la posta di amoreamore.it a cura di Eleonora
I consigli di Eleonora hanno risolto i vostri problemi? Fatecelo sapere!!!

pag.6


ciao
esco con un ragazzo dopo una delusione d'amore...insomma mi devo ancora riprendere dalla delusione praticamente, con l'altro (la delusione) era passione, era sesso,...con questo..si ci sto bene...mi corteggia...mi chiama amore....e pretende..pretende che anche lui sia il mio amore...sono il tuo amore? mi chiede e a me dispiace..ma non mi viene di chiamarlo amore, non mi viene proprio..e gliel'ho detto, che in questo periodo della mia vita è così, lui addirittura vuole conoscere mia mamma! ale!! e mia mamma che mi chiede che ruolo ha questo ragazzo nella mia vita..se è una cosa importante...(mi vorrebbe già vedere sposata con prole in pratica)...e la mia confusione si fa sempre + confusione...anche i sensi di colpa (mia mamma mi fa sentire come già col piede in una fossa) per di più mi viene spontaneo giocare con altri...con messaggini niente di più...aiutami a capire.....non so....mi sembra dopo un po' di relazioni, che io sono attratta da due tipi di uomini....con alcuni , con i quali risulto più presa, più "innamorata", più gelosa..+ felice/triste ...cmq + coinvolta, sto sotto, nel senso che ho + paura che finisca (relazione che definisco malata)e poi alla fine finisce, con altri sono io la + forte, posso fare tutto o quasi quello che voglio che sono loro a stare sotto di me ...ed io risulto meno coinvolta...non gelosa...in cerca come di qualcosaltro .....la domanda è...SONO NORMALE?
non ci capisco + niente.....baci
Sei normale! Anzi sei talmente normale che hai pure una mamma normale.
Di lei intanto non mi preoccuperei visto che i genitori pare abbiano questo ruolo qui (assegnatogli chissà da chi), e va bè ...poco male!
Per te invece, avrei da suggerirti qualcosa: lascia questo tipo e aspetta di incontrarne un'altro che però, per carità, non dovrà essere quello che ti fa soffrire o ingelosire, ma dovrà essere quello giusto, che tu amerai alla pari di quanto ti amerà lui e sarete contenti tanto da sentirvi speciali e unici al mondo.
baciotti Eleonora

ciao Eleonora sono Caterina , volevo chiderti un consiglio.. sono sposata da 5 anni e due anni fa è morto mio figlio da allora io non mi sono più data pace.. mentre mio marito se ne è fatto ( forse giustamente) un ragione... così il nostro dialogo è andato progressivamente scomparendo.. ho iniziato circa due mesi fa a chattare con un ragazzo e con lui stranamente mi è tornata la voglia di sorridere e di vivere.. ci sentiamo telefonicamente tutti i giorni e credo che sia nato qualcosa di straordinario.. adesso non so come fare io vorrei mollare tutto e stare con questo fantastico ragazzo... ma mi dispiace per i miei genitori che credono molto in me...ti prego un consiglio.... ciao....credi sia giusto che io incontri questo ragazzo?
E tu mi chiedi se è giusto che tu sia felice? Certo che sì!!!
E qualunque genitore dovrebbe essere felice della gioia e la serenità (nel tuo caso miracolosamente ritrovata) dei propri
figli. Non scendere a compromessi proprio tu che sai che la vita può essere breve e per cui quello che conta è decidere il meglio per noi stessi...nonostante tutto!
In bocca al lupo...nel migliore dei sensi
baci Eleonora

CIAO ELEONORA IO SONO ZAIK E HO UNA BELLA STORIA DA RACCONTARE ANCHE PERCHE HO TEMPO E DEVO SMALTIRE 8 ORE DI FUSO ORARIO E PERTANTO STANOTTE LA TIRO IN BIANCO O QUASI.
VENIAMO AL DUNQUE:
HO 30 ANNI VIVO CON I MIEI (FIGLIO UNICO) FAMIGLIA STRANA,MIA MADRE CON PASSATO DA ALCOLISTA E MOLTRO ALTRO,MIO PADRE TROPPO IMPEGNATO A GIOCARE A CARTE PER PREOCCUPARSENE.
E IO?
IO STO CERCANDO DI USCIRE DA DIVERSI ANNI DI DOLORI E STO RIPRENDENDO LA MIA VITA IN MANO CERCANDO DI DARLE UN SENSO. IL MIO PRIMO GRANDE AMORE L' HO PERSO IN UN INCIDENTE D' AUTO, INCINTA DI TRE SETTIMANE, MORTA BRUCIATA(FORSE) NON LO SAPRO MAI. IO SONO RIUSCITO A SCENDERE PERCHE NON AVEVO LE CINTURE (TANTE VOLTE AVREI VOLUTO PORTARLE ANCH'IO)
HO PASSATO 3 ANNI DI INCUBI CON LA SCENA DAVANTI AL MIO LETTO. E NE SONO USCITO ABBASTANZA BENE,GRAZIE A MIO CUGINO CHE DOPO 2 ANNI MI HA LASCIATO,IN UN ALTRO INCIDENTE, RIMANDANDOMI INDIETRO DI 5 ANNI.
SONO RITORNATO A GALLA 3 ANNI FA DOPO AVER PERSO GLI ATRI DUE MIGLIORI AMICI CHE AVEVO (INDOVINA PER COSA?)....
DICO CHE SE LA FORTUNA E CIECA LA SFIGA CI VEDE MOLTO BENE. COMUNQUE L' ULTIMA STORIA,CHE VERAMENTE MI HA BUTTATO A TERRA,E' STATA CON NATI;VERO NOME NATALLIA,BELLISSIMA UN ANGIOLETTO BIONDO CON GLI OCCHI GRIGI.
UN GIORNO E' PARTITA PER ANDARE DAI SUOI 2 MESI E MI HA DETTO:NON TI PREOCCUPARE TORNERO' DA TE PER OTTOBRE. DOPO 15 GORNI MI TELEFONA E MI FA: E' DA UN PO CHE HO LA NAUSEA MI SA CHE.....COSI HO FATTO IL TEST E.....SI,CIAO PAPA' FINALMENTE UN PO DI FELICITA' MI DIRAI E INVECE ANCHE STAVOLTA IL DESTINO CI METTE LA SUA. DOPO UN MESE NATI SPARISCE,HA ABORTITO ED E' TORNATA IN POLONIA DAL SUO EX. ED IO QUA A FARMI LE SEGHE MENTALI SU COME SAREBBE STATO BELLO INSIEME E SU COSA HO SBAGLIATO. NONOSTANTE TUTTO STO ANCORA BENE,NO HO PIU' LA GIOIA DI VIVERE CHE AVEVO UN TEMPO,PERO' MI AIUTA PENSARE CHE INFONDO (TANTO INFONDO)C'E' SEMPRE QUALCUNO CHE STA PEGGIO DI ME E MI RISERVO COMUNQUE,QUANDO ANDRO' A TROVARE QUEL TIPO LA',SI QUELLO CHE STA SU IN ALTO ,CHE TUTTI PREGANO,CHE NON ASPETTA ALTRO CHE MI BUTTI GIU DA UN PONTE (ED A CUI NON DARO' MAI QUESTA SODDISFAZIONE) DI DIRGLIENE QUATTRO.
PERCHE' ALMENO LE DISGRAZIE POTEVA DISTRIBUIRLE MEGLIO INVECE DI RIFILARLE SEMPRE AL SOTTOSCRITTO.ORA TI CHIEDO IO UN CONSIGLIO:PURTROPPO OGNI VOLTA CHE TENTO DI CONOSCERE QUALCHE RAGAZZA MI BLOCCO,NON RIESCO A FARMI AVANTI,POI QUANDO LA CONOSCO NON HO PROBLEMI.E' SOLO INIZIALMENTE,SONO ANCHE UN PO FREDDINO,MA CON IL TANTRA COMPENSO ABBASTANZA ;FORSE SARA' PERCHE HO UN BEL CARICO NON SO,MA E' SOLO CON LE RAGAZZE E SOLO INIZIALMENTE.PER IL RESTO SONO UNO SCHICCIASASSI HO TIRATO SU DAL FALLIMENTO 3 DITTE,CHIUDO DI MEDIA IL 75 PER CENTO DEI CONTRATTI E NEL LAVORO SONO OK.
SOLO QUEL PROBLEMA LI',CHE UNITO ALLA CARENZA DI AMICI,MI LASCIA SOLO FUORI DAL LAVORO;ANCHE SE COMPENSO CON LO SNOW,IL DELTAPLANO E LA MOTO.POCHI COMUNQUE QUELLI CHE MI SEGUONO,FORSE PERCHE HANNO FIFA.
IO INVECE NO,SO CHE IN QUALSIASI MOMENTO PUOI SPARIRE TANTO VALE SPASSARSELA IN TEMPO.
ORA VORREI DARE UN CONSIGLIO A QUELL'AMICA CHE HA PERSO CARLO E CHE E' STATA IN TANTI POSTI:STAI SBAGLIANDO TUTTO,NON E' IN GIRO PER IL MONDO CHE DEVI ANDARE,MA DENTRO DI TE.
E' LI CHE TROVERAI LE RISPOSTE A CIO CHE CERCHI DEVI SOLO SAPERLE CERCARE.
NON POTRAI MAI SCAPPARE DA TE STESSA NEMMENO SE VAI IN ANTARTIDE,TI DEVI AFFRONTARE,NON E' FACILE E NESSUNO TI PUO' VERAMENTE AIUTARE.DEVI PRENDERE I RICORDI E LEVARCI IL SOGGETTIVO,E' PASSATO E TU NON SEI PIU' LI,TU SEI NEL PRESENTE E QUINDI NON TI RIGUARDA PIU'.
TIENI I RICORDI PIU' BELLI E BUTTA TUTTO IL RESTO FOTO COMPRESE FAI UN BEL FUOCO(DIO QUANTO MI E' COSTATO) E BRUCIA TUTTO CIO CHE HAI,POI RICOMINCIA DA ZERO AMICI COMPRESI.
PIANGERAI,PIANGERAI ANCORA MOLTO MA POI STARAI MEGLIO.
PER ME ALMENO E STATO COSI',RESTERAI UN PO' FREDDA NEI SENTIMENTI,POI,FORSE CON IL TEMPO,PASSERA' ANCHE QUESTO.
MA QUESTO NON TE LO SO DIRE,NON CI SONO ANCORA PASSATO.
NOTTE ORA SONO LE TRE E CERCO DI DORMIRE.
P.S SCUSATE LA PUNTEGGIATURA MA NON HO CAZZI DI METTERCELA
La tua lettera ce l'ho sul mio hard disk da ormai un mese. Sinceramente mi hai stordito con tutta questa catastrofe che ti è capitata (mai avrei immaginato che una sola persona potesse vivere tutto ciò.... e in più hai soltanto 30 anni).
Adesso mi chiedi un consiglio... proprio tu che te la sei sempre cavata...e hai avuto la forza di rinnovarti ogni volta e di provare amore per il genere umano e per la vita nonostante tutto...beh...! Immagino sì, che a questo punto ti sia rotto di dovertela sbrigare sempre da solo e sarai stufo anche solo di arrovellarti dietro al minimo "problema"...e ti do pienamente ragione...ma forse tu conosci meglio di me cosa significa trovare un rimedio, una soluzione per rendersi migliori e migliorarsi il mondo che ci circonda.
Forse sto blaterando ma ho fatto fatica a risponderti per cui, ti prego, prendi per buono quello che riesco a dirti, grazie!!!!
Eleonora

Cara Eleonora,
una mia amica ti ha scritto e tu le hai risposto subito: ci provo anch'io: un parere femminile mi aiuterà senz'altro: la mia nuova ragazza, che amo da impazzire, ha avuto, mi ha confessato, almeno 50 ragazzi, sai, tra discoteca e vacanze al mare etc. Adesso vuole solo me, e io le credo, viviamo insieme da poche settimane e siamo felici; ma io non riesco a non pensare che, come bacia me, ha baciato tanti altri e, come desidera me, ha desiderato tanti altri; e se anche cerco di convincermi che è diverso quello che può provare per me, non riesco a dimenticare che tanti ha avuto, e toccato, e tanti l'hanno avuta, e toccata... mi disprezzo, sarà un residuo di gelosia meridionale, ma sto male sul serio, certe volte: non pensare male di me, non è morale, è un problema solo mio, lei è una dea...
Tuo Mau
Mio marito avrà avuto almeno mille donne ma alla fine mi ha incontrata e di questo io gioisco. Ora tocca a me e me la godo!
Approfitta adesso che sei tu il suo amore, il pozzo dei suoi baci e dei suoi desideri, domani potrebbe essere tra le braccia di un'altro e tu ti dovrai vivere anche il rimorso di non aver dedicato i tuoi pensieri unicamente all'amore.
ciao

cara eleonora, ti scrivo per farmi dare 1 mano dato ke non ci capisco più niente della mia (se vogliamo chiamarla cosi) vita! allora tutto cominciò6mesi fa, kuando venni a sapere ke il ragazzo ke tante ragazze ritenevano fighissimo, mi veniva dietro. non provavo niente per lui, manco l'orgolglio di 1 perfetta amicizia. pero non potevo fare finta di nulla, perche era lui, lui e basta. tutte le mie amiche erano GELOSSISIME, e da kuel giorno soffro come non ha mai sofferto nessuno....mi prendevano tutte in giro...man mano, pero, io e kuesto tipo iniziammo a conoscerci meglio, e io a conoscere meglio me stessa...riuscendo a chiedere al mio kuore se, alla fine, lui mi piaceva o meno. proprio oggi mi ha chiesto di mettermi con lui. la mia migliore amica e venuta a saperlo e c'è 1 storia anche tra loro 2...secondo me se mi mettessi con lui sarei masochista, MA PER LUI LO SAREI ANCHE VOLENTIERI...non so se mi piace lui o il nostro rapporto, e kuesto ke non riesco proprio a capire. aiutami ti prego, tvtbene by luna
Cara Luna e come faccio a saperlo io?
Tesoro, tra l'altro, non ho mica capito perchè ti fai tanti problemi! Intuisco che tu ti metteresti con lui perchè se non lo facessi le tue amiche ti riterebbero una stupida. Beh, se è così, in questo caso l'atteggiamento stupido è il loro. Ma cosa credono che poi tu lo porti alle feste e glielo lasci toccare un pò per amicizia? Lasciale perdere, io sarei più contenta se una mia amica si mettesse con qualcuno per amore e non perchè ha l'occasione di mettersi con il più figo! tu non devi dimostrare niente a nessuno, devi soltanto viverti i tuoi sentimenti.
PS e poi.... se lui intanto sta già con una tua amica....credo basti!
ciao

Cara?????????????
stasera sono un po' giù...mi devono venire...puoi fare una magia per me?
mi fai innamorare???? che sia la mia voglia di esserlo che nn me lo fa essere?...mi chiedo e allora mi dico...stai calma....cerco di applicare la teoria alla pratica...calma....cio' che nn succede in un anno succede in un minuto....calma...ciò che deve essere sarà....calma....quando lo sarai ti sembreranno lontani questi momenti....anzi passati....calma....c'è una bellissima frase che ho letto su riza..."lascia che le cose accadano come capita: alla fine si metteranno a posto da sole. Non hai bisogno di essere proteso verso il futuro, sarà lui a venire spontaneamente da te"..infatti perchè questa voglia di tutto e subito!! perchè queste insofferenze??? nn sarebbe meglio rilassarsi e cercare di vivere il presente per quello che ti offre? si, a volte riesco bene a farlo a volte i mille pensieri che si agitano nella mia testolina me lo impediscono....è che vedo mille coppie attorno a me che stanno bene innamorate ....con figli....che bello...mi piacerebbe..ma sono un po' incasinata..nn mi sento presa da una persona a tal punto e vorrei esserlo...............ok puo' bastare...acnhe perchè , si mi sfogo, ma non si conclude niente così, nn si possono forzare i tempi ..far accadere cose che arriveranno un giorno naturalmente.......(l'importante è crederci e sdrammatizzare!!!).........hai mai passato periodi di insofferenza tipo questa??? baci baci grazie
Tu "ti" ripeti di esser calma ma in realtà non lo sei...ed è questo il punto!
Quando realmente avrai raggiunto la serenità che si può provare anche a star da soli, allora sarai pronta a viverti ciò che il futuro ti riserva, in compagnia di qualcun'altro.
Pensa a te adesso, da sola, libera e indipendente.
Innamorati di te prima che di ogni altro!
mi chiedi se ho mai passato un periodo così? Ricordo vagamente di quando al primo anno di liceo mi sarebbe piaciuto avere una storia d'amore, ed avevo anche adocchiato un possibile pretendente (che in realtà da me non pretendeva niente!), ma il ricordo di allora va più forte a tutte le storie d'amicizia che avevo, agli anni bellissimi di scuola e a me, buffa e deliziosa che mi vivevo il batticuore anche soltanto per sfizio!
Goditela!!!!

Carissima, ma quanta fretta hai di avere una mia risposta come se questa ti servisse di sicuro a risolvere la tua situazione. Scusa ma prima non ho potuto anche perchè ho diecimila lavori da svolgere!
Mi chiedi di non pubblicare la lettera ed io lo faccio ma comunque la mia risposta sarà breve.
Allora: voi eravate amici, tantissimo, prima che lui si mettesse con una delle tue amiche. Come dici tu "ovviamente lei adesso la odi" e con lui non fai che litigare....e ti chiedi il perchè?
Ti faccio io una domanda: perchè lui dovrebbe riuscire ad esserti amico come prima se tu non hai accettato il fatto che sia innamorato di un'altra? Non puoi pretendere sincera amicizia se non sei tu la prima ad offrirla.
Per cui la situazione che vivi è l'esatta conseguenza del tuo comportamento...certo se lui si fosse innamorato di te sarebbe stato meglio ma la realtà non è questa...accettalo e quando sarai pronta offri la tua amicizia a lui con il sorriso di una volta e vedrai che ne sarà più che contento!
baci Nora

Questa è l'ultima richiesta che accetto di non pubblicare la lettera, anche perchè mi piacerebbe che qualcuno si riconoscesse nelle altre storie e si ritrovi già una risposta. Posso omettere i nomi propri, delle città, mettere qualche puntino sospensivo ogni tanto ma vi prego non chiedetemi troppo poichè questa rubrica se la gestisco così, può avere un senso, altrimenti apro un banchetto al centro di Perugia e faccio consulenza privata...a pagamento! :-)))).
Allora: tu sei andata ad un appuntamento con lui, in compagnia di amici e non è andata come speravi perchè non siete riusciti a star soli un attimo...ma perchè cavolo non ci sei andata da sola?
Scusa ma questa è l'unica cosa che mi è venuta in mente leggendo la tua lettera!
baci Nora

Salve, sono in questo sito da cinque minuti, non so come ci sono arrivato, ma mi va di scrivere. Gradirei se pubblicasse solo la risposta, visto che la mia ragazza potrebbe visitare il sito e visto il periodo non vorrei aggiungere particolari alle discussioni. Arrivo alla mia "storia": mi chiamo...e da due sto con una ragazza. Ci siamo conosciuti per caso, abbiamo fatto passeggiate e chiacchierate da 6 ore per la spiaggia e dopo quasi un mese ci siamo dati il primo bacio. Direi un colpo di fulmine per tutt'e due. Dopo tre-quattro mesi, nei quali l'attrazione fisica è stata "fermata" più da me che da lei, abbiamo fatto l'amore. Dopo quasi un anno, lei diventò improvvisamente fredda, mi disse che io mi comportavo diversamente con lei da come mi comportavo con gli altri, che con lei mi "rammollivo". Io (che faccio molta autocritica prima di criticare gli altri, anche se sembra vanitoso detto così) le risposi che anche lei si comportava diversamente con me che con gli altri: "L'unica cosa che mi dispiace è che siamo l'uno la conseguenza dell'altro", le dissi. E così ci lasciammo. Io stavo per partire dopo pochi giorni quando mi telefonò per dirmi che le mancavo, così ci siamo rivisti e tutto è stato più bello di prima. Un rapporto da favola, romanticissimo, pieno di magie che stupivano tutt'e due. Fino al mese scorso, quando ha preso una "pausa di riflessione". "Ti amo, ma non come vorrei amare una persona...", "...mi manchi, ma non come vorrei che mi mancassi...", ecc... ad un certo punto, visto che comunque sto facendo il militare e questa "pausa" è arrivata in periodo di esami universitari per tutt'e due, l'ho lasciata dicendole di chiarirsi le idee, con il tempo che le serviva ecc. Solita storia: dopo qualche giorno, mi richiama e torniamo insieme, mi chiede di comprarle un anello e io l'ho comprato senza pensarci, con la promessa che lei finalmente si sarebbe lasciata andare completamente, che si sarebbe fidata di me. Poi mi ha fatto promettere di smettere di fumare. Io ho smesso, un giorno in ritardo e lei si è incazzata terribilmente. Dal giorno non ci capisco più niente. Lei è come prima e dice che è fatta così. A me mancano certe attenzioni tipo un bacio in mezzo alla strada, o il sussurrarmi all'orecchio "voglio fare l'amore con te", anche se poi non si fa sesso o non mi bacia più tutto il giorno. Non ho l'esigenza di mille attenzioni. Lei mi dice che lei è dolce e che le danno ragione anche le amiche con le quali si confida, che io non troverei mai una ragazza simile a come la vorrei. A volte sembra quasi che mi convinca, però poi usciamo con coppie di amici e quando queste si baciano anche dentro un locale o si scambiano una dolcezza, io mi giro dall'altra parte geloso. E giuro che io ci ho provato in mille modi. L'ultima volta mi sono alzato in un locale da una tavolata di 20 persone (tutti amici con i quali non esiste imbarazzo, soprattutto da parte sua che li conosce da prima di me), e l'ho baciata. Lei mi ha fermato subito con una battuta "Sei ubriaco?". Ovviamente le sue scusa non sono bastate a tirarmi su da questa infelicissima battuta, tant'è che la racconto ancora. Sembrano cavolate, ma sono tutti esempi di come la situazione sia strana, invischiata. Ultimamente non mi bacia perché "dobbiamo andarci piano"... cacchio, mi fai comprare un regalo (che non le ho ancora dato) e poi "dobbiamo andarci piano"? Ovviamente non per l'anello di per sé, ma è un controsenso continuo. Una dice che ha paura, che non riesce a lasciarsi andare e poi ti accusa di essere troppo esigente e che è fatta così e non può cambiare, che la riempio di sensi di colpa quando io mi rattristisco a certe sue "battute" tipo quella di prima. Io sono innamoratissimo e credo lo sia anche lei, però veramente non so come comportarmi. L'ultima settimana abbiamo dormito insieme, l'ho fatta ridere, abbiamo discusso di un esame che abbiamo dato, le ho fatto mille massaggi, è stata contenta tutto il tempo e poi mi ha dato dell'asfissiante. E non appena le dico di no ad una sua richiesta, non capisce i miei cambi d'umore e dice che così non può andare avanti. Io avrei tantissime "ipotesi" sul suo comportamento, ovviamente ho delle responsabilità anche io in questo. Però credo che mi stia dilungando troppo, e poi raccontarle così tante cose in poche righe risulta disordinato e poco efficace, ma ammetto che un pochino mi sono già sfogato. Mi farebbe molto piacere "sentire" (leggere) una sua opinione, poi casomai, con più calma e in un orario decente, le riscriverò in modo un pò più ordinato e conciso. Solo se mi risponderà... è una minaccia :P
Tanti saluti, un bacione. (non pubblichi il testo per piacere, grazie)
Mi dispiace ma non posso non pubblicare il testo e non ho il tempo per permettermi di rispondere privatamente alle e-mail che mi arrivano perciò ho tolto il tuo nome. Fidati, sono certa che non si capirà chi sei!
Ma comunque farebbe poco male alla tua ragazza leggere il tuo ragionevolissimo sconforto per rendersi conto di quanto possa essere fredda ed insensibile. Già!!!! questo è quello che ho colto dalla descrizione che fai di lei ed io con una così non ci starei neanche un minuto di più!
Quanto bello è dichiararsi innamorati e farlo vedere. la gente ha bisogno di vedere che c'è amore nel mondo. E deve gioire quando vede due innamorati baciarsi e deve prendere esempio da chi riesce a vivere con leggerezza la bellezza e lo stupore dell'amore. Per cui c'è bisogno di amori veri, di tanti baci e di tutto l'amore possibile per migliorare il mondo! tu lo meriti e anche chi ti sta attorno! Anch'io ho bisogno di vederti felice, credimi.
Il tuo prossimo amore sarà quello che ti piacerà in tutto e per tutto...questo puoi lasciarlo perdere.
Regala l'anello a tua madre oppure rivenditelo ma per carità... lei non lo capirebbe... non donarglielo!
tanti baci e chiediti più spesso:" ma chi me lo fa fare?"
Eleonora

CIAO ELEONORA, SONO QUI PER CHIEDERTI UN PARERE. CERCHERO' DI ESSERE SINTETICO, ALTRIMENTI NE VERREBBE FUORI UN "GUERRA E PACE". HO 46 ANNI, SPOSATO DA 15 CON DUE BIMBI MERAVIGLIOSI DI 10 E 12 ANNI.
LA SCORSA ESTATE MI SONO TROVATO SEPARATO SENZA UN PERCHE' CHIARO, NON MI DILUNGO SU QUESTO ASPETTO PERCHE' NON E' IMPORTANTE. CIRCA 11 ANNI FA PORTAVO LA PRIMOGENITA AL NIDO TUTTE LE MATTINE. LA SUA TATA ERA, ED E', UNA PERSONA SPLENDIDA, ANCHE SE CON UN LIEVE DIFETTO FISICO ALLE GAMBE ( A ME PIACE MOLTISSIMO COMUNQUE). LA MIA BIMBA ERA "SUPER" GIA' ALLORA E LA TATA SI INNAMORO' DI LEI PERDUTAMENTE.
OLTRE CHE COME TATA, LA CONOBBI ANCHE COME BABYSITTER A CASA E COME AMICA.
POI CI SIAMO UN PO' PERSI DI VISTA, CI SIAMO INCONTRATI UNA ESTATE DI CIRCA 3 O 4 ANNI FA, MI HA FATTO FESTA E MI HA DATO UN BACIONE CHE MI HA FATTO PERDERE LA TESTA PER 3 MESI!! NON ACCADDE NULLA PERCHE' SONO UN "FEDELE", AMAVO MIA MOGLIE E CI TENEVO ALLA MIA FAMIGLIA. COSI' SOTTERRAI QUELLO CHE ERA ESPLOSO E .... DIGERIIIIII.
NEL PRIMO TEMPO DA SEPARATO ERO QUASI INCAPACE DI NTENDERE E DI VOLERE, ANNEBBIATO, SMARRITO, VUOTO, ECCC.
MI VENNE IN MENTE DI TELEFONARLE PER PARLARNE UN PO' (DOPO DIVERSI ANNI CHE NON CI SENTIVAMO). LEI FU CARINISSIMA, OLTRE 1 ORA AL TELEFONO, E PER PRIMA COSA MI DISSE CHE ERA SINGLE PER SCELTA, CHE ERA USCITA DA UNA BRUTTA RELAZIONE E MI DISSE COSE SUE (NON RICHIESTE MA BELLE PER ME E BENE ACCOLTE A LIVELLO DI SINTONIA E CONFIDENZA, COME SE CI FOSSIMO VISTI IL GIORNO PRIMA); POI MI SPIEGO' COSE DI MIA MOGLIE CHE MAI AVREI SOSPETTATO (MALESSERI, SCONTENTEZZA VAGA, TRISTEZZA, ECC. ) (E' PSICOLOGA E MOLTO BRAVA), MA QUESTO NON IMPORTA POI MOLTO. RIMANEMMO CHE CI SAREMMO VISTI PER UN CAFFE'. VISTO CHE TARDAVA LA RICHIAMAI: LA PRIMA VOLTA TERGIVERSO', LA SECONDA SI DIEDE MALATA E POI CONFESSO':
"... NON POSSO VEDERTI...". HO PROVATO, SEMPRE CON CORTESIA ED EDUCAZIONE AD INSISTERE, PERCHE' MI SI ERA RISVEGLIATO QUELLO CHE LEI AVEVA ACCESO IN ME ANNI FA. TELEFONATE, SMS, FIORI, LETTERA, INVITI... NULLA DA FARE.
NON MI HA MAI SPIEGATO, NONOSTANTE LO ABBIA CHIESTO SPECIFICATAMENTE, IL SIGNIFICATO DI "NON POSSO VEDERTI". CAPIREI UN NO, UN NON MI VA, IN SONO IMPEGNATA, O ALTRO, MA IL "NON POSSO VEDERTI" NON MI VA GIU'.
A ME PIACE MOLTO (ANCHE A PRESCINDERE DALLA MIA SEPARAZIONE) E SONO QUASI SICURO DI NON ESSERLE INDIFFERENTE. SECONDO TE COSA SIGNIFICA IL SUO NON POSSO, E COSA POSSO FARE IO???
CIAO

Vuoi proprio saperlo? Secondo me il suo "non posso" significa: " non voglio!". Ma se così non fosse...lei è l'unica che può darti una risposta!
ciao eleonora

cercherò di essere breve
sono separata da 3 anni da quello che credevo fosse l'amore della mia vita, pensando che non ci sarebbe stato mai più nessuno come lui lo scorso anno, a marzo, ho conosciuto casualmente un uomo (io 35-lui 40) del quale mi sono innamorata. abbiamo cose importanti in comune ed altre no. entrambi abbiamo provato emozioni dimenticate e che credevamo fossero ormai passate in particolare il sesso tra noi era davvero sublime ma ovviamente c'è un problema, o anche più di uno lui è fidanzato da anni (dopo il divorzio) con una donna che dall'inizio mi ha detto di non amare, ma a cui dice di voler bene, con la quale non vuole andare a vivere, e nonostante le richieste di lei, non vuole sposare.
Il secondo problema è che viviamo a 600 km di distanza, ma fino a novembre ci siamo visti praticamente ogni 2 settimane, e lui ha passato anche una settimana da me.
lui aveva pensato addirittura di chiedere il trasferimento nella mia città e venire a vivere da me.
da novembre non ci vediamo più, all'inizio perchè lui ha avuto problemi di lavoro e poi perchè mi ha detto che la cosa stava diventando seria per lui, e aveva paura di star male, come quando si è separato dalla moglie.
io non riesco a dimenticarlo ho conosciuto e frequentato altri uomini, ma nessuno è come lui non riesco più ad andare a letto con nessun altro e anche lui dice che fa l'amore in maniera svogliata e pensa sempre a me quando gli chiedo di rivederci mi dice che gli piacerebbe, ma non concretizza mai la cosa mi dice che vorrebbe fare un viaggio con me, ma realmente organizza senza di me. insomma, razionalmente mi rendo conto che dovrei dimenticarlo, pensare ad altro, pensare alla mia vita senza di lui, ma continuo a tornare a lui, a quanto mi manca, a quanto lo desidero
ti prego ele aiutami
Ma cavolo, anche tu che credi a lui che ti dice che vorrebbe ma...
Chi legge la mia rubrica ormai credo si sia fatto un' idea di come la penso in proposito. Perdonami ma non posso scrivere sempre la stessa cosa.
La risposta per te è già scritta.
Ma non voglio sembrarti così brusca e prima che tu ti legga le altre mie risposte , una cosina te la dico volentieri: "Quello che c'è... esiste! Tutto il resto è fantasia!" Sta a te adesso voler vivere sulla terra e godere dell'amore completamente oppure vivere nei tuoi pensieri e non renderti conto della realtà che scorre vivace e sempre piena di emozioni nuove! Quella fatta di persone da amare e che vogliono essere amate.
baci, baci sinceri, Nora

Ciao, non voglio rivelare la mia identità, questo deve essere chiaro!
scusa la mia freddezza, solo ho un serio problema sentimentale, e non voglio rovinare una splendida amicizia, praticamente c'è una ragazza per la quale ho perso la testa, e quando dico persa, intendo proprio questo, non riesco + a studiare, mangio poco, insomma, è la cosa centrale della mia vita quotidiana di questo periodo, solo c'è un problema che mi tormenta ancora di +, questa tipa piace al mio migliore amico che ha già avuto un approccio con lei, non voglio appunto rischiare di rovinare un'ottima amicizia che va avanti da anni per una cosa del genere, certo, lui ha detto più di una volta che non gli interessa + ma io non ne sono convinto, e non "posso" farmi avanti anche se c'è qualcosa dentro di me che mi spinge, ma mi trattengo anche dal parlarne per paura che la cosa possa scagliarsi contro di me, lei mi piace un casino...
...ma lui è il mio migliore amico, ti prego di aiutarmi con uno dei tuoi
miracolosi consigli, ti scongiuro, aiutami, per fortuna che c'è il vostro
fantastico sito!!!!Ti prego di non pubblicare questa e-mail, solo rispondimi
per favore, te ne sono grato.TI PREGO DI NON RIVELARE LA MIA IDENTITA'.
Perdonami ma, certa del fatto che la tua identità è nascostissima, devo pubblicare la tua lettera. Pensare di poter capire chi sei è praticamente impossibile e poi ripeto ancora per una volta, di storie ce ne sono milioni uguali ugualissime, cambiano le persone ma i problemi sono sempre gli stessi! E la tua storia l'ho già sentita!
Non ho capito perchè ti fai delle remore nel dichiararti alla tua amata quando il rischio di perdere qualcosa ce l'hai comunque.
Mi spiego: non parlo del tuo amico, che se ti ha detto che non è interessato io gli crederei!
Parlo della tua amicizia con lei. Anche se tu vivi questo sentimento così forte nascosto, rischi di non riuscire ad essere più spontaneo per cui la tua "amicizia" è già fortemente compromessa. Io mi libererei del tutto da questo peso lasciando che siano le magie della vita ad agire e non i mille pensieri paranoici che uno arriva a farsi inevitabilmente quando è così perso d'amore. Non nasconderti più. Lei apprezzerà la tua sincerità? Non lo so! Dovrà poi probabilmente avere tempo per riflettere e riorganizzare i suoi sentimenti, ma l'importante e che tu non ti aspetti nulla e ti aspetti di tutto.
Ma almeno le cose saranno chiare!!!
ciao eleonora

March 12, 2002
Cara Eleonora,
io e M. siamo insieme da tre mesi e mezzo.All'inzio ero un po' spaventata dalla sua forte passione e dalle sue intenzioni per il futuro...(vedi matrimonio).
Poi io mi sono scoperta innamoratissima di quest'uomo meraviglioso che è M. (nonostante stia affrontando serie crisi "d'identità", infatti vuole cambiare lavoro, stile di vita ecc..)e, nel momento stesso in cui ho capito che potevo stare solo con lui, M. si è tirato indietro, è incerto sui suoi sentimenti nonostante continui a ripetermi che la nostra non è una storiella.
Non voglio lasciarlo, anche se mi mancano molto i piccoli gesti affettuosi e il fatto che non facciamo più l'amore perchè ha paura che mi legherebbe ancora di più a lui, mentre io vorrei vivermi questa storia a 360° così come vorrò vivere il dolore quando sarà tutto finto.
Grazie per lo sfogo, spero che mi risponderai.
un abbraccio
marilena
Sarò sincera! Se già dopo tre mesi e mezzo si è arrivati a questo punto...lascia stare. Ho già parlato di queste "crisi d'identità" tipiche degli uomini...lui, evidentemente, non è innamorato e piuttosto che dirtelo chiaramente...ti rigira il solito frittatone!
Cara mia e care tutte quelle che ci vogliono credere, ma chi ve lo fa fare di cercare amore da chi non ne ha per voi?
E poi scusami ma fare l'amore è fondamentale per dirsi "ti amo" che non si può proprio farne a meno!
Baci, e mi raccomando allontana da te l'idea di volerti vivere a pieno il dolore che verrà...non ti servirebbe a un cavolo!
ciao Eleonora

10/03/2002
Ciao Eleonora,
sono un ragazzo di 25 anni e sono uno studente; io sto alquanto male per una ragazza che porta il tuo stesso nome!
il problema però è che io questa ragazza l'ho conosciuta via internet e l'ho vista solo in una foto che mi ha spedito per posta tradizionale.
quando penso a come abbia fatto ad affezionarmmi a lei, non trovo risposta, ma è cosi e non posso far nulla; il problema è che lei è stracarica di problemi e me ne parla sempre quando passiamo ore ed ore al telefono (devo pagare 150 euro di boletta...e solo per sett-ott!!). io le dico sempre che le voglio bene e che farei qualsiasi cosa per lei, ma lei mi dice sempre "non lo so"...sembra alquanto confusa nonostante io mi sia sempre comportato con tanta sincerità nei suoi confronti e che ho cercato di trasmetterle.
l'ho invitata a venire su da me perchè voglio farla distrarre un pò dalla triste quotidianità che deve sopportare e voglio insegnarle il mio modo di vivere e di pensare, ed io le dico esattamente quello che ti sto scrivendo, però la sua limitazione stava nel lavoro che le impediva di spostarsi per troppo tempo.....ora il Fato ha voluto che lei sia in procinto di licenziarsi e le ho ancora una volta offerto questo invito chiarendole che il mio obiettivo è quello di farla star bene perchè renderebbe felice anche me. L'altra sera l'ho chiamata per via di questo licenziamento e lei mi ha detto che vorrebbe venire da me ed incontrarmi per la prima volta finalmente, ma che è bloccata, dice, per via forse delle brutte esperienze che ha avuto in passato con le persone.....è confusa, ed ormai però da troppo tempo; son 5 mesi che va avanti la storia in questo modo tra noi due!
io non so più che fare, le mando spesso poesie di Coelho, frasi che penso, parole che ho trovato anche sul tuo sito al fine di farle vedere il mondo in un'ottica diversa, ma siamo sempre punto e a capo, con questo "non lo so" che si presenta sempre avanti!
cosa devo fare?
io vorrei farla felice, perchè dentro me sento che posso riuscirci visto che lei comunque sente il bisogno di dirmi dei suoi problemi e della sua vita e mi chiede della mia.
le ho detto anche che la distanza si può ridurre soprattutto ora che non ha più il lavor e può spostarsi e venire a stare un pò da me per poi vedere che succede, ma lei mi dice che non lo sa e che non se la sente di pensare troppo al futuro.
ho letto questa frase, ed essa rispecchia esattamente quello che ho cercato di dirti in questa email; la frase recita cosi:"Di solito quello che chiamiamo amore non è vero amore. Chiediamo, pretendiamo.
L'amore ordinario è una specie di accattonaggio: "Dammi di più, dammi di più!
L'amore vero dice: "Prendi da me, prendi da me di più".
Quando l'amore dà, è vero; quando ambisce ad ottenere, è falso.
E quando l'amore dà, irradia, pulsa".....è questo quello che sento per la mia Eleonora!
poi ho un problemuccio e cioè che io non ho mai avuto una fidanzata ed ho fatto l'amore solo una volta nella mia vita, e questo mi rende alquanto complessato, credimi, ma non credo di essere brutto, perchè comunque le ragazze si accorgono di me e con gli amici sono molto disinvolto ed estroverso e qualche volta ho dovuto anche dire bugie con loro pentendomene molto oggi!
sarà questo che mi ha portato ad innamorarmi di una voce e di una fotografia? (premetto che le parole d'amore che le ho detto, gliele ho dette anche prima di vederla in foto, perchè sentivo in me una vocina che mi diceva di fare quello che sentivo dentro e basta).
ora tornando alla mia Eleonora, mia cara Nora, ti prego dimmi cosa ne pensi della mia situazione e dammi qualche consiglio buono.
dovrei lasciar perdere tutto?
perchè, se non ne vuol sapere di me, continua a chiamarmi o mandarmi mess. qualora non lo facessi io?
perchè passa ore al telefono con me e mi racconta della sua vita?
perchè?....ce ne sarebbero tanti altri di perchè, ma forse te hai già compreso la situazione e non c'è bisogno di aggiungere altri perchè.
ti ringrazio molto!
Lei ha un gran bisogno di te, di quello che le stai dando ma non di quello che le daresti...per cui non stupirti se ti cerca (almeno per telefono).
Purtroppo tu sei coinvolto in modo differente in questa storia e non c'è nulla purtroppo che tu possa dirle adesso, perchè lei si coinvolga nello stesso modo.
Mi dispiace ma dovresti distrarti un'attimo da questa storia, prova a gettare la sua fotografia! Vedilo come un gesto scaramantico che ti sleghi dall'idea, che ti sei fatto di questa persona. Prova a rincontrarla a riscoprirla e a godere anche solo di ciò che ti dà in questo momento. Comunque anche per te è prezioso poterla sentire,parlare con lei e magari ascoltarla. Prendi questo di buono e poi lascia che sia il tempo a decidere cosa sarà di voi...se non ne hai voglia, allora vorrà dire che sei già sulla buona strada che ti porterà ad altri lidi.
tanti baci Eleonora (io!)
PS: a proposito di frasi: l'amore è tutto se questo "tutto" è amore!

10/03/2002
Cara Nora, son sempre mi, ... Direi che stasera mi gira proprio male, ma vengo al sodo: che fare quando la persona con cui sei stata 10 anni fa, per 5 anni, dai 17 ai 23, ti manca ancora da morire? O meglio, che fare quando dessa persona ti ha lasciato un vuoto incolmabile, 'incommensurabile' - per usare un aggettivo che proprio lui usava per definire il suo amore per me -, e che ogni tanto ritorna, e che sempre, dico sempre, mi impedisce di rapportarmi agli altri, soprattutto agli uomini? Non sono seghe psicanalitiche, ho già provato a pensare che il problema fosse in me, ma davvero poi scopro che è lui a mancarmi, solo lui. Vivo di rimorsi, e di gioie vissute insieme, e di ricordi dolorosi, e la mia vita va in frantumi, e piango, piango, piango. Ho il terrore del futuro. Ho il terrore che la mia depressione peggiori, che mi porti chissà dove, ormai ho paura di cose ben peggiori della morte, e non so come difendermi. Non riesco a fare materialmente un benedetto cazzo, scusa il termine, sono sempre più mezza-invalida-fisica, sempre più paperina, instabile e sorda, e con l'età, si sa, si peggiora sempre un po', e io peggioro, eccome. In più divento a poco a poco anche invalida mentale. Questo sento. Ho solo trent'anni, ma ricordo quel vigore mentale della mia faticosissima infanzia e dei miei soffertissimi 15, e poi 20 anni, 25, etc. con la stessa lontananza di un'ottantenne. In più ho i problemi di tutti i trentenni di oggi, che non sono pochi. Come tutti i trentenni, ho due genitori che per me si fanno in quattro, dai quali non riesco a staccarmi, adorabili. Ma non saranno eterni, e proprio pensando a questo ho imparato abbastanza bene a vivere, ma ho paura di non reggere, anche perchè sono già crollata più volte. Ci sono stati loro, e mia sorella, a sostenermi, e io ho fatto lo stesso quando ce ne è stato bisogno per loro, uno alla volta, ma mi chiedo... bo, non lo so, mi chiedo, perchè Carlo che non c'è più mi manca così tanto, ancora, e perchè mi manca a volte anche Michael, che invece è ancora vivo ma per motivi diversi non lo vedo - nè lo voglio vedere!!! - e mi manca Carlo, Carlo, Carlo?!?!?! Mi mancano forse i miei 20 anni? E' tutto qui? Strano, perchè sono stati degli anni schifosissimi, lo giuro.
Avrei voglia di un uovo alla coque, ma non me lo faccio perchè sono pigra, e soprattutto perchè sto crollando dal sonno, e so che se vado a nanna con l'uovo sullo stomaco, poi faccio i sogni brutti.
Così mi mangio le arachidi dell'Alitalia. Che mi vanno tra i denti. La cocacola, la sigaretta, il posacenere verde, il Cuveé du Patron. La penna con l'elefantino, ricordi, deliri. Dove ho preso questa penna? All'estero sicuramente. Mi ricorda un paese freddo, questa penna, o forse il contrario, Amalfi, un albergo. Sì, l'ho comperata nel negozio di un albergo. L'avrò presa qua a Roma in una qualche cartoleria, no, non vado mai in cartoleria, non vado mai da nesuna parte. Ora mi sovviene. L'ho presa all'Acquario di Genova. La penna penzola dal cordoncino attaccato al calendario. E poi una penna dell'Hilton di Vienna, e un'altra del Bedford di Bruxelles. Il palazzo Reale. Ci vado a Bruxelles martedì? Non credo. Eppure vorrei andarci; mio padre. Sarebbe l'ultima volta. Deliro. Meglio che vado a nanna. E in quale continente sceglierò di andare in vacanza? Un viaggio, tanti, tantissimi viaggi, mai goduti, mai respirati. Pianto, pianto scrosciante come quello che mi provocò quella sonata di Beethoven. Alfred Brendel. Claudio Abbado. Mia nonna, le rondini di settembre sopra il casale. Zia Bettina, mai conosciuta, mia sorella ha avuto la fortuna di conoscerla, una delle fortune più grandi al mondo. Viterbo. La scuola di musica e il casale. Manfred. Maria Callas. Ma. Matti. Mamma italiana. Bionda. EMME. Michael, biondo. Nonno, biondo, mai conosciuto. Tutti biondi. Li cerco. I 45 giri spariti, rubati. La maestra, ancora amica di mamma. 'Star system'. Mio Dio, my God. Rocca Antica, Ravello, gli strapiombi, le luci lontane, Maratea, Werlstadt, le visite, Besucherlaubnis stampato su carta ecologica, 'permesso di visita', il carcere come un albergo, che schifo, le violette nei vasi sui tavolini, le tendine di pizzo, Soenst, Unna, la provincia di Dortmund. Non merita. Olso, Cape North, le luci interrotte del cielo. Helsinski. Reykjavik. Non merita. Il gelo. L'Austria. New York, Joannesburg... Ne vuoi ancora? Zurigo, le dieresi sulle vocali. Le lacrime, mio Dio, quante, ogni cosa è lacrima. Voli pindarici; o voli pitagorici? Nei numeri e negli animali è tutta la forza di Dio, i numeri. Cavalli bianchi, cani, gatti, cavalli neri, polverone. Jack, ma era un nome francese, 'per un rivoluzionario francese' diceva mia sorella; quindi Jacques, non Jack. Chicca. Reneè. Il canile. I cani salvati per strada. Monica. Morosita. Cani, gatti, cavalli, e rondini, e uccellini che cinguettano e scacazzano. Complale naftalina, così uccelli no venile a spolcale sul tellazzo, ma io gli uccellini ce li voglio, sul terrazzo, li voglio che mi assordano e che volano via quando dico 'ohhh, basta un po'!!!', come Verdone allo zoo nel film Bianco Rosso e Verdone, e se non volete pulire la merda (tanta) sul 'tellazzo' non la pulite, 'sti cazzi, la lavo io, ci penso mì.
Perchè non mi sento all'altezza di niente e di nessuno? E perchè, al contrario, a volte anche la 'star internazionale' mi fa un baffo e ci piscio sopra?
Perchè non riesco a riempire il vuoto? Nonostante tante cose e tanti sforzi?
Un aborto, per assurdo, l'ho scordato in fretta. Dio, cosa ho detto, "un aborto dimenticato in fretta"! Sarà che devo scordarmi proprio di questo? Non credo, stavo così già prima. Un aborto, non ricordo neanche cosa vuol dire. Così come, quando Carlo morì, dopo poco mi scordai il significato della parola 'anima'. Una mia amica me lo spiegò pazientemente. E' come un'amnesia, come quando non ricordo la traduzione italiana di alcune parole o frasi tedesche o inglesi, o suomi, cioè, finlandese, pur essendo io italiana da più generazioni.
Ma queste son ciance.
'Il problema è in me', forse è davvero così. Che bello, eh? Eleonora, ti chiedo di aiutarmi a fare luce. Carlo ogni tanto torna a mancarmi e a farmi piangere. Mi sento sola e incapace di ogni cosa. La mia vita mi sfugge di mano. Queste non sono ciance. Che farò allora? Non credere che io sia ricca. Ad un'altra caduta non potrei sopravvivere, ma il guaio è che non essendo (ancora) completamente schizofrenica (nel senso clinico della parola), non riuscirò a darci un taglio (anche se qualche mese fa mi sono incazzata da morire, e piangevo, piangevo, perchè non c'era in casa una 'cosina', quel piccolo oggetto che serve anche per aprire in due i vasi circolatori). Ho paura e non reggo più. Mi devo difendere. Sempre, come fanno tutti, è una continuazione, bisogna difendere il proprio equilibrio. Ma per quello che mi è rimasto (di equilibrio) varrà poi la pena di tanti sovrumani sforzi? Non sarò mica una 'troppo fortunata' annoiata dalla vita? Ma sì, dai, vediamola così...
Ah, un'altra cosa: perchè ho rifiutato più volte quello che credevo l'uomo dei miei sogni? Perchè ci penso sempre dopo, come i cornuti (per poi ricevere un po' di calci nel sedere)? Perchè? Ora vorrei innamorarmi un'ultima volta, per sport. Merd.
Perdonami lo sfogo e aiutami, se puoi. Grazie. - St.
P.S. Però lavoro, eccome, da un po' di tempo ho ripreso anche a lavurar... Mi farà bene???... ???... ???.... ???... ???... To work or not to work, this is the problem. Thisi isi the problemsi. Ok, but if I don't work, come magno? Evviva me e il mio senso dell'humor (nero).
Forse non dovrei dirtelo ma mi metti in difficoltà! Non credere che non abbia mai sentito di storie tragiche quanto la tua, ma ciò che mi blocca nel risponderti è questo tuo modo così maledettamente pessimista che hai ormai della vita! Per un ottimista (io lo sono) non c'è alcuna ragione perchè non si debba essere tali! E spesso si diventa presuntuosi (come me) nel cercare di aiutare chi soffre, dandogli magari consigli "zen"! Ma giuro è l'unica cosa che posso fare...anche per te!
Vorrei ripulire i tuoi pensieri, guidandoti verso il tuo passato a prendere ciò che di buono hai vissuto.
E' incredibile che tutto ciò che hai visto, in quei mille splendidi posti che hai visitato, in quelle migliaia di persone che avrai incontrato, non ci sia neanche un briciolo di felicità e stupore per il mondo che viviamo. Provaci!
Prendi un foglio e una penna ed elenca tutte le cose belle (anche carine) che ti sono capitate. Scrivile, e poi rileggile, cancellale, riscrivile ma dagli in qualche modo corpo, una forma, devi recuperarle per recuperare in te ciò che di buono sai apprezzare. Proprio tu, che hai già subito violenza e dolore nella vita non puoi accettare adesso di viverti il resto così.
Scusa ma non ho nient'altro di intelligente (ammesso che lo sia) da scriverti.
Mi auguro che tu riesca a fare quest'esperimento e soprattutto che ti serva.
Grazie intanto per avermi parlato di te, da oggi sono più matura e conscia del fatto che la vita, proprio perchè ci riserva (a volte) sgradevoli sorprese, devo amarla e rispettarla più che mai e viverla nell'amore di tutte le cose e le persone e soprattutto di me stessa!
bacioni Eleonora

10/03/2002
Ciao, il problema è semplice : mi piace una mia comp di scuola e la vedo sempre dimatt e alla ricreazione.
L'ho conosciuta tramite sms, e mi ci sono presentato circa 2 mesi fà.
E' molto bella e le ho fatto capire quanto mi piace e lei è come se a volte ci stà e a volte no.
In quest'ultimo periodo poi siccome ognuno aspetta l'altro che viene a salutare,non ci salutiamo proprio perchè siamo troppo orgogliosi.
Anche se però non ci salutiamo lei continua a guardarmi (prima lo faceva anche se non ci conoscevamo) e non sò più cosa fare.
Sono gentile e lei mi dice arrogante, mi accusa anche che mi vanto troppo di me stesso e delle mie ex.
Cosa posso fare ?????????????
Perf aiutatemi
Please help me
CIAO E GRAZIE
Che c'entra il fatto di non salutarsi per orgoglio? A questo punto deduco che tra di voi c'è stato già un approccio sbagliato, che vi ha portato ad una rottura, altrimenti non capisco quando lei possa averti detto certe cose... Insomma, a te piace? E allora, salutala, sii carino, non parlarle delle tue ex, e sii chiaro nella tua dichiarazione d'amore.
Ciò che lei farà dopo sarà la conseguenza di come ti sarai ripresentato, e... soltanto Dio può sapere. Noi, esseri umani, possiamo immaginare, ma ciò non ci serve se poi vogliamo vivere una vita fatta, da esseri umani, che si parlano, si toccano e si conoscono!
Buona fortuna, spero che lei ti rivaluti per quello che sei realmente: un ragazzo con buoni sentimenti!
Baciotti Nora

10/03/2002
Ciao Eleonora, ho scoperto il sito solo stamattina e non ho resistito alla tentazione di scriverti. Ho un grosso problema e spero che un tuo consiglio mi possa delucidare (scusa se ti dò del tu).
Mi chiamo -diciamo- Stefania e due mesi fa ho conosciuto un ragazzo, Claudio; a dire il vero lo conoscievo già da molto tempo ma essendo sposato non mi rimaneva altro che guardarlo dal mio angolino, da brava ragazza che sono non mi è mai passato per la testa di interferire nel suo matrimonio. Claudio ha divorziato, sfortunatamente per lui, e a quel punto sono entrata in scena io. A distanza appunto di due mesi, dopo esserci frequentati e conosciuti molto bene, ho capito che lui è il ragazzo che ho sempre sognato. Il classico "uomo in camicia" come mi piace definirlo. E' dolcissimo, simpatico, generoso, molto raffinato, mi tiene contenta in tutto e mi ripete sempre che non farebbe mai niente di sbagliato nei miei confronti. Penso che si sia molto affezionato a me e io a lui. Cosa c'è che non va? OK arrivo al dunque: a letto non mi piace. Io penso che sia fondamentale avere una buona intesa sessuale, non ti pare? Se posso spingermi nei particolari altrimenti censura tutta questa parte lui non ha una perfetta erezione che sicuramente può dipendere dal suo vizzietto (capito di che parlo?). La mia domanda è la seguente: se lui smettesse di usare quella roba potrebbe ritrovare la sua "mascolinità". Ti prego dimmi di si!!
Non sono un medico, e ammesso che io abbia capito quale sia il suo vizietto, non posso darti assolutamente una risposta certa!
Dalla tua lettera, non si capisce se la sua "poca erezione" sia un tuo problema o realmente lui soffra di disturbi sessuali.
Comunque se tutto dovesse funzionare, non vedo perchè tu parli di poca mascolinità.
Per quanto io ne so l'uomo può godere anche se il suo pene non ha una completa erezione. Il problema spesso è di tipo culturale che vuole "l'uomo roccia". Pochi sanno che anche l'uomo soffre di frigidità, cioè eiacula ma non prova piacere e pochi sanno che l'uomo ha più punti di piacere e addirittura può provare molteplici orgasmi, come la donna (di tipo diverso ma..).
Ti consiglio di leggerti le pagine su www.sessosublime.it che parlano della sessualità maschile. Troverai tante informazioni anche sul sesso tantrico che aiuta gli amanti ad avere un approccio diverso, per meglio dire non convenzionale, al sesso, comunque altrettanto godurioso e appagante.
Se il problema è di tipo medico (se non lo sai per certo, chiediglielo!), consiglia al tuo partner di consultarsi con un medico. Attenzione! Mi raccomando fallo in modo carino e senza compassione alcuna. Lui, potrebbe aver bisogno di tanto amore per risolvere il suo problema e se non puoi darglielo come amante daglielo come amica!
Se poi proprio non dovesse piacerti allora cambia fidanzato anche perchè forse non è quello l'unico problema tra voi due.
caio Nora

10/03/2002
Ciao Eleonora, ti scrivo x' vorrei rispondere anch'io, se possibile,
alle lettere di Valentino (quello innamorato da 4 anni di una ragaz. che non lo ricambia) ed insieme alla ragaz. di 22 anni che ha avuto storie da far lacrimare un cammello.
Valentino ti parlo x esperienza, sono stata xdutamente innamorata di un ragazzo x 5 lunghissimi anni, tra noi non c'è stata una storia, x motivi di distanza, x' probabilmente non gli piacevo abbastanza ecc.,
si è cmq instaurato tra noi un rapporto di amicizia estremamente
profondo (lui è molto problematico psicologicamente), quasi di
dipendenza psicologica, arrivavamo a sentirci anche 5-6 volte al giorno (era lui che chiamava me), a volte era quasi ossessionante, ma lo amavo e l'amore x lui era + forte di tutto il resto, mi bastava una parola x star felice tutto il giorno, x lui era amicizia (anche se troppo intensa) x me era amore (quando sei innamorato non sai scindere le 2 cose, ci provi, dentro di te dici il contrario, ma sappiamo che non è possibile), nonostante tutto ho messo sempre al 1° posto la ns. amicizia, ci credevo cecamente, poi tutt'a un tratto mi dice di essere attratto dalla mia migl. amica x rispetto dell'amicizia, lascio stare i miei sentimenti e mi metto da parte, con la sola richiesta di uscire solo con lei il giorno in cui decide di fare sul serio, in 5 anni, l'ho aiutato, confortato, quando era disperato c'ero sempre e solo io e gli
ho chiesto in cambio solo una cosa, pensi che l'abbia fatto?
Naturalmente no, non puoi immaginare come mi sono sentita, umiliata, tradita e soprattutto come amica, non ha avuto il minimo rispetto x me e x la ns amicizia (secondo me), quindi evita di xdere tempo con chi non ti vuole e non ti merita, non lasciarti xdere delle occasioni come ho fatto io per restare legato ad una tua illusione, anch'io credevo di non poter fare a meno di lui, ma ti assicuro, meglio soffrire prima ma non assistere a certe scene che ti assicuro triplicano la sofferenza e ti riducono psicologicamente a brandelli, specialmente se sei ixsensibile come me, e non pensare che x te sarà diverso x' non è così.
Quando ti succede ci resti in mezzo e di brutto, io ho xso 6kg in un
mese e 1/2, non ho + lacrime e sono a pezzi, stò ceercando di farmene una ragione, non fare come me, non farti del male da solo, ascoltami o quanto meno provaci, e la cosa + brutta sai qual'è stata? Il passaggio brusco dal sentirlo morbosamente al non sentirlo + di colpo, senza ragione, inizialmente (x' non ne sapevo nulla). Quindi provaci davvero.
La mia migliore amica è molto + brutta fisicamente di me, ma veramente tanto, non lo dico x tirarmela ma x far capire alla ragazza del cammello che non x il fatto di essere belle hai l'amore che desideri, piaci o non piaci tutto qua, quindi non farti troppi problemi, un giorno non troppo lontano troverai qualcuno che ti ama x ciò che sei, tu sii solo te stessa, non forzare al tua xsonalità, non vale ne vale la pena. In bocca al lupo ad entrambi, un bacio B.
Eleonora se hai qualche cosa da dire riguardo alla mia esp. ti ascolto volentieri, ciao.
Un'unica cosa: "non è mai uguale per tutti!" per cui va bene che tu trasmetta la tua forza nell'aiutare Valentino ad amare se stesso ma attenzione a dirgli che lui ne uscirà proprio come è capitato a te...questo non lo possiamo dare per certo!
Comunque sei stata molto carina, e spero che Valentino accetti i tuoi più dolci consigli.
Pubblico volentieri la tua lettera!
baci Nora
PS: che ne dite se creiamo una sezione dove anche voi date la vostra risposta alle lettere pubblicate?



PER PUBBLICARE LA TUA MANDAMI UN EMAIL!
info@amoreamore.it

torna in testa alla pagina