la posta di amoreamore.it a cura di Eleonora
I consigli di Eleonora hanno risolto i vostri problemi? Fatecelo sapere!!!

pag.7


May 04, 2002
Ciao Eleonora volevo kiederti una cosa io sono fidanzata da tre anni,pero' c'e' un problema io al 1 anno di fidanzamento ho lasciato per tre mesi il mio rag perke' non ci tenevo molto, mentre lui per me "andava pazzo" insomma non mi faceva mancare mai nulla aveva sempre voglia di uscire con me ,mi kiamava sempre ecc, tanto ke quando decisi di lasciarlo. lui per i 2 mesi non faceva altro ke ossessionarmi, voleva ritornare con me! ma io non cedevo mai! Al terzo mese lui si fidanzo',ti devo dire la verita' a me era indifferente! Solo ke un bel giorno ,non so' come io mi svegliai pensando a lui,sentivo di amarlo e decisi di kiamarlo! non fu' molto facile riconquistare la sua fiducia ma dopo circa un mese lui lascio' l'altra e ritorno con me! Io oggi,e sono passati 2 anni lo amo da impazzire per me e' la persona piu' importante della mia vita e se penso ke un giorno qst nostra storia possa finire io ci sto' molto male! Il punto e' qst lui dici di amarmi ma io lo sento molto distante, non ha mai voglia di uscire, vuole stare sempre a casa,quella volta ke usciamo devo essere sempre io a prendere le "iniziative" anke per un semplice bacio!Io ho provato a parlargli lui mi promette ogni volta ke cambiera' ma non lo' fa' mai!!! Io ho bisogno del suo affetto perke' si comporta cosi'!!! Dice di amarmi, ho provato anke a lasciarlo ma lui non vuole! allora perke' qst suo comportamento???! Io ti ringrazio per la tua ris e scusami per qst mio lungo sfogo!! Ciao M.
Gli uomini ci amano in modo differente e per loro stare sul divano insieme a guardare Fiorello il sabato sera o uscire e stare in piazza tra gli amici, o cenare in un ristorante mano nella mano non fa alcuna differenza. E io trovo che questo sia bellissimo e che spesso noi donne confondiamo la "staticità" dell'uomo con la incapacità di amare. Prova a star ferma anche tu sia col pensiero che con il corpo e ascolta quelle meravigliose piccolissime vibrazioni che si mandano i vostri corpi quando siete accanto, magari appoggiati soltanto sul braccio. Tu di quello ti puoi fidare! Piuttosto che dare la colpa a lui di non amarti , mettiti in ascolto e cerca un punto di contatto reale con la persona che ti sta accanto che, è meravigliosamente diversa da te ma è capace di amarti più di ogni altro!!!
baci Nora
PS Se tu riuscissi a "cambiarlo" sicuramente ti ritroveresti accanto ad una persona che non è quella che ti ha affascinato fin dal primo momento.
altro PS: gli uomini per tranquillità e quieto vivere spesso sanno anche mentire ma se lui è adesso lì con te.....

Bella l'idea di scoprirsi morbidi, indifesi, ecc. Bello lasciarsi andare, uscire dall'idea di dover a tutti i costi dimostrare qualcosa. ma quando stai con una strafica che ti chiede di darci dentro più forte, ancora, e ancora..... e a metà dell'amplesso ti manca il fiato perchè ti stai facendo un culo così, come fai ?
Durante il sesso, c'è chi dice parolacce, chi grida, chi sta completamente muto, chi incita il partner, chi fuma (beh!...questo forse è un chiaro segnale che qualcosa non va!!!), per cui non credo che la tua bella figona stia lì a fare il tifo per te ma è il suo modo di liberarsi a pieno della voglia sessuale che ha. Fossi in te non ci farei caso più di tanto, pensa che io e mio marito spessissimo ridiamo e sicuramente non è perchè pensiamo ridicolo l'uno dell'altro. Il sesso è gioia, è forza e liberarsi in quel momento di tutte le tue paure, le angosce e se lei urla Dio mio non vorrai mica crederei che sia tu!?!?! :-)))
Se proprio ti da noia parlane con lei, e dille cosa ti piace che lei ti dicesse mentre fate l'amore vedrai che la strafica saprà accontentarti e godrà di più nel sapere che ciò che fa per te ti sta facendo impazzire!!!!
baci Nora

Maggio 01, 2002
Cara Eleonora,
innanzitutto complimenti per il sito e per la tua rubrica. Spero che tu possa aiutare anche me. Io ho 20 anni e da più di due non ha una ragazza. Il problema è che io ho grosse difficoltà a trovare una ragazza, non perchè io sia brutto (anzi, da più parti mi viene detto che sono abbastanza carino, pur non essendo un bellone), ma perchè sono molto selettivo (non mi interessano quelle ragazze supertruccate con vestiti attillatissimi che cercano solo il superfigo di turno per poi essere mollate dopo una settimana) e, soprattutto, sono di quella categoria di uomini che possono essere chiamati "modello bravo ragazzo". Intendo che non fumo, non bevo e non mi piace andare in discoteca o fare le 4 del mattino. Inoltre sono anche un po' timido (senza esagerare, però). Purtroppo sembra che le ragazze mie coetanee siano attratte solo dai "ganassa" o da quelli di 25 anni o più, mentre quelle più giovani di me, per esercitare un qualunque fascino maturo, sembra che possano essere solo intorno ai 15 anni e lì diventano un po' troppo giovani (non sono così disperato!).
Secondo te sbaglio qualcosa nel mio approccio alla questione?
Grazie mille! Mister L
Secondo me sì, nel senso che va benissimo essere bravi ragazzi (al giorno d'oggi signora mia...) ma è anche vero che pare tu ti sia barricato dietro il tuo modo di essere per non piacere a nessuno che ti circonda.
Noi ci convinciamo spesso di essere fatti in un modo per poi accorgergi di essere "diversi" di fronte e delle situazioni inaspettate o a persone che mai avremmo considerato prima.
E' proprio questo il nocciolo: non esistono ragazze attillate che vanno dietro ai ganassa che non possano un giorno ritrovarsi innamorate di un bravo ragazzo come te, così come non esiste un bravo ragazzo che non possa perdere la testa per una ragazza atteggiosa e apparentemente smorfiosa. Niente deve essere dato per certo e tutto può succedere. Prova a non guardarti più in terza persona e avvicinati senza pregiudizi a chi ti circonda, vedrai la sorpresa quando ti ritroverai a dire..." beh, non l'ho mai fatto ma se mi accompagni tu..ci vengo in discoteca!!!"
baci eleonora

ciao volevo chiederti un consiglio:fra un pò mi aspetta il primo appuntamento con un bonazzo da paura!!!!!!!! Lui verrà al mio paese ma nn so proprio dove portarlo x colpirlo: QUALKE LUOGO ROMANTICO IN GENERALE DA CONSIGLIARMI????????
scusa ma se non mi dici neanche in che regione vivi come posso darti qualche indicazione?
Ad esempio se c'è il mare ti direi vai lì, se invece stai sulle alpi ti direi vai lì...comunque sia il posto più bello lo troverai nei suoi occhi se ti parleranno d'amore per cui non occuparti del fuori ma concentrati su quello che c'è e che ci sarà dentro di voi.
PS se è così "bonazzo" sarà forse lui a creare l'ambiente migliore!! :-)))
baci Nora

Cara Eleonora,
eccomi anch'io a chiederti un consiglio.
La mia storia racchiude gli ultimi 15 anni della mia vita. Ho 38 anni. Conobbi l'amore nell'ambiente di lavoro. Lui, di dieci anni più grande, era sposato con due bambine piccole, la seconda appena nata. All'inizio non mi piaceva neanche troppo. Ma avevo un gran bisogno di sentirmi amata, avevo un ragazzo ma storie di ragazzini; mi ha voluto con tutte le forze, non si è fermato neanche davanti alla mia iniziale indifferenza e alla fine mi ha completamente coinvolto. All'inizio tutto stupendo,poi quando il sentimento si è fatto più forte, è iniziata l'incapacità di decidere. Siamo andati avanti quattro lunghi anni, tutti sapevano tutto, moglie compresa. Sono sempre stata convinta di quanto fosse grande il nostro amore, ma altrettanto grande era la sua incapacità di prendere una decisione. Sapevo, so ancora, che non è innamorato di sua moglie, ma è figlio di una cultura borghese e cattolica che non lascia spazio ai cambiamenti. Alla fine, tra un prendersi e un lasciarsi che non erano mai definitivi e tra tanti pianti, ho deciso di prendere l'iniziativa di chiudere. E' successo quando, incontrando un'altra persona, ho deciso di aggrapparmi a questa per avere la forza, non era certo amore, ma per un po mi ha aiutata. Ho dovuto lottare con tutta me stessa, camminavo per strada senza capire dove andavo e lui mi "odiava" per essere stata "cattiva" con lui. E quest'odio gli ha fatto decidere che tutto quello che avrebbe potuto fare contro di me, contro il mio pensiero, contro la nostra storia, sarebbe stato ben fatto. Puoi immaginare quanto dolore ho provato? E lui, con molta durezza, a quel punto mi evitava.
Poi il tempo è passato. Qualche volta, è capitato di riparlarci ma con distacco. Credevo alla fine di star meglio.
Nel frattempo, 5 anni fa, ho conosciuto il mio attuale marito, un uomo dolce e tenero ma un eterno bambino pieno di problemi non risolti con la sua famiglia d'origine, ma molto sensibile, e con tanti aspetti positivi. Però una persona da difendere e proteggere più che da amare con passione. Ho pensato che avrei potuto ricominciare e donandogli tutta la dolcezza e la comprensione del mondo ho iniziato una vita diversa basata sulla tranquillità ma senza passione. Credevo di amarlo, ci ho creduto tanto, ma lui non mi desidera, mi ama, dice, ma sembriamo due fratelli legati da un grande affetto più che marito e moglie.
E' bastato, per una casualità di lavoro, riparlare con il mio primo, grande amore per riscoprirci dentro tutto il fuoco mai spento. E, dopo 10 anni, abbiamo ricominciato a vederci con tanti problemi in più e con tanti sensi di colpa in più. Ma il nostro amore è rimasto intatto, sembra il primo giorno. Ci stiamo frequentando di nuovo da 4 mesi, e siamo punto e a capo. Ti amo, mi manchi, solo per te questo, solo per te quello, ho vissuto pensandoti... ma ancora lui non ce la fa. Anche io sto male al pensiero di lasciare mio marito ma non dimostro di amarlo se vivo nella menzogna. Lui, il mio amore, è bloccato come sempre, parla di impegni presi da portare fino in fondo, di doveri a cui non può sottrarsi ma poi senza di me non vive. Quindi le grandi decisioni di chiudere che non durano mai. Un destino che pare inesorabile fatto di giorni grigi che non ci fanno più vivere. Se mi guardo dall'esterno sono io a dirmi: lascia stare!!! Ti amerà quanto vuole, ti sognerà la notte, ma che significa se non ha il coraggio di cambiare la sua vita? Ma poi, al tempo stesso mi dico: perché non devo avere anch'io la mia possibilità? Perché ho dovuto incontrare sulla mia strada un uomo che sa amarmi proprio come io desidero, che mi fa sentire viva e devo rinunciarci perché le convenzioni sociali non gli "permettono" di essere più forte? Tutti lo conoscono come un uomo dal carattere chiuso, solitario; invece con me è la persona più allegra, dolce e viva che io abbia mai conosciuto.
Sua moglie si è lavata le mani di tutto, tanto ero io la rovinafamiglie; con un uomo così non è stato difficile far leva sul senso di responsabilità per tenerlo legato, senza necessità di fare grandi casini, bastavano le figlie poste al giusto modo. Non ha avuto una bella vita neanche lei, non deve essere bella la vita sapendo che il cuore del tuo uomo è da un'altra parte; ma non a tutti interessa, per molti basta non cambiare le cose, specie le apparenze sociali e il benessere. Una donna che dice di essere innamorata può decidere di vivere così? Oggi ha di nuovo capito che c'è un'altra donna, forse non ancora che sono proprio io, e l'unica cosa che fa è dire: deciditi, senza minimamente chiedersi perché tutto questo. Ma non sta a me giudicare.
Cosa devo fare? Chiudere ancora? Aiutarlo a decidere? Ma come? Rinunciare a vivere o cercare di non pensare più al grande amore e accettare, come lui, il mio destino? Tanto se è necessario chiudere dovrò, di nuovo, farlo io perché lui dice dice ma poi non si stacca, come sempre. O, dopo, tanti anni potrebbe essere diverso, potrebbe farcela? Magari stando un po' solo? Mi sembro una ragazzina quindicenne a porti queste domande, ma mi sento così sola....
Mi dispiace ma come ho già scritto più indietro non rispondo sul sito (e neanche personalmente) se non posso pubblicare la lettera. Certa del fatto che nessuno mai possa capire tu chi sei, visto che stesso tu non hai fatto nomi e cognomi. e poi di storie come la tua ce n'è una marea e già questo dovrebbe risollevarti il morale. non sentirsi soli e unici è una grande cura per il proprio io!
Allora, io incoraggio l'amore vero comunque sia, ma sono anche del parere che forse forse non ne valga la pena soffrire mai nel viversi una storia. Insomma tutto bello quando vi ritrovate insieme , l'uno per l'altra ma poi dove ti devi andare a nascondere per lasciare spazio a tutto il resto che non ti riguarda? Tu sei tu in tutti i minuti che vivi e in tutti i sentimenti che vivi per cui mi sembra un pò limitato se sei costretta a non muoverti, a non amare, a non vivere come tu vorresti. Siete sprecati tutti e due in questo quarto di storia perchè potreste tutti e due dare il massimo ma vi costringete a regalarvi poco, troppo poco perchè ne valga la pena!
Ci fosse la gioia in questa storia io ti direi di continuare ma non ne ho avuto il sentore per cui....
baci baci Nora

Aprile 21, 2002
Dopo 2 anni di separazione dalla mia ex (8 anni di relazione) oggi ci rifrequentiamo. Lavoriamo insieme, lei è una delle socie io ho un ruolo molto importante, loro dicono indispensabile. Negli 8 anni lei, grassa, ha sempre subito il disprezzo di tutti o quasi, soprattutto di se stessa ed il mio. Gli ultimi due anni di relazione io ho iniziato ad amarla lei ad allontanarsi, fino ad esplodere lasciandomi. Ho vissuto 2 anni d'inferno. Oggi lei è dimagrita ed ha una schiera di uomini che la corteggiano, lei raccoglie tutto stando al suo posto (penso). Di me pensa: tu sei la mia sicurezza, la mia colonna, da te mi sento protetta ma non ti vedo come compagno, senza di te non ci so stare. Io soffro di gelosia, lei vorrebbe darmi di più e di questo ne risente molto.
Ogni situazione cerco di gestirla con maturità e calma comunicandogli tutto.
Se la lascio devo lasciare anche il lavoro che ho creato ed al quale sono molto legato, x' lavorare con lei in questi due anni è stato uno stillicidio
COSA DEVO FARE?
Dimenticavo: IO L'AMO.
Spero vivamente che tu per i primi sei anni di relazione non l'amassi per altre ragioni che non fossero legate all'aspetto esteriore...perché se così non fosse sarebbe triste.
Comunque grassa o magra che sia questa donna ti vuole bene ma non ti ama.
Mi dispiace dirlo ma purtroppo sei veramente nei casini, poichè credo sinceramente che starle accanto per tutto il giorno non sia assolutamente facile e tantomeno piacevole.
Sta di fatto che tu sei anche altro, e il tuo amore per il lavoro dovrebbe poterti aiutare a concentrarti intanto sulla tua carriera. Magari resta di più nel tuo studio, tra le tue carte o che ne so...comunque fatti prendere di più da tutto il resto. Non negarti di amarla ma adesso è più importante che tu ami te stesso anche perchè hai tanto bisogno di amore e tu per primo puoi donartelo.
Bada bene che lei non approfitti della tua presenza costante e della tua disponibilità per affari che non siano di lavoro. Lei adesso è forte e se dice di non amarti può purtroppo per te non rendersi conto di quanto realmente ti faccia male starle vicino senza poterla sfiorare. Comunque credimi è veramente una magra consolazione per te riuscire a starle tutto il tempo che puoi accanto...questo non cambia i fatti.
tanti baci ed un amore da subito bellissimo per te e per la persona che incontrerai!
ciao Eleonora

Aprile 13, 2002
Ciao Eleonora questo problema mi affligge sono sposato da 8 anni
e da quasi sempre e' stato un problema non riesco piu' a fare l'amore con mia moglie
mi rifiuta sempre piu' spesso cosa posso fare? grazie
Immagino che tu le abbia chiesto, almeno una volta, il perchè! se così non fosse allora io agirei in tal senso. Ci sarà pure un motivo!?. E poi ce ne deve essere senz'altro anche un secondo per cui voi continiuate a stare insieme. Parlale e non aver paura di scoprire la verità.
ciao Eleonora

Aprile 10, 2002
Ciao Eleonora, sono L.
Da qualche tempo ho conosciuto F. lei ha 7 anni meno di me e abita nella casa accanto alla mia. Due settimane fa le ho detto che mi piaceva molto ma lei mi ha detto che aveva già il ragazzo e che io ero troppo grande per lei.
Il giorno dopo era sotto casa mia con una amica che cercava in tutti i modi di farmi affacciare alla finestra...l'ho fatto e mi ha detto che ero stato carino a dirle che mi piaceva...poi ci siamo visti un momento e mi ha detto che stava lasciando il suo tipo.
Ci siamo visti di nuovo questo venerdì e mi ha detto che aveva lasciato il suo tipo...abbiamo fatto una passeggiata assieme e ci siamo detti che ci piacevamo molto tutti e due.
Ho passato due giorni bellissimi perchè quella per me era la prima volta...però evidentemente mi stavo sbagliando. Lunedì infatti lei mi ha detto che il suo ex era depresso e stava male e che voleva stargli vicino ancora...ha detto "però non ho detto che ti mollo"...ieri sera ci siamo sentiti ancora e mi ha detto
che non siamo mai stati assieme...insomma tutte le cose belle che mi aveva detto sono già state dimenticate.
So che alla sua età non si sa mai bene cosa si vuole...si è confusi però questo non le dava il diritto di trattarmi in questo modo...insomma, da un giorno all'altro si è rimangiata tutto senza darmi una spiegazione.
Io le voglio un mondo di bene, non ho mai avuto una ragazza e ho sempre sofferto molto, piango continuamente e la cosa mi fa anche vergognare di quello che sono...è facile dire che lei mi piaceva ma il problema è che lei è esattamente la ragazza che io ho sempre sognato...lei lo sa.
Comunque...ormai anche questa avventura è finita e sono di nuovo solo...vorrei capire però perchè mi capitano queste cose...insomma, io per la prima volta ho fatto una dichiarazione seria, faccia a faccia con lei...non ho sbagliato una parola, le sono stato vicino quando era in difficoltà perchè ne ha bisogno...e perchè il suo ragazzo non le sta così vicino...
Io non so proprio cosa fare....penso che dovrei solo dimenticarla...tu cosa ne pensi?
Ciao e Grazie.
La ragazza che hai conosciuto è forse realmente troppo piccola per intuire quella sottile differenza che c'è tra un amore fatto di parole e un amore fatto di sentimenti profondi. Ma non c'è colpa in lei e soprattutto non ce n'è in te, che hai la sensazione di essere caduto in una trappola e non ti spieghi come mai. Puoi averle detto le parole più belle del mondo, puoi essere stato il più gentile e dolce amante possibile (anche solo per una volta) ma questo non vuol dire nulla, quando la persona che hai davanti non è pronta a recepirle. Comunque non è un problema di età ma di molecole e di piccolissime particelle che agiscono per cavoli loro e che ogni tanto ti danno la gioia di baciare e fare all'amore con chi mai avresti pensato potesse essere. Ecco! Io attenderei quel momento, serenamente e anche con una certa curiosità...è questo il bello dell'amore!
Senza parole, io e te in qualsiasi posto ora e quasi mai per sempre.

Aprile 09, 2002
ciao Eleonora,
ti scrivo in un periodo confuso della mia vita...confuso in
generale..ma principalmente nell'amore..(se no non scrivevo ovviamente a amoreamore.it! ma a lavorolavoro.it!)..non so che succede...siccome siamo tanti al mondo,.tanti uomini...forse perchè non sono veramente innamorata...ma mi sento attratta da più persone...insomma con diversi sento quel che..chiamala infatuazione...quello che vuoi..e mi ritrovo a fare la civetta (contro ciò che mi hanno insegnato...un solo uomo..un
solo amore!)..ma forse perchè non sono innamorata .. almeno non mi sento...(lo sarò mai stata? sono stata molto presa da persone e ho identificato quelle sensazioni con la parola innamorata...ma non sai mai..quanto era forte quella sensazione, fino a che non se ne presenta una maggiore)..mi viene di essere presa così da diverse persone...tu cosa dici? o potrebbe essere la mia natura? ma così sarei fedifraga assai..un domani nel caso mi sposassi.....sono confusa!
e poi un altra cosa...quando frequento una persona e sento che alla fine non sono presissima, ma mi ci affeziono e questa persona mi tratta bene..sto male a dire a questa persona che non sono innamorata presa per paura di farle del male...mi dai un consiglio??
grazie
Baci
Calmati! bevi un bicchiere d'acqua, rileggiti la lettera che mi hai inviato e fai ordine e prendi coscienza del fatto che non ti dai neanche il tempo per una risposta, figurati se ascolti la mia.
Mille domande, pensieri, ragionamenti...vivi!!! non preoccuparti del giudizio di nessuno. Attenta a non fare male a nessuno e goditi la tua condizione di ragazza libera senza preconcetti...prima o poi arriverà l'amore anche per te.



PER PUBBLICARE LA TUA MANDAMI UN EMAIL!
info@amoreamore.it

torna in testa alla pagina