la posta di amoreamore.it a cura di Eleonora
I consigli di Eleonora hanno risolto i vostri problemi? Fatecelo sapere!!!

pag.4


ciao, non ho niente di interessante da chiederti e niente di interessante da dire, forse è solo un modo per chiaccherare con qlc.
visto che che ho smesso la terapia da oltre un anno e adesso quasi anche gli antidepressivi.
Oggi piove e allora mi viene voglia di piangermi un po' addosso.
Mi sono sposata a 24 anni con un coetaneo conosciuto a casa di una amica 4 anni prima, è stato il mio primo ragazzo, era buono, bravo e piaceva ai miei genitori: meglio di così? Peccato che nel pieno di una carriera professionale e a 30 abbia conosciuto cosa vuol dire a qlc. ti amo (credo anzi sono sicura di non averlo mai detto a mio marito, divorziamo quest'anno) e la passione.
Lui era il mio responsabile, lascia moglie e figli, vive in casa mia per 4 mesi dopodichè lo mando via, perchè per 4 mesi non passa con me nè un sabato nè una domenica, deve vedere i figli, e non parla di separazione. Continuiamo tra alti e bassi a sentirci e frequentarci, ma nel frattempo io mi sono licenziata, non riuscivo malgrado analisi e farmaci a sopportare di tovarmelo davanti tutto il giorno, trovo solo lavori del cavolo, e decido di trasfermi nella mia città natale Padova
Adesso ho la mia casa, un lavoro che è lo stesso di prima (mi occupo di export nel settore alimentare) però si tratta di una azienda ancora sconosciuta, dove è tutto da fare e da costruire, mi pagano bene ma mi sento un po' persa. Si tratta di avere pazienza, è che il dente batte sempre dove la lingua duole, i pensieri sono sempre gli stessi e ruotano continuamente intorno a questi avvenimenti che mi hanno totalmente sconvolto la vita. Vado al cinema, a teatro, adoro leggere e viaggiare ma quando non puoi condividere con qualcuno questi interessi, sono solo una maniera per evadere e far passare il tempo in modo un po' più costruttivo, ma non riesco ad apprezzarli fino in fondo.
flavia'67
Datti tempo!! Di più!
E fai che questo tempo sia costruttivo per te, per riprendere le fila e per asciugare i tuoi mille pensieri.
Un anno può sembrare un mese e a volte 10 anni, lo sò.
Ma in realtà non esiste! Poichè il tempo lo scandiamo noi , con i nostri ritmi e i nostri interessi.
Non pensare in termini di tempo ma in termini di passione, ad esempio: è molto stimolante l'opportunità che hai nell'azienda in cui lavori. Dedicati a farla crescere e non pensare che non ti appartenga. Il tuo lavoro sei tu, che cresci, agisci e che ti misuri con te stessa.
Continua ad andare al cinema, a viaggiare ma godendo realmente delle emozioni che questi tuoi svaghi possono regalarti.
Tu sei unica, come ogni altro è unico e bisogna pensarsi e sentirsi tale.
Bisogna cercare per se stessi, prima che per gli altri, nuove e diverse emozioni.
Vedrai, quando sarai soddisfatta realmente della tua vita e ti accorgerai della meraviglia di essere, incontrerai l'altro unico, che sta intanto facendo il suo percorso, probabilmente per arrivare a te.
Un consiglio, apprezza la pioggia, che è acqua, e bagna la terra per assestarla meglio sotto i nostri piedi terrestri, ma non dimenticare di guardarla, con meraviglia e stupore, cadere dal cielo.
Il cielo, che ogni giorno ci dovrebbe lasciare attoniti e che ci raccoglie tutti uniti in questa grande magia che è la vita!
PS. : Se devi piangere con la pioggia... fallo per aiutarla ad assestare le cose.
Tanti baci nora

la qualità che ricerco in un uomo ? ma è ovvio :la bastardaggine . e così mi ritrovo a lasciare il mio eterno e primo vero fidanzato per uno strafigo che prima mi bombarda di messaggini e mi telefona alle ore più assurde, poi, dopo una serata di bacini e carezze e confidenze sulla nostra vita dall'asilo a ora gradualmente è arrivato a una media di 0'5 messaggi al
giorno.e se lo incontro casualmente per strada mi dice che è felice di vedermi e che dobbiamo assolutamente parlare.... e tutto in una settimana....sono un caso patologico????? ah, dimenticavo ,il guastafeste è americano, VORRà dire qualcosa....?????? la paranoia sale !!!!!!!!!!
E' arrivata questa che non sapevo dove dovesse andare sul sito per cui l'ho messa qui!
Cosa dire?
L'unica risposta possibile credo sia: BAH!

Ciao Eleonora, ho letto la tua risposta alla mia mail (la saga dei milanesi 35enni-single-di sinistra, ecc.)... è un po' laconica, non trovi?
L'unione fa la forza quando trovi altri elementi a cui unirti, ma quando si vive in quasi-segregazione non è semplice. La solitudine uccide davvero, ne sono convinta. Spegne lentamente l'energia e la vitalità, anche in chi come me ha sempre pensato di averne "da vendere". Forse è solo un periodo così, forse invece è una crisi piu' profonda. Insomma sono arrivata a 35 anni e ho preso atto che la mia vita non mi piace per nulla. Mi annoio mortalmente. Faccio un lavoro che ormai detesto, in un ambiente totalmente patologico (seriamente: condivido l'ufficio con un ragazzo afflitto da una serie di manie e di ossessioni pesantissime, il quale
OVVIAMENTE non si rende conto di avere un problema grave), la mia vita sociale è ridotta al lumicino, le poche amicizie rimaste ormai mi annoiano, e non so davvero cosa fare. Non soffro di vittimismo, cara Nora. Ho fatto anni di militanza politica intensa, poi la politica mi ha deluso... e i compagni non accettano chi critica o chi pungola!! Mi hanno deluso anche i rapporti personali con i compagni, dai quali mi aspettavo una diversità nelle relazioni interpersonali non solo teorica... ma in realtà non ho visto poi grosse differenze rispetto agli "altri". La solidarietà ad esempio esiste solo nei gruppetti iperselezionati... Nel periodo della mia militanza ho avuto un incidente stradale piuttosto grave e sono rimasta immobilizzata a letto per vari mesi. Considera che vivo da sola e quindi mi hanno trasferito in ambulanza dall'ospedale a casa dei miei genitori (entrambi over 70 e con problemi di salute). Si è fatta viva solo un paio di volte una compagna che mi ha portato dei libri, per il resto erano tutti "impegnatissimi" nell'organizzazione di questo o di quello, dovendo oltretutto sostituirmi... Sono stata male per questo. Comunque, dopo questo sfogo... non so nemmeno cosa volevo dirti o chiederti .... Forse.. tu che vivi in un ambiente completamente diverso e certamente compatibile con la tua natura, come pensi che una persona che invece sta vivendo una vita totalmente fuori sintonia possa riprendere in mano la propria vita e dare finalmente una svolta?? A partire dal lavoro. Io sono arcistufa di dedicare il mio cervello al commercio di questo o quello. Non me ne frega nulla del commercio, odio i meccanismi di marketing subdolo e/o violento che utilizziamo per vendere... Cosa devo fare Nora? E gli uomini? Non mi mancano certamente i "fanciulli per una notte"... ma non mi basta! ho
voglia di innamorarmi, ma dal mio isolamento non è facile. E poi vivere cosi' male sta facendo inesorabilmente crollare la mia autostima, e cosi' si instaura un circolo vizioso per cui piu' mi svaluto piu' mi deprimo, piu' perdo energia, piu' mi sento impotente.... ecc. ecc.
Grazie per la sopportazione!!
Roberta
Ma cara Roberta così vuoi sentirti dire?
Da quello che leggo io capisco soltanto che a te non va tutto quello che ti capita e che ti gira intorno.
Allora cambia!
E' possibile, si può e ogni giorno ci sono un sacco di persone che lo fanno.
Adesso decidi cos'è più forte per te: la paura di cambiare o la noia mortale di restare per sempre invischiata in un sistema che non cambia e non cambierà mai finchè le persone come te restano lì ad aspettare che cambi e non fanno nulla per cambiarlo?
Il tuo lavoro ti fa schifo? cambialo!
le tue amicizie sono noiose? divertile!
gli uomini che vengono a letto con te non mancano? Godine!
E' vero io ho la fortuna di vivere in una situazione probabilmente migliore della tua ma vero è, che mi sono cercata un angolino dove poter trasmettere a qualcuno la mia gioia di vivere la vita e l'amore... ed è per questo che sono qui a risponderti volentieri, anzichè andare soltanto per campi a raccogliere fiori :-))))!
PS.: fino a 6 anni fa vivevo in una città che non mi piaceva, dove non avevo l'opportunità di svolgere il mio lavoro e con un fidanzato decennale che mi tradiva ogni tanto per noia...sua e probabilmente anche mia!
Adesso sono qua: ho una storia d'amore bellissima, faccio il lavoro che mi piace, e vivo la mia vita senza paura che cambi ma accompagnandola a cambiarmi sempre in meglio!!!
baci Nora
altro PS.: Al di là dell'ironia prova veramente a sentirti con quel ragazzo che vive nella tua città e che si annoia come te, magari...

Ciao Ele,
mi è caduto il mondo adosso e non riesco più a trovare la forza di guardare avanti.
Non sono una ragazzina, ho 38 anni e da 13 ho una storia d'amore bellissima, trasformata 9 anni fà in un matrimonio fantastico. Oggi mio marito mi ha "sputato" addosso un mondo di cativerie, mi ha detto di non essere in grado di portare avanti il peso di questa unione, di voler vivere da solo per il suo bene, mi ha fatto scrivere da un avvocato per ottenere la separazione.
Ieri sera mi ha detto che non mi ama più, mi vuole bene, ma non mi ama più.
Io invece lo amo come il primo giorno che l'ho visto, ho vissuto sempre per lui, pensando a lui e alle cose belle che facevamo insieme giorno dopo giorno. Pensa che a novembre aveva organizzato il rifacimento del nostro viaggio di nosse per il 10 anniversario, ossia settembre 2002. Io non vivo più, non dormo, non mangio e la notte non faccio che inzzuppare il cuscino, non ho più voglia di vivere.
Perchè devono accadere certe cose, perchè al mondo deve esistere chi non trova il grande amore e coloro che trovandolo poi si perdono, perchè?
Cara amica per capirci di più manca qualche tassello.
Da quel che mi scrivi vedo soltanto un uomo che "non sapeva come dirtelo" ed ha scelto il peggiore dei modi.
Già mi è capitato di scriverlo ma lo ripeto qui: io non credo sia possibile, vivere una storia e non accorgersi assolutamente che le cose non vadano per il verso giusto. Per cui per me è strano che tu non abbia in nessun modo notato prima che qualcosa si stava modificando piuttosto che lui all'improvviso...
Fosse soltanto per il fatto che si cresce e si cambia continuamente ed è quello che ci fa sentire vivi (purtroppo la maledetta paura dei cambiamenti la vince sempre!).
C'è una frase stupenda, non so di chi, che dice grosso modo così: "Se una persona riesce a star tranquilla, in una situazione di panico generale, vuol dire che non ha capito un cavolo!".
Ti sei mai chiesta o meglio hai mai chiesto a lui se gli andasse bene il tuo modo di amarlo? magari lui non sentiva che tu crescevi con lui, come lui, con la votra storia...
ma comunque anche questo forse non sarebbe servito...la verità che vince oggi, è quella dei suoi sentimenti che vanno comunque rispettati.
E poi adesso: a che scopo ti terresti vicino una persona che non prova più per te quel'amore che faceva la differenza? Non chiuderti e prosegui...davanti a te c'è tanto altro che che ti aspetta per crescere e cambiare ancora...per fortuna!
Ciao eleonora

Ciao Eleonora,
Ti scrivo ancora una volta perché trovo la tua rubrica molto simpatica e le tue risposte mi fanno sempre molto sorridere e …….riflettere.
Forse non hai avuto occasione di leggere la mia e-mail precedente e quindi perché le torture non finiscono mai tela ripropongo e ti aggiorno sull’evoluzione della storia!
Allora, il mio LUI credo che abbia preso un bella sbandata…..della serie “ L’ULTIMO BACIO” di MUCCINO e il suo comportamento così incostante posso solo attribuirlo a dei grandi sensi di colpa che lui prova nei mie confronti soprattutto per di mancanza di lealtà.
E bene si ! Ho voluto credere che fossero i problemi dati dai cambiamenti professionali a destabilizzare le sue certezze e invece è stata banalmente una ragazzina tutta acqua (CALDA) e sapone a mandarlo in crisi.
Secondo te, anche se dovesse tornare potrei mai fidarmi ancora di lui ? E considerando che ora vive in un’altra città come potrei riuscire a portare avanti un rapporto a distanza se manca la fiducia!
Cara Eleonora! Sono delusa! Credo proprio di aver sopravalutato un uomo che forse non merita un grande amore o forse non è ancora pronto per capirlo.
Mi farebbe piacere sentire il tuo parere se puoi e naturalmente se ti va !
Ciao e a presto. Giulia
Vorrei avere la bacchetta magica per lenire il dolore di tutti gli amanti che restano soli con il proprio amore da donare poiché “dall’altra parte qualcosa è cambiato!”.
Non credo esista una ragione piuttosto che un’alta per far finire un amore…quando finisce è così…bisogna saperlo accettare, lasciare libera l’altra persona di scegliere comunque il meglio per sé e provare assolutamente a non coltivare sentimenti di rabbia verso una persona che non prova più certi sentimenti per noi.
Ma io credo anche nell’amore che “ritorna” e nelle persone che si confondono, che cambiano idea…
D’altronde l’amore non è coerente poiché non ragiona con la testa.
Se si riuscisse in coppia a vivere serenamente anche quei momenti piu down (che ci sono e non per questo vuol dire che tutto vada in rovina) io credo che non tutti scaperebbero per forza con qualcun altro.
Magari il tuo lui non ha qualcun'altro ma soltanto se stesso adesso da amare.
Approfittane: cerca in questo periodo di pensare anche tu di più a te.
La coppia è fatta da due persone che esistono comunque, singolarmente, e che magicamente s’incontrano quando ne hanno voglia e mai perché devono. Rispetta per prima i suoi momenti no, accettali comunque e vedrai che sarà anche per te più bello amare e sentirsi amati da una persona libera di farlo.
Tanti baci Nora
PS: Perdonami per non aver risposto alla tua prima lettera ma non credo di averla mai ricevuta.

Ciao..
..ma perchè tanti casini in amore?
..sto attraversando un periodo particolarmente incasinato...
..ho molti corteggiatori....
...ragazzi che si fanno vivi dopo anni, ragazzi per i quali un tempo avrei dato tutto e adesso che si fanno vivi..non mi importa più di tanto...e per quanto mi possa dare "soddisfazione", il fatto che siano interessati a me....mi incasinano ancor di + perchè a me alla fine forse non me ne frega + di tanto...
...strana la vita....è vero che è una ruota che gira....ma poi quando è girata ...le cose non sono più come prima...
....cosa ne pensi della frase di mia mamma a proposito di uomini e del mio eventuale uomo della vita (se esiste)..."non ti preoccupare il tuo è li e non te lo tocca nessuno!"...
..vorrei tanto che fosse così....e poi è vero che quando meno te lo aspetti trac...ti innamori...
...vorrei tanto innamorarmi nel vero senso della parola....
...pensi che esista l'anima gemella per ciascuno???
baci da una incasinata!!! ciao
Ma che bella la tua mamma!
Mio marito, quando gli dico che non ha fatto molta fatica per "avermi" mi risponde invece che ci ha messo ben 46 anni per prepararsi ad incontrarmi. Se la si vede così è veramente molto bello e romantico.
Ma nel momento in cui vivi, ovviamente tu non lo sai dove stai andando e chi incontrerai. Chi ti farà sorridere, piangere, innamorare. E non sai neanche come, quando e soprattutto il perchè!
La magia della vita è purtroppo considerata poco ed è invece una molla stupenda che ti riesce a coinvolgere in modo assoluto se soltanto tu ci credi.
Credici, esiste, ed è quello che adesso ti ha portato fin qua, viva e sana, con la voglia di amare e di essere amata e con una mamma molto positiva..che fa la differenza!
Intanto che aspetti... viviti tutto quello che sei ora, cercando di divertirti e di provare stupore per quello che ti circonda.

ciao Nora
PS: casini?!?!?!

Non pubblico la lettera poiché mi è stato richiesto, ma soltanto la risposta.
In poche parole la mittente, racconta, insoddisfatta, della sua storia che va avanti da cinque anni con questo ragazzo che pare pretenda soltanto senza dare, (almeno questo è quello che si evince dalla lettera) e lei comunque non è più tanto innamorata e addirittura ha avuto una storia con un'altro che le ha dato moltissimo ed è sicura che tanti potrebbero darle più di quanto non le da il suo attuale ragazzo. Lei vorebbe lasciarlo ma non ha il coraggio! Vuole un mio consiglio!
Eccolo: trova il coraggio e lascialo!
ciao Nora

Ciao Nora, sono il 31 enne sul genere "riservato" (ma dentro un leone, ogni tanto): ecco com'e` andata con la bella 26 enne...
E` andata che PER DESTINO ci siamo incontrati tutti e tre, due giorni prima dell'anno nuovo: io, lei ed il suo ex, a casa di lei, con lui che si e` comportato immaturamente, lei che lo proteggeva maternamente ed io che mi chiedevo cosa ci faccio li!
Dopodiche` non e` stato difficile scegliere: BASTA (Piu` che altro non mi piace essere preso per il culo.)
Ogni tanto e` invece difficile ricordarmi del cosa e del perche` delle scelte fatte. Cioe`: la rivedo spesso, ed ogni volta e` attrazione!
Cio` mi fa male, perche` non posso/non voglio andare oltre, ma sento che lei non sarebbe capace di gestire una storia, ed andare avanti sarebbe peggio.
Per cui preferisco stare un po' male quando la vedo (cioe` dopo che la vedo, perche` e` dopo che risento meglio le sensazioni, nel "mentre la incontro" purtroppo devo stare molto attento a non cedere ai suoi silenziosi richiami, non hai idea di quanto siano forti!) che molto male se mi faccio coinvolgere di piu`.
Epilogo: sabato siamo con un gruppo di amici a ballare, lei piu` sensuale che mai (tipo Lara Croft, quella del film), che mi guarda, mi sta vicino, e` premurosa e gentile. Poi io ad un certo punto la prendo per mano e la invito a ballare (con la testa piena di "lascia perdere, lascia perdere", gli ormoni che mi dicono "vai, vai, vai", il cuore non so, di sicuro non
stava bene). Lei non ha variato il suo copione, dopo un po', come al solito, mi saluta e se ne va.
Io ora non so. Sento che lei e` una di quelle persone speciali, che non ce ne sono molte nella vita, per cui (che sia anima gemella, o istinto, o che altro), lei MI PIACE TANTO TANTO! Pero` non mi va di mettere a repentaglio il mio cuore per una persona che poi non mi rispetta. Esagero?
Non mi va di "dare le perle ai porci", per usare un espressione biblica, e questo e` un messaggio che vorrei dare a tante persone che ti scrivono!
Mi pare che tante volte ci facciamo i "sogni senza l'oste", cioe` immaginiamo tutto, anche per l'altro/altra. Mentre bisognerebbe prima VERIFICARE chi e` che abbiamo davanti (perlomeno prima di stare MALE, vedere se ne vale la PENA). Poi secondo me, e` difficile volere bene ad uno/una (e dargli/darle cio` di cui lui/lei ha bisogno) perche` spesso siamo NOI ad avere bisogno dell'altra persona. E quindi e` amore o e` bisogno? Io so solo che le volte che mi capita di stare bene con qualcuno dell'altro sesso, e di sentirmi bene senza l'urgenza del sesso, e` la volta buona che potrebbe funzionare (e che di norma poi ha funzionato, perlomeno all'inizio).
Nella mia vita ora c'e` meno passione, ma anche meno dolore, c'e` piu` tranquillita`, e incontro persone nuove, e anche donne e ragazze nuove.
Non c'e` nessuna passione, pero` (e tu hai capito che io ne avrei voglia)! Quindi mi dedico ad altro (e ti assicuro che di cose da fare ce n'e`!), e per il cuore rimango in ascolto... dice sempre di avere fiducia, di credere in me, di non avere paura e di non avere fretta...
Ultima cosa: complimenti per le risposte! Vorrei diventare saggio anch'io, con l'eta`; mi piace la tua calma, di fronte ai problemi del cuore.
Saluti ne grazie! T.
PS. Ma qual e` il segreto dell'amore che tu dici di conoscere, "quello vero. Quello che ti fa vivere in coppia, in tripla e in doppia coppia"?

Uno dei segreti è abbandonare la paura, lasciarsi andare e prendere quello che di buono ci può essere.
Se di buono non ce n'é...provare a dire abracadabra!?!?!?!

PS: Attenzione... Sei prossimo alla saggezza...io ho 32 anni!...33 a giugno

Ciao Ele ho 33 anni sto uscendo dalla mia vita matrimoniale dopo 9 anni di cui 7 fantastici e gli altri 2 insipidi. Sono arrivato a esplodere in un giorno, iniziavo a rendermi conto che non era l'amore che volevo " meglio tardi ch mai". La colpa non è di mia moglie e che forse in me è ritornato il ragazzo di prima coccolone e tanta volgia di farsi amare ed essere amato.
Ho dichiarato tutto a mia moglie e nel frattempo in qualche modo mi sono legato ad una ragazza di 27 anni , lo so ,tutto troppo presto tutto in fretta, ma fa parte del mio carattere . Nel giro di 3 mesi ad oggi abbiamo gia firmato la separazione, non le ho detto niente dell'altra perche pensavo fosse una cosa cosi " passegera" e quindi negavo ogni suo sospetto. Ma la cosa è andata avanti, fino a che mi ha scoperto. A quel punto inutile negare mi sono comportato come in tribunale TUTTA LA VERITA' NIENT'ALTRO CHE LA VERTIA'. La cosa che mi affligge e questa nuova ragazza, mi sta confondendo le idee in una maniera tremenda. Eravamo felici e consapevoli di quello che stavamo facendo ma con l'opzione che io mi sono assunto tutte le mie responsabilità verso mia moglie, ma qualcosa è andato storto. Un bel giorno la mia futura ex si e fatta prendere dal orgoglio dalla rabbia ed è andata a fare una scenata non alla mia nuova compagna ma ai genitori dicendo cose che per due genitori fa molto male.
Da quel giorno e successo di tutto di più. La mia compagna si è allontanate da me in maniera fulminea e la mia reazione e stata brutta verso la mia ex. Preferivamo che una cosa del genere succedesse o a me o (M) la mia compagna. Ma che non andavano in mezzo i genitori. Giustamente M ha dovuto dire delle bugie per risanare un po le cosa a casa ma, ormai vive nel terrore perche potrebbe risuccedere anche se parlando con la mia ex abbiamo chiarito questi inconvenienti.
M mi ha tagliato fuori non potendola aiutare in nessuno modo allora tu dirai ma M ti ama ? Ti spiego un po il ns. rapporto e poi vorrei che mi dessi un consiglio e che mi aiutassi per sono confuso e arrabbiato dentro. Premetto che ho una grande ammirazione per la mia ex per il suo comportamento. Questa e la settimana che io mi sto trasferendo da casa mia e per adesso mi appoggio dai miei. Allora da dove inizio, a Novembre del 2001 un iniziava ad esserci qualcosa fra noi ma senza dare importanza forse non essendo più innamorato di mia moglie P il mio cuore iniziava subito a farsi avanti per colmare sentimenti che mi mancavano e questa ragazza che gia conoscevo da circa 8 mesi non mi ha mai trasmesso nulla di nulla, poi piano piano iniziava ad esserci una complicità, un affinita che ci ha travolto in pieno, io l'ho iniziata a corteggiare con tutti i mezzi possibili , rose , pupazzetti , lettere , frasi insomma goccia dopo goccia e nata in noi un sentimento profondo, con la cosa che lei sapeva che io non provavo più niente verso P . E che lei all'inzio diceva sempre che era sbagliato ma purtroppo la cosa
è andata avanti. Abbiamo passato un capodanno fantastico facendo l'amore per tutto il pomeriggio non provavo una sensazione cosi da anni. Ma la nostra non è solo una storia di sesso è qualcosa di profondo e complicato almeno lo è diventato. Arrivo al nocciolo premetto che tutti sanno tutto amici e non. Da quando è successo che P ha fatto la sceneggiata ai suoi si e rotto tutto. Lei non è più serena e cosi ha deciso di troncare dicendomi che questo non era il momento giusto per
continuare, perche se risuccedesse una situazione del genere lei non soppoterebbe.
Non ci siamo visti per una settimana anzi le cosa sono cadute in basso con messaggini sms abbiamo superato ogni limite, ed io in molti momenti ho messo da parte l'orgolgio in me per non dare sfogo alla cattiveria e poi chi sa che altro. Ho provato anche a fermarla ma lei mi ripeteva sempre che dovevo uscire dalla sua vita e che la devo lasciare in pace.
Insomma non più raggiungibili ma io vedevo che nei suoi occhi che quello he mi diceva non era vero. Allora ho preso posiszione e le ho chiesti di uscire insieme per forza perche dovevamo chiarici una volta per tutte. Bene cosi è stato. Siamo usciti e lei mi ha fatto un discorso che non fa una piega, dicendomi che non era questo il momento giusto e che lei non poteva vivere con l'ansia di contiunuare a dire bugie in famiglia , poi una volta che io ho sistemto le cose se ne poteva riparlare.
Io volevo sentrimi dire che lei mi voleva non me l' detto ma me lo ha dimostrato a un certo punto della serata ci siamo abbracciati lei e scoppiata a piangere e poi ci siamo baciati. Così è finita la serata. Ma la cosa che mi ha buttato fuori da ogni schema e che ( Ele penso di essere proprio innammorato di brutto) due giorni dopo le ho mandato un sms dicendogli che se gli andava farsi una passeggiata sulla spiaggia con me , e lei mi risponde " pensavo di essere stata chiara me lo hai
detto anche tu". Ma quello che mi ha indotto a sciverti e l'ultimo sms e con questo ultimo io la lascero in pace. Ieri la vedo sul posto di lavoro e la vedevo un po giù e cosi verso lel 22.00 le ho inviato un sms dicendo " Oggi ti ho visto un po' giù, tutto bene?" La sua risposta è stata la seguente " Va tutto bene ma se mi lasci in pace va meglio."
Questo e tutto. Ti prego aiutami dammi dei consigli perche non so proprio più che pensare e che fare , la confusione è in me.
Anticipatamente ringrazio Te Eleonora e a Voi dello staff
Una caloroso saluto...... Enzo

Risposta poco zen:
Per le donne che si ingrippano sui particolari: "cara non ti amo più!" oppure "cara sono confuso!"...me lo dite voi che cavolo di differenza fa il modo in cui ve lo dice? Lui non è più innamorato e lo dice a modo suo, lo dice, lo fa capire, è addirittura già innamorato di un'altra e voi.....Quando una storia è finita....E' FINITA!
"Cazzo!!! (quando ci vuole ci vuole!!!) queste ex mogli sono proprio una iettatura!!! Spesso lo sono in maniera autonoma poiché sono stronze e basta, a volte lo sono perché non tutti gli ex mariti chiariscono da subito il fatto che loro comunque sia, non hanno alcun diritto di entrare nelle nuove situazioni. A dire il vero, non vedo perché uno sia obbligato a dire tutta la verità ....ad una persona (a meno che non ci sia rimasto un reale rapporto di amicizia) con la quale, di comune accordo (nel migliore dei casi), o anche solo perchè la storia è finita da una parte (nel peggiore dei casi) ci si è lasciati.
Insomma la tua nuova storia era tua e lei (la tua exmoglie) mai avrebbe dovuto fare ciò che ha fatto.
Non c'è motivo di comportarsi di merda quando si sta insieme figurati dopo che la storia è finita!
Il rispetto ci deve essere comunque e soprattutto se si è stati insieme tanto tempo.
Non amo la violenza ma certo che alla tua exmoglie qualche pugno... Per non parlare di quanto ti costerà, economicamente parlando, dovertela tenere comunque buona perché non si senta pronta a farti qualche altra stronzata... mi dispiace! preparati!
Scusa lo sfogo ma tutto questo fa tanto male ed è così diffuso che spesso questo genere di donna mi fa vergognare di esserlo anch'io!
Ma guardiamo avanti, cercando di ritrovare la via dello zen: la tua nuova compagna, dolce e innamorata... finché non ha sopportato più l'invadenza di una persona (prima silenziosa e poi addirittura violenta e scortese) che per nessuna ragione doveva subire. Peccato non poterla far ragionare sul fatto che il dramma vero non è il suo ma purtroppo il tuo.
Ma magari la verità è un'altra e noi non la sappiamo. Per il tuo bene le chiederei di essere più chiara e ti consiglierei di non dare per scontato i suoi sentimenti. Nel senso che, se ti ama ancora, lascia che sia lei stessa a dirtelo, e tu parlale dei tuoi sentimenti e basta, senza cercare di farle pesare nulla.
Anche lei d'altronde ha diritto di fare più chiarezza nel suo cuore e magari è realmente rimasta scioccata.
Oppure, come può senz'altro accadere, visto che non sa con chi sfogare la sua rabbia (non ha modo di picchiare la tua ex moglie) lo fa allontanando te, che comunque volente o nolente l'hai messa in una situazione così imbarazzante! Immagino che tu ti sia già scusato per il comportamento della tua exmoglie, ma forse non basta, lo shock è stato troppo forte.
Mi auguro che tutto vada per il meglio e che i maschietti traggano vantaggio da questa mia, per un eventuale storia analoga, ricordatevi: "cara non ti amo più!" così anche la ex più stupida si sente lasciata in maniera degna e magari non avanza pretese!
baci Nora
PS Ti ringrazio anche a nome dello staff, visto che sarei comunque io!

Ciao carissima, sono qui per dirti che non sò più che fare. Ho dovuto essere vittima di una separazione matrimoniale, ormai sono quasi 3 anni che lei se nè andata, ed io sono piombato nella solitudine più assoluta. Non ho amici, non ho nessuno, praticamente vivo tra casa e lavoro senza la voglia di fare nulla. Anche per una questione economica mi sono creato una specie di mondo mio tra le 4 mura domestiche. Si cè internet, ma questo non ha dato i frutti sperati. Ho conosciuto 1 ragazza tempo fà, abitiamo in 2 città diverse e non vicinissime e ci siamo innamorati nonostante la notevole differenza di età, ci siamo incontrati e ci siamo amati. Ora per colpa anche del mio lavoro, l'ho trascurata abbastanza, ma sopratutto per motivi economici, e così lasciandola sola, ha trovato nuovo interesse per 1 altra persona dicendo di non provare più sentimenti per me e che non avverte la mia mancanza. Io però nonostante le volte che mi ha fatto soffrire l'ho sempre perdonata, ma lei sembra proprio avvolta nell'indifferenza più totale. Se la lascio perdere sò che l'altra storia continuerà, stò cercando di evitarlo ma qsiasi cosa io faccia mi sembra del tutto inutile. Sono disperato e non sò più cosa devo fare. Devo ritornare nella mia solitudine? non ce la faccio più!
Beh! inanzitutto se hai i soldi per pagarti la connessione non dovresti proprio farti così preoccupazione del fatto che comunque non ne hai molti.
D'altronde, a cosa ti servono i soldi nel caso in cui incontri qualcuno che ti piace?
Se pensi alla solita storia dove poi lui è obbligato a portarla in giro, pagandole la cena o se pensi, peggio che mai, ai regalini di Natale e San Valentino da scambiarsi per forza...allora caro mio meglio per te non averne di più per poi doverli spendere in cavolate!!!
Le attenzioni più care che si possono donare alla persona amata non hanno mai (almeno non dovrebbero!) un valore economico. Il fatto di sentirsi amati e di avere la possibilità di amare è già di per se la cosa più cara che possa essere. Un valore inestimabile.
Per cui non precluderti una storia per nessun motivo del genere, non ha senso.
Certo che il fatto di essere obbligati a lavorare per guadagnarsi da vivere porta via tempo ma é anche vero che è così per tutti e ti dirò che anche chi potrebbe dedicarsi di più all'amore quasi mai lo fa e non per problemi certo di danaro ma sicuramente per un risparmio di energie fisiche e mentali ulteriori.
Parrà assurdo ma l'essere umano maschio (e oramai anche tante donne!) preferisce stramazzarsi al suolo soddisfatto di aver lavorato come un cane (...che poi i cani lavorano?) piuttosto che stramazzarsi al suolo dopo essersi fatto una bella scopata o semplicemente una bella passeggiata con la propria donna.
In ultimo se lei ha incontrato qualcun'altro é sicuramente perché così doveva essere e averla persa non ha alcuna attinenza con la tua impossibilità di offirle di più anche perché se fosse così....meglio perderla che trovarla!!!!
Esci e sorridi di più , e ti accorgerai che anche con mille lire (50 cent) in tasca si può essere ricchi.
ciao Nora

ciao, mi chiamo Adele e ho 14 anni. 2 giorni fa mi ha lasciato il mio ragazzo: Michele, con il quale sono stata 1 mese (circa). Mi ha lasciata perchè dice che siamo diversi e che secondo lui litigheremo spesso. Eppure stavamo molto bene insieme.....! Mi ha detto che come adesso è finita un giorno può ricominciare e quello che ti volevo chiedere è se lui torna da me come mi devo comportare? Gli do un'altra possibilità oppure no? Io gli voglio un mondo di bene però mi ha anche fatto soffrire tantissimo perchè, prima che ci lasciassimo, aveva detto ad un mio amico che si era stancato e mi voleva lasciare. Allora io per orgoglio l'ho fatto prima io, ma lui ha telefonato dicendo che quello che aveva detto era tutto uno scherzo e io l'ho perdonato....credendo che la situazione potesse cambiare invece....dopo 2 giorni mi ha lasciata! :o ( Mi ha chiesto di rimanere buoni amici e di sentirci ma ancora non mi ha telefonato, forse è solo questione di tempo! Per favore è urgentissimo.....!!! xxx' 87
Cara Adele...il da farsi in ogni occasione è comunque sempre quello che ci si sente di fare.
Per intanto lui ha fatto una scelta che va rispettata (il fatto che per te le cose andassero bene non significa che valesse lo stesso anche per lui). Se e quando tornerà non è un problema che ti puoi porre adesso visto che non hai davanti la persona che magari scoprirà di amarti ancora e di voler tornare con te...per cui non ha senso pensarci. Adesso (purtroppo o per fortuna) hai il tempo per pensare a te stessa e proteggerti da quello che ti fa soffrire!
Rifletti, ciò che conta non sono i modi ... (d'altronde pare che non c' é uomo, a detta di una donna, che sia mai stato capace di lasciare la compagna in maniera sensibile....ma forse.... vero è che ci piacerebbe non ci lasciassero mai, se siamo innamorate!!!!!) ....se dovevate lasciarvi....
L'orgoglio tiralo fuori quando c'è mancanza di rispetto e nel tuo caso non l'ho individuato! ciao Eleonora

ciao eleonora
ho letto una frase nella rubrica "quello che gli uomini non dovrebbero fare" che riassume bene parte della mia specie di storia di amicizia affettuosa che ho vissuto (ma sto ancora vivendo in qualche modo): la frase è "ho paura che ti innamori di me!".
So bene che nessuna storia è semplice, e quindi so bene di non essere un caso particolare, ma questa storia mi fa stare così male che sento lanecessità di parlarne con una persona "terza" che possa consigliarmi in maniera lucida. è successo che ho perso la testa (infatuazione o innamoramento, non lo so) per un mio amico, che è il migliore amico del mio ex, che vive a 250 km da dove sto io e che vedo non più di 2-3 volte l'anno. ci sentiamo per telefono, ci scriviamo, è una persona intelligente e con cui stavo molto bene. è successo che questa estate ci siamo frequentati più del solito (e in circostanze particolari, come ilG8 di Genova) e si è creata una certa intimità (di confidarsi delle cose).
E' successo che lui nei mesi di agosto/settembre/ottobre mi cercava con una certa regolarità per vederci (in realtà la sua era sempre la proposta:perchè non mi vieni a trovare a Milano?), io ero consapevole del fatto che si era creata una certa tensione erotica e fisica tra di noi, per cui ero sicura di piacergli molto (anche perchè mi faceva dei complimenti che mi lusingavano e che sentivo sinceri, non per intortarmi) ed avevo paura di quello che sarebbe potuto succedere per le delusioni e ferite precedenti ecc... ma alla fine ho deciso e mi sono buttata.
Ok cena da lui, film da lui, serata di granda chiacchiere, verso le 4 di mattina decidiamo di andare a dormire (nello stesso letto perchè ne ha solo uno, cosa già fatta altre volte), e li mentre stiamo ancora parlando (siamo molto celebrali tutti edue!!) inizia ad accarezzarmi...la schiena, i capelli...io ancora non ci credo che in qualche modo lui sia attratto da me, penso solo che abbia voglia di coccole, a volte tra amici succede...ma poi iniziamo a baciarci e tutto va avanti per un bel pezzo (ma la percezione del tempo scompare, sono entrata in una specie di sogno, forse sto sognando) e nel più bello lui si alza, io penso che magari sta per prendere un preservativo, e invece mi dice che non possiamo continuare...io gli chiedo perchè e lui farfugliando mi dice che questa cosa complicherebbe le cose tra di noi, che sta vivendo delle storie (?non una capisci, ma già lì sento che è un incubo) con altre tipe, che sono innamorate di lui e le ha fatte/le sta facendo stare male...e non vuole che questo succeda anche con me, non voglio che tu ti innamori di me (forse il mio errore era stato quello di dirgli che mi piaceva molto, e che ero sorpresa ma felice di quello che stava succedendo tra noi, come risposta lui mi aveva detto che anche a lui piaceva...si che gli piaceva non che gli piacevo, già dirmi che gli piacevo era forse sentimentalmente compromettente per lui!!!)...insomma io li per li mi sono sentita ferita e presa per il culo, ma l'orgoglio questo maledetto, non volevo assolutamente mostrarmi debole e che stavo male per lui, gran pezzo di merda...per cui gli ho fatto capire che secondo me era un presuntuoso a credere che fossi innamorata di lui, che l'unica cosa che volevo era stare bene con lui il tempo che stavamo assieme, che era la prima volta che sentivo parlare di sensi di colpa seza aver scopato prima ecc...ho cercato la scappatoia dell'ironia, anche perchè non volevo dargli quella che sentivo in fondo una specie di soddisfazione per lui, di avermi sedotta.
La mattina dopo ci svegliamo (non ricordo se abbiamo dormito o continuato a parlare!) e permane questa intimità bella e dolce fatta di sguardi e baci e carezze, colazione al bar lui che mi abbraccia, che mi tiene per mano che mi bacia in stazione..io che gli dico ti aspetto a Padova e lui che non mi risponde...
sono passati più di 3 mesi e lui a parte un paio di telefonate di risposta a un mio cercarlo non l'ho più visto...è cambiato tutto, e la sensazione più amara è che lui (a parte una telefonata dopo 3 giorni da quella notte assieme, che a distanza di tempo mi è sembrata una tipica telefonata di chi non vuole essere accusato di passare la notte con te e di non chiamarti per una settimana!) prima mi cercava e ora non lo fa più..e sinceramente io non capisco perchè.
Se(secondo la sua logica) non abbiamo fatto l'amore perchè questo avrebbe rovinato la nostra amicizia, perchè dopo quella notte non è stato più come prima, e la nostra amicizia è sciupata invece di fortificarsi?
Io ho cercato di analizzare questa storia sotto più punti di vista, e il punto è: fare finta che non sia successo niente e continuare a vivere i futuri sviluppi se mai ci saranno con una certa serenità o troncare tutto? lui ha paura di vivere una storia con me ho semplicemente non gli interessa viverla, e non sa come dirmelo? (mi ha pure detto che si è un pò spaventato del fatto che io lo avessi baciato con una passione insolita, secondo lui).
So che la mia lettera è molto lunga, ma ti sarei molto grata se mi potessi descrivere il tuo punto di vista. bacioni stefania

Inanzitutto io non credo che siano le storie a non essere semplici ma le persone.
Veniamo al dunque: che tu gli abbia detto o fatto capire che ti piaceva non cambia le cose, magari lui avrebbe reagito più tardi ma sempre allo stesso modo (a meno che facendo l'amore non fosse scattato un qualcosa...ma...se...bah bah).
Bella la scappatoia...per lui però! Purtroppo non hai pensato a fartene una per te. Occhio con questi "giochini", non sempre vanno a buon fine. Comunque sia, lui, con il suo atteggiamento di distacco, resta coerente a ciò che ti disse quella sera. Sei tu invece che non puoi esserlo poiché in quel momento decidesti di mentirgli...ed é molto probabile che lui l'abbia capito!
Forza adesso, devi solo mandar giù questo ossesionante rimpianto e quando sarai pronta veramente a ricevere da lui soltanto un sentimento di amicizia sarà facile! Tante tante belle cose, Eleonora

Cara Nora, mi chiamo Federica, e... nn t'impaurire... ma sono lesbica!!!!!! Nella mia classe c'è una ragazza, Katia, che mi piace moltissimo: mi sono proprio innamorata di lei! Ma purtroppo, nn ho capito come la pensa lei: una volta mi aveva invitata a casa sua, e s'è messa a parlare di cose davvero strane: sesso tra ragazze e tra ragazzi, ma gay. Nn capivo cosa intendeva dire, ma sai, mi fissava con uno sguardo talmente... sexy...! Come se le piacessi davvero! Pochi giorni fa, invece, ho scoperto che un ragazzo dell'altra sezione le stava parlando, accarezzandole la faccia, poi, insomma, si sono baciati! Con un bacio (sulle labbra) che è durato 3 minuti, poi si sono abbassati buttandosi a terra, poi... HO VISTO LEI che s'è tolta la maglia, permettendo a lui di toccarle le... ciccie! Dài, le tette!!! E io che credevo di piacerle, almeno un po'!!! Cosa faccio? Insomma, attualmente nn so se lei sta con lui, ma... mi pare che nn c'è da chiederselo dopo ciò che ho visto!!!! Ma lei è la mia più grande disperazione! Come faccio senza di lei? Nn faccio proprio!! Aiutami tu!! CIAO, Fede.
Paura? e di che? Ho molte amiche lesbiche, amiche vere! per cui... Quello che mi spaventa piuttosto è che, al giorno d'oggi, accadano certe scene (come quella che hai visto tu) nei corridoi delle scuole. Per carità nulla di male ma quando andavo io a scuola non ci facevano neanche chiacchierare con quelli delle altre sezioni!!!
Bando alle ciance e veniamo a noi. Il fatto che lei frequenti un ragazzo, lo sai bene, non significa per forza che le piacciano soltanto gli uomini. Ma è anche vero, che il fatto che lei parli di gay e di sesso, non significa che sia lesbica. Insomma, io da qui non riesco ovviamente a chiarire la situazione.
Non ti resta altro che parlarle. Lo so...poi magari lei va a dire tutto agli altri e ti crea uno di quei casini...
Allora, magari
, non dirle di te, prima che lei ti parli delle sue storie. Potresti iniziare a raccontarle che l'hai vista spogliarsi a scuola e per cui ti ha sorpreso, così magari inizierà a raccontarti qualcosa ed è allora che potrai cercare di capirci meglio, conoscendola!
PS: Il tuo problema è sicuramente uguale a quello di un eterosessuale che ama di nascosto qualcuno...se la persona amata non corrisponde...non c'é trippa per gatti...e neanche per gay! :-))))))))))) ciao Eleonora

Ciao! Ho letto il messaggio del 36enne milanese, single, affatto sfigato ... non mononeuronico e di
sinistra, e mi sono sentita coinvolta! Io non so se è la frenesia di Milano a non permettere alle persone di incontrarsi... il fatto è che quando sei (come me) 35enne, single, affatto sfigata, buone esperienze sentimentali, molti interessi e di sinistra .... ti chiedi "beh? ma dove stanno i miei simili?". E' molto piu' semplice la vita per chi non ha queste caratteristiche... Voglio dire, i posti che noi - milanesi di sinistra - frequentiamo, sono paradossalmente l'opposto del concetto di socializzazione... Prova ad andara al Leonka a vedere un concerto o solo x bere qualcosa e dimmi con quante persone ti sei relazionata quando esci! (il Leonka è solo un esempio, non è che se vai in un altro centro sociale o culturale, o al cinema o a teatro, le cose cambino...!)
Io mi annoio. La quotidianità mi fa mancare l'aria. Mi sento come un pesce rosso caduto dalla sua vaschetta... Vorrei conoscere persone "vive", non piatte, non banali, non superficiali. Vorrei incontrare qualcuno che riesca a stimolarmi intelletualmente..... e non intendo solo un partner... ma dove si nascondono???
Un abbraccio. Roby
...Intanto siete già in due!
L'unione fa la forza!!!

 


PER PUBBLICARE LA TUA MANDAMI UN EMAIL!
info@amoreamore.it

torna in testa alla pagina