVE IO NON POTEVO PARLARE MOLTO....QUINDI DOPO LO RICHIAMATO E VOLEVO VEDERLA ANCHE
PER UN MINUTO VOLEVO CHE VENISSE AL NEGOZIO DOVE IO LAVORO E LEI MI RISPOSI CHE VA DI FRETTA E NON POTEVA! E VA BENE...POI LA SERA LA CHIAMO E DOMANDO DOVE STA E LEI MI RISPOSI CHE STA CON UN'AMICA E CHE SI ERA FATTO TARDI E ALLORA NON AVEVA TEMPO DI VEDERCI NE ANCHE PER UN'ATTIMO....PERO' IO HO INSISTITO PERCHE GLI VOLEVO DARE SOLO UN BACIO ..LEI VIENE IO GLI VOLEVO DARE UN BACIO LEI NON MI LASCIA BACIARLA E ME NE SONO ANDATO SENZA NESSUNA SPIEGAZIONE DOPO LEI HA RICHIAMATO SULL CELL PER 4-5 VOLTE MA IO NON RISPONDEVO PERCHE ERO ARRABBIATO ....DOPO DUE GIORNI LA CHIAMO PER CHIEDERLE SCUSA PER NO AVER RISPOSTO ALE SUE TELEFONATE DOPO HA COMINCIATTO A DIRMI CHE NON VUOLE PIU USCIRE CON ME PERCHE LEI HA PROVATO MA PURTROPPO NON VA ANCHE SE STO MOLTO BENE CON TE MA NON VA....IO PURTROPPO GLI HO CONFFESATO CHE SONO MOLTO INNAMORATO DI LEI SECONDO ME LO SBAGLIO PIU GRANDE E STATO
CHE SONO SEMPRE STATO SINCERO CON LEI PERCHE GLI VOGLIO MOLTO BENE .... IN TUTTI CASI NON VUOLE PIU VEDERMI IO STO SFFRENDO MOLTO LA PENSO SEMPRE OGNI MOMENTO DEL GIORNO ,NON RIESCO NEANCHE A LAVORARE TRANQUILO......IN TUTTI CASI NON SO COSA DEVO FARE ERO CONVINTO CHE LO DIMENTICHATO MA OGNI GIORNO DI PIU ME NE RENDO CONTO CHE IO L'AMO VERRAMENTE FARREI QUALSIASI COSA PER LEI, ANCHE SE SI E COMPORTATA COSI NEL SENSO LEI E VENUTA DA ME,LEI HA VOLUTO PROVARE CON ME E POI SE NE ANDATA LASCIANDOMI DA SOLO A SOFFRIRE PER QUESTA STORIA COSI INCREDIBILE DOVREI ODIARLA PER QUELLO CHE MI HA FATTO MA.... NON LO STO CHIAMANDO PIU PERCHE PURTROPPO PENSO CHE E STATA MOLTO CHIARA NELL'DIRE CHE NON VUOLE PROVARE PIU CON ME...MA SECONDO VOI COSA HO SBAGLIATO E RIUSCIRO A CONQUISTARE QUESTA RAGAZZA CHE L'AMO COSI TANTO..CHE E COSI IMPORTANTE PER ME .....E LA MIA VITA.... IO VI CHIEDO SCUSA SO CHE NON SCRIVO BENE IN ITALIANO MA CMQ CERCATE DI CAPIRMI E VI PREGO DATEMI QUALCHE CONSIGLIO ........ DISTINTI SALUTI T.


Perchè insistere tanto? Cosa ti fa essere innamorato ancora di una donna che non ti ama? Credimi è una fortuna che lei non abbia accettato di stare con te soltanto perchè molto lusingata dal tuo lungo, costante e romantico corteggiamento.
Non basta questo!
Puoi anche fittare un aereo di linea ricoperto di cuori di cartapesta e volteggiarle sulla casa ma non serve purtroppo. E non c'è una colpa. Lei non ha colpa se non è coinvolta e tu non hai colpa nell'essere stato sempre sincero con lei, parlandole dei tuoi sentimenti. E' così!!! Da parte sua non è scattato quel qualcosa che fa la differenza. Ad ogni modo, una persona può piacerci anche da soffrire ma non possiamo parlare di amore se non si vive insieme, reciprocamente un sentimento d'amore. Devi fare in modo di non essere più insistente, e di non alimentare più i tuoi sentimenti e i tuoi pensieri che ti portano a lei. Perchè questo in realtà non porta te da nessuna parte! Distraiti, e cerca di guardare anche altrove. baci Nora



PER PUBBLICARE LA TUA MANDAMI UN EMAIL!
info@amoreamore.it

torna in testa alla pagina