la posta di amoreamore.it a cura di Eleonora
I consigli di Eleonora hanno risolto i vostri problemi? Fatecelo sapere!!!

pag.8


Ciao Eleonora,
ti scrivo perchè sto vivendo un momento molto difficile nella mia vita.
La storia è questa: tre anni fa, proprio in questo periodo, mi sono innamorato di una ragazza che da sempre viveva nei miei sogni.
Per la mia luce ha lasciato il suo ex., veramente una brutta esperienza!
L'ho Amata immensamente, con tutta l'Anima, facendola diventare la cosa più importante della mia vita! Da me ha ricevuto il primo bacio d'Amore, pensa un po', nella notte di San Lorenzo, sopra un covone di paglia.
E il giorno dopo...pick-nik e eclissi solare con ciondolino a sole incorporato.
La chiamavo "il mio tenero bocciolo di sole".
Al primo mese le ho regalato una fedina cartier e così via.
Tanti sacrifici, perchè la vita non mi regala niente, ma tutto con tanto Amore.
Era la luce nella mia Vita, il mio riferimento, la parte mancante della mia Anima.
Allora lei aveva 18 anni e io 22.
Ero serio la volevo Amare.
Tre anni così: perdutamente innamorato, follie all'ordine del giorno, sono diventato il migliore cliente di ristoranti, gioiellerie, negozi di biancheria intima, e tutto con Amore infinito.
E così non vedevo, che mentre le facevo la tesina per la maturità, le ricerche per l'università, le trovavo lavoro, le insegnavo a usare il comp., le facevo ottenere la libertà, mettevo ordine e giudizio nella sua vita, la chiamavo cento volte al giorno, scappavo dal lavoro per stare con lei, la riempivo di gentilezze, affetto, presenza, attenzioni, le dicevo mille volte al giorno "Io ti Amo da Morire!", ero il suo ragazzo, il suo amico, suo padre, il suo amante...........e quello che amava per tutti e due ero soltanto IO.
E adesso che ha preso tutto questo da me.....
Mi ha lasciato.
E l'ultima volta che abbiamo fatto l'amore, era solo sesso che ha fatto col mio cazzo.
Anche uomo oggetto, usato e buttato.
E mi fa "restiamo amici".
Come si fa ad Amare ancora una persona così?
Eppure...
Coglione e innamorato pazzo.
Che meccanismo perverso!
E i ricordi? Con lei facevo tutto, tutto, tutto.
Mille ricordi di luoghi, di pazzie, di sapori, di baci, di pelle, di sguardi, di persenze, di complicità...
E ora è come morire.
Dio quanto mi manca!
Eppure ha scelto il suo orgoglio al mio Amore.
Ma perchè?
Tutti vogliono l'Amore!
Eppure ne hanno paura e non riescono ad Amare.
Ho amato con tutto, tutto l'Amore che ero capace.
E ora mi trovo con la voglia d'Amare quella ragazza, perchè dopo tutto le voglio bene.
Nei miei pensieri c'e' soltanto lei.
Non riesco accettare la perdita, non riesco accettare che lei ha bisogno d'Amore e non vuole il mio.
Perchè voglio lei?
Perchè questa storia è stata importante per la mia vita, ho imparato ad Amare, le sono molto legato, affezzionato, perchè ho vissuto intensamento questo amore, ho assaporato tutti i sapori, e ne vorrei ancora. Amo i suoi difetti, perdono le sue cattiverie, ho incontrato il suo animo, e l'ho Amato.
Perchè lei è ancora dentro la mia Anima.
Eppure quando mi ha lasciato, ho sentito un dolore gigantesco, una lacerazione, una ferita nel mio spirito.
Mi fidavo di una persona che mi ha calpestato.
C'è anche tanta rabbia per quello che mi fatto.
Eppure la Amo.
Credimi è come morire, poi è come impazzire, il cuore va via dal petto e al suo posto una nostalgia che non passa mai.
Ho provato a parlarle, le ho detto tutto, dall'Amore alla rabbia.
Lei si è chiusa.
E io parlo con la sua segreteria telefonica.
Mi ha detto, "ci penso fino a venerdì"(...)
Ma subito, un si o un no?
Cosa vorrei? Rincominciare con lei.
Sono innamorato con tutta l'Anima che ho!!!
Le occasioni non mi mancano, tante ragazze vorrebbero il mio Amore, ma nella mia testa c'è solo lei.
La verità è che la Amo!
E lei lo sa!
Non riesco a sentirla, credo d'averla persa.
E se ci penso, muoio disidratato dalle lacrime.
Cosa è cambiato?
Lei mi fa: "ho 21 anni devo pensare alla mia vita, al mio futuro! Tu sei passivo, non hai interessi..."
IO?
Io ne ho 25, studio, lavoro, creo, sono curioso, mi chiedo i perchè, soddisfo la mia Anima, studio il corpo, lo spirito e la mente!
Passivo?
Non ha mai capito niente di me, della mia sensibilità, dei miei bisogni, non mi ha mai capito, io che ho asciugato dalle sue lacrime al suo vomito.
E sai Eleonora, che la mia Ele mi manca da morire.
Aiuto!
Ti credo sai quando mi parli del tuo dolore?!?! Anch'io sono stata lasciata anni fa dal mio amore di allora e credevo di dover morire perchè nulla avrebbe potuto essere così intenso e bello e meraviglioso e unico e...BALLE! Oggi io adoro perdutamente un'altro uomo (mio marito) e con il mio ex siamo amici: l'amore che era è adesso affetto fraterno che ci lega ancora. Tutte le esperienze fatte insieme restano in noi ma hanno un'altro peso adesso che il nostro cuore è impegnato con altri. Ed è così bello arrivare poi alla consapevolezza che la tua vita e la tua voglia di amare non finisce mai con la fine di una storia. Mille volte ho ripetuto che l'amore per una persona come viene così può andare. L'unica cosa che è per sempre, sei tu, essere umano con il tuo bisogno di amare e di fare all'amore e di coccolare e se non dovrà essere lei la tua amata, abbi fede, ci sarà un'altra donna, quando tu sarai pronto, ad accettare il tuo amore. Intanto, tutto quello che hai fatto con lei (io non userei l'espressione "per lei") non lo dimenticherai ma resterà in te come segno del tuo modo di essere e di amare. Nulla di ciò che viviamo va sprecato. Se saprai ben incanalare i tuoi ricordi nel tempo, ti ritroverai ad essere un uomo migliore e capace di amare chiunque tu voglia.
Bacionissimi Nora
Ps: Lei non ha nessuna colpa se non ti ama più, questo devi capirlo già adesso.


Ciao Eleonora......ho Bisogno di un parere.Sto con un ragazzo da pochissimo
tempo,e lui è uno di quei ragazzi che non dimostrano quasi mai i loro
sentimenti.....(se gli scappa un complimento sn guai!!!!).tempo fa mi aveve
detto ke nn si sarebbe mai + innamorato poco tempo fa mi ha detto "credo di
essermi innamorato di te!"Non so ke pensare...forse mi sta prendendo in
giro???Abitiamo distanti e xciò ci sentiamo spesso......e a volte lui sembra
+ freddo e + distaccato!Perchè fa così??Sono disperata.....nn so ke
fare!!!!!!!
Ciao Grazie
Michelle
Tesoro mio , come e cosa vuoi che lui ti dica? Fossi in te, al fatto che lui ti abbia detto che si sta innamorando di te gioirei e continuerei ad amarlo, ma è troppo facile vero? Dov'è il tranello dici tu?
Cavolo, fidati, tu puoi essere una di quelle persone che riescono a sciogliere anche i cuori più di ghiaccio. Lasciati andare poichè adesso sei tu quella fredda e distaccata che invece di ascoltare con il cuore ascolta il suo cervello dubbioso e scettico rischiando di rovinare tutto.
baci nora

Ciao sono Mauro ho 25 anni e sto insieme alla mia ragazza da un anno , lei vive in polonia e ultimamente ha dei dubbi se vorrà vivere con me oppure no.
Lei ha ammesso di non conoscermi bene e questo la porta ad avere molti dubbi.
Vorrebbe venire in italia per provare a stare insieme e vedere come va ma io ho paura che questa sua debolezza la porterà a lasciarmi in poco tempo!!
Questo non lo voglio proprio!!
Come posso fare per poterle garantire che stara bene con me e che comunque io ci tengo un sacco?
Le ho anche detto che saro io a trasferirmi cosicchè lei non si senta in un paese straniero creandole disagio per il futuro…ma non so se è abbastanza…
Aspettando una tua risposta ti saluto Mauro!
E' anche troppo ciò che vuoi fare per lei. Ma in realtà lo stai facendo per te stesso, per il tuo bisogno di averla accanto per amarla. E fin qui niente di male, ma ragiona: chi o cosa vuoi trattenere? Se vi amate non è necessario entrare così nel panico di potersi un giorno lasciare. Esistono tante storie a distanza che reggono più di altre che sono vissute braccio a braccio e questo ti può far capire che non sempre dipende da noi se una storia continua o no. Lascia che vada adesso, anche perchè se un giorno dovessi essere tu a non sentire più il bisogno di starle accanto, sentirai tutto il peso di averle deviato la vita, magari irrimediabilmente.
Buona fortuna e sii forte nei tuoi sentimenti e mai nelle tue paure.
Eleonora

Sono una "ragazza" di 46 anni (libera) e ho una figlia di 20 anni.
Frequento da qualche tempo un ragazzo di 35 anni che è molto spaventato, nel caso il nostro rapporto dovesse farsi "troppo"importante, da questa differenza di età.
Si può fare qualcosa?
Grazie A.
Sì che si può fare qualcosa! Si può continuare ad amare e farsi amare finché è amore . Poi si vedrà, anzi si vivrà!
La vostra differenza d'età non è importante e tantomeno lo è il fatto che tu hai una figlia di 20 anni. L'unica differenza preoccupante potrebbe essere quella che magari lui non ne ha voglia punto, di fare il "serio" adesso. Ma poi che bisogno c'è che lui lo faccia?
L'amore non c'entra niente con le cose serie che intendiamo noi. L'amore è un magnifico buffone di corte che ci fa ridere e divertire.
Buona fortuna
Eleonora

sono una "ragazza" di 45 anni, sto vivendo una storia con un ragazzo di 34, il quale ha avuto un fidanzamento molto lungo finito male, per cui è chiaro che sia un po' diffidente.
Comunque ci siamo conosciuti a ballare (latino americano) tramite un comune amico; evidentemente ci siamo piaciuti, tant'è che ci frequentiamo e, credo, stiamo molto bene insieme quando siamo insieme.
Però lui ha precisato fin dall'inizio che non voleva impegni, si capisce a causa della mia "età".
Una sera mi ha detto che se questa nostra storia fosse diventata troppo importante sarebbe stato meglio non vederci più perché aveva paura.
Io sono, per ora, coinvolta fino ad un certo punto, molto attratta sicuramente, ma, date le premesse, sto cercando di non affezionarmi troppo anche perchè anch'io esco da un fidanzamento durato 17 anni e da una storia tumultuosa vissuta subito dopo e finita molto male, per cui non vorrei buttarmi a capofitto in un burrone.
Però penso che se io volessi smettere di vedere una persona lo farei perché ha fatto qualcosa che non mi piace, perché non mi piace più, perché ho trovato un altro, non certo perché la faccenda sta diventando più importante.
Ti sembra giusto? Perché gli uomini possono tranquillamente permettersi donne molto più giovani e il contrario invece sembra uno scandalo. Inoltre, se io mi trovo davanti a un problema cerco di affrontarlo, e certo fuggire non è un modo di affrontare un problema; perché allora gli uomini scappano continuamente?
Questa lettera mi sembra troppo simile a quella precedente (però gli indirizzi email di provenienza sono diversi per cui rispondo lo stesso), magari è la stessa persona che mi scrive oppure viva Iddio il mondo comincia a girare nel modo giusto. Non c'è nulla di male nel far coppia con una differenza di età di 10 anni tra lui e lei, e tantomeno se lei è quella più grande: L'amore non ha età.
Via i pregiudizi che tra l'altro sono sempre stati creati in questo caso dalla donna , infatti i ragazzi da sempre adorano stare insieme alle donne più adulte di loro e non solo per sesso, come si può pensare.
Per cui, una volta arreseci sul fatto che a tutte noi può capitare di perdere la testa per uno più giovane, cominciano a venire a galla queste storie.
Comunque anche qui ribadisco il concetto espresso nella mia risposta precedente.
Se non funziona non è un problema d'età, ne sono certa. Se così fosse, sarebbe più normale che la donna si stanchi di un rapporto con qualcuno che essendo più giovane potrebbe risultare meno interessante ai suoi occhi...lei piena di fascino, tanto da piacere anche ai ragazzi.
Donne lasciatevi amare e amate senza paura, Non legatevi più di quanto non lo faccia l'amore vero per voi...non avrebbe alcun senso.
Baci nora

Ciao Ele,
solo tu mi puoi dare un consiglio ..ma di quelli che dai solo tu...così carichi...così easy...
tu credi nelle storie a distanza?
io non ne avevo mai avute..due mesi fa circa ho conosciuto un ragazzo in fiera...lui abita vicino a Milano io in Romagna, abbiamo iniziato a frequentarci...weekend su...serate giu'...
lui conosciuto come latin lover pazzo scatenato per quanto riguarda il suo lato relazioni sentimentali....e con me dice essere pronto a trentanni per una relazione seria...razionale, con la testa , anche perchè già c'è il sacrificio della distanza.........io vorrei credergli...ma sono un po' disillusa (per esperienze passate)....non so quanto ci si possa fidare di un ragazzo
piacente un po' crazy che viaggia per lavoro il mondo e ha modo di conoscere tanta gente....con la distanza in mezzo!....cosa ne pensi?
ciao ciao
Quando si parla di relazione seria significa che continuerete ad amarvi così come vi piace adesso oppure comincerete a porvi dei limiti? Si insomma perchè rovinarsi il rapporto dandosi una regola. Perchè dirsi certe cose quando le cose già vanno bene? Il piacere di stare insieme va al di là di ogni tempo e distanza, goditi ciò che di bello già c'è. Non si tratta che adesso tu debba fidarti di più o che debba comportarti in modo diverso soltanto perchè le cose tra di voi sembrano sempre più "serie".
Ancora non ho pensato a far le cose serie con mio marito...e stiamo insieme ormai da sette anni...ancora con tanto e tanto amore ed emozione pari a quanta ce n'era agli inizi.
Non so quanto possa durare ma finchè c'è...
baci Nora

ciao io sono Mattia e voglio dire che sono innammorato di una ragazza di 13 anni e io ho 13 anni puoi darmi una mano?
Che bello essere innamorati! Vero? E lei lo sa? Se la risposta è no, corri a dirglielo magari non aspetta altro. Non aver paura della sua risposta, è comunque bello viversi questo sentimento per quello che è ma se poi scopri che lei anche ti ama è meglio.
Tanti baci eleonora

Cara Eleonora, ti prego di aiutarmi.
Stasera mi gira proprio male, peggio del solito, perchè mi sento molto sola. E' straziante.
Ti avevo scritto qualche mese fa, sono St., la persona che ti ha scritto il 10 marzo 2002 (pag. 6)
Ma stasera sarò breve. Vorrei solo sapere: ma da dove viene tutta questa cattiveria che mi sento dentro? Mi spiego meglio: mi è stato insegnato che la vita è dura x tutti, e che ognuno deve risolversi i problemi da solo. Ma io non ce la faccio! Perchè? Ho solo tanta e tanta cattiveria dentro. Come posso buttarla via senza far male alle persone - e bestiole - care?
Grazie, St.

Non è mica vero che la vita è dura per tutti!! Vero è che il mondo soffre tanto per la cattiveria di persone stupide e insensibili, ma nel proprio piccolo ci sono persone che hanno una vita meravigliosa. E tra l'altro, non ci vedo niente di male in questo. A parte alcune fortune che tali persone possano avere regalate dalla vita, c'è una gran componente magica che fa sì che queste persone e la loro vita resti bella nonostante gli possa capitare anche qualcosa di sgradevole. Questo è il loro modo di vedere e di dare valore alla vita stessa. Capire che se si è vivi oggi è una gran fortuna (e non soltanto se vinciamo all'enalotto), fa la differenza con coloro che invece amano pensare che la vita sia una merda e sperano in un tredici al totocalcio perchè gli migliori la situazione. Una via di mezzo no eh??
Comunque sia la tua cattiveria va sedata poichè non c'è mai una giustificazione valida perchè tu sia cattiva nei confronti di un altro essere umano...a meno che questo non ti abbia violentato in tutto e per tutto! Ma mi pare di capire che tu non abbia un obbiettivo unico. Mi parli di un tuo sentimento di cattiveria diffuso che per altro ti fa male. Credimi non ne vale la pena. Sfoga con urla, pianti, prendi a pugni un cuscino, non vergognarti di tirar fuori la tua rabbia. Piuttosto prova vergogna ad essere cattiva nei confronti di qualcun'altro e vedrai che non ti piacerà. Sii fiera di te e dei tuoi sentimenti amorevoli, innamorati di qualcosa, coltiva una passione, intanto fai sport per buttar fuori la rabbia e fammi sapere. baci nora

Cara eleonora incontrero nella mia vita l´amore eterno? grazie
bronia sono nata 28.11.1978
Cazzo che sfiga la sfera è scivolata dal tavolo... comunque sia posso prevedere molti amori non eterni che se tu saprai coglierli ti daranno tantissimo.
L'amore eterno non esiste per me...ma l'amore sì!
ciao Nora

Ciao Nora ...
nn so + cosa fare! dopo un lunghissimo periodo d magra, ad un certo punto saltano fuori ragazzi da tutti gli angoli!!!
nn è ke sia un male! ma il fatto è ke 3 d questi ragazzi m interessanoabbastanza seriamente! cioè:
tutti e tre m piacciono sotto l aspetto fisico solo ke cn uno m diverto(M) con l altro m c trovo troppo bene a parlare ed è stupendo(RC) e l ultimo è dolcissimo(RP)! nn so + ke fare! il fatto è ke cn M nn è una cosa ke durerà molto a lungo (anzi), con RP sinceramente nn m c trovo benissimo (nn s parla)
e con RC è una cosa un po' campata x aria(io sn strippatissima ma lui nn si esprime)!BHO, Penso d averti spiegato abbastanza chiaramente la situazione!in ogni caso GRAZIE 1000!!!!ANZI 2002!!
Dolce Mary che tu ti sia spiegata abbastanza bene... ma me lo dici perchè cazzo voi giovani volete complicarvi la vita scrivendo in questo modo così assurdo, Va beh! :-)))
comunque...chiunque adesso ti direbbe:"Beata te!!!" e bene sì avere tutti questi interessi ti rende comunque viva.
Il condizionamento che ti da la società nel dover scegliere per forza e subito è la cosa che ti frega ma rifletti: perchè e cosa dovresti scegliere? Io credo che tu abbia trovato tre nuovi amici con i quali parlare, divertirti e provare tenerezza. Magari con nessuno dei tre tu dovrai avere una storia ma con tutti e tre potrai stringere una bella amicizia che ti fara crescere in nome dell'amore, quello universale che ci lega ai nostri simili e non. Baci, "zia Nora"

Ciao! Mi chiamo ... e volevo innanzitutto ringraziarti per questa occasione di parlare di un problema che mi sta molto a cuore... ho 24 anni e sono fidanzata con un ragazzo di 22. Io sono stata per molto tempo refrattaria all'amore: non mi sentivo ancora pronta, ancora troppo incentrata su me stessa per donarmi a qualcuno e in fondo nella mia immaturità preferivo essere corteggiata da tanti ragazzi senza alcun impegno da parte mia. Questo derivava in parte anche dalla mia educazione in famiglia, dove sono stata cresciuta con estrema freddezza, tanto che ho dovuto scoprire all'esterno che cosa fosse l'affetto. poi ho avuto una forte crisi: mi sentivo sola e desiderosa d'amore e per questa mia fragilità sono andata incontro ad un paio di forti delusioni da parte di ragazzi che in realtà non avevano nessuna intenzione di creare un rapporto con me. E poi finalmente è arrivato Lui: non ci conoscevamo prima, ci siamo incontrati su un treno e per me è stato come un colpo di fulmine...Lui era deciso, così forte e virile e per la prima volta mi trovavo di fronte ad un ragazzo che sentivo mi desiderava senza troppi dubbi o incertezze, come era successo in precedenza.Mi sembrava solo libero amore. Anche se ci vedevamo solo una volta ogni quindici giorni perchè lui era a militare, quando tornava stavamo insieme il maggior tempo possibile ed
era tutto bello, leggero, ci si divertiva con niente e tutto era sorretto anche da una forte passionalità. per molti mesi, anche quando ha terminato il militare e quindi i nostri ritmi sono cambiati e ci si è dovuti adattare alla quotidianità, tutto andava benissimo e non c'era mai una discussione. Tutto questo nonostante il mio ragazzo non sia mai stato un campione di romanticismo, non si uscisse mai da soli ma sempre con altri amici, non mi mandasse fiori o inviti a cena....ma io ero innamoratissima e questo mi bastava...mi bastava sentirgli dire che mi amava, specchiarmi nei suoi occhi e stupirmi delle sorprese che ogni tanto mi faceva, come quando mi ha "rapito" per il mio compleanno e mi ha portato nella bellisima Verona per una fuga d'amore. Io ero così presa che mi sono quasi annullata per lui e ogni volta che ci vedevamo cercavo sempre di inventarmi nuove cose, anche perchè sono convinta che l'amore vada sempre alimentato. ma dopo le vacanze, che abbiamo passato insieme e ci hanno unito ancora di più, le cose sono peggiorate notevolmente. La sua vita ha subito molti cambiamenti: i suoi hanno aperto un bar e lui ha lasciato il lavoro per aiutarli e allo stesso tempo avere orari più flessibili per poter studiare (si è
iscritto anche lui all'Università). Io non metto in dubbio che sia impegnatissimo: si alza all'alba il mattino per aprire il bar, torna a casa e studia, ritorna al bar e poi va in palestra fino a sera tardi. Io studio e basta, a parte qualche lavoretto, e quindi ho molto più tempo libero.Tuttavia quello che mi pesa non è il fatto che praticamente non ci si veda mai durante la settimana, perchè anche prima ci si vedeva pochissimo e sono convinta che sia giusto prendere i propri spazi personali.Anch'io vado a correre con le mie amiche oppure capita di incontrarsi o sentirsi per telefono. Il problema è che anche nel weekend lui deve comunque lavorare un po' e soprattutto i primi mesi di apertura non riuscivo neppure a farlo uscire per una mazz'ora (e in fondo il bar è dei suoi genitori e non penso che non lo lascerebbero). Ci si vedeva solo venerdì e sabato sera con gli amici e tra la'ltro si tornava prestissimo perchè lui era sempre stanco.Così anche i pochi momenti che passavamo insieme da soli per parlare e fare l'amore sono spariti brutalmente. Io sono una persona comprensiva ma credo che a fronte di cambiamenti così radicali avrebbe dovuto almeno parlarmi...invece è proprio il dialogo che manca tra noi! Io tra la'ltro in quel periodo ero molto giù perchè avevo gravi problemi in famiglia e avrei voluto sentirlo vicino, invece lui si allontava sempre di più! A fronte delle mie rimostranze non ha fatto nulla per aiutarmi o cercare di venirmi incontro, mentre io continuavo comunque a impegnarmi nel rapporto. Oggi le cose in famiglia vanno meglio e dovrei essere più sollevata, ma il nostro rapporto non migliora. Quello che mi preoccupa di più è non tanto il poco tempo che passiamo insieme, ma soprattutto la qualità del nostro rapporto: venuta meno la passione iniziale, non si è sostituita la complicità e l'intimità.Continuiamo a litigare...anzi, per la verità continuo io a litigare, perchè lui non vede nemmeno il mio disagio: archivia tutto quello che gli dico come" isteria femminile", "menate", "sindrome mestruale" e non considera nemmeno quello che gli dico....dice che nel nostro rapporto va tutto bene e sono io che complico tutto tirando fuori ogni volta
menate diverse. Io non so più che fare, so solo che così mi sento infelice eppure non riesco neanche a stare senza di lui. Il lunedì di pasqua abbiamo avuto un litigio terribile e l'ho lasciato, ma poi non sono riuscita a mantenermi salda nei miei propositi. Questa volta è accaduto che, dopo che sono mesi che torniamo a casa prestissimo, a mezzanotte, non si fa mai niente di bello, e quando arriva quell'ora sembra non veda l'ora di riportarmi a casa senza neppure stare dieci minuti insieme da soli e mi chiede comprensione per questo, ho scoperto attraverso amiche che la domenica sera era uscito con amici ed era tornato a casa alle due e mezza! Io mi sono sentita davvero presa in giro: non è il fatto che esca con i suoi amici che mi da fastidio...è giovane ed è giusto che sia così, sarei contenta se uscisse anche tutte le sere e tornasse alle cinque, se riuscisse a reggere il ritmo! Però non è neppure giusto che io mi sacrifichi e la mia vita diventi uno schifo...poi a causa della mia insicurezza, la cosa che mi attanaglia di più è il fatto che in questo modo ho la sensazione che lui non stia bene con me ed esca solo perchè si sente in obbligo, mentre preferisca di gran lungo stare con altra gente. Lui dice che non è vero, che sta bene con me e che sono state solo coincidenze.. Io non so più cosa pensare: non vorrei essere presa in giro, non mi sembra giusto dopo tutto quello che gli ho dato (praticamente, l'anima: anzi, se dovessi tornare indietro non mi annulerei così tanto per una persona) Ora sono sempre triste e non riesco a prendere una decisione. é un anno e mezzo che stiamo insieme e non voglio che finisca perchè sento che entrmbi ci amiamo ancora, anche se in modo diverso e io sento di avere ancora tantissimo da dargli, solo che lui non me ne lascia neanche la possibilità. Sono arrivata al punto di autolimitarmi, evito di chiedergli di fare qualcosa,( una gita, una cena)per non sentirmi rispondere come al solito "Sono impegnato, devo studiare, devo lavorare, non posso" Sono davvero frustrata! Non chiedo tanto, ma solo che ci metta un poco più di impegno nella storia: sono una ragazza indipendente e ho i miei amici e potrei ulteriormente riempire la mia vita con impegni, altri lavori, palestra, corsi di ballo....ma lui mi mancherebbe ugualmente!Io credo molto nell'amore: purtroppo abbiamo una visione completamnete diversa dell'amore: Lui ha un forte senso del dovere e pensa che tutto venga prima, mentre l'amore è una piacevole cosa di sottofondo che va avanti da sola. Sono parole sue.Per me non è vero: l'amore come tutte le cose deve essere alimentato altrimenti muore! Ho provato a prenderlo con la dolcezza, come avevo sempre fatto, a parlargli, a incazzarmi, a minacciare di lascirlo, a chiedergli almeno di pensare a quello che dico e a rifletterci....lui mi sembra cosi' insensibile e non so più che fare. Eppure dice di amarmi e vuole stare con me. Ho parlato con i suoi amici, con sua mamma: dicono che lui ha un carattere molto forte e non farebbe o continuerebbe mai qualcosa se non fosse pienamente convinto. Capisco che è molto giovane prò dovrebbe un po' maturare. Scusami per lo sfogo e la lettera lunghissima, ma volevo farti capire bene la situazione e soprattutto spero che tu possa capire meglio il suo punto di vista e farmi vedere qualcosa che io non riesco a capire! Ti prego rispndimi presto xchè sono molto in angoscia
e temo di sbagliare sempre di più!! Un bacio
Potrei dirti di stare più tranquilla e non affrettare conclusioni, e che lui è realmente innamorato di te e vuole viversi la storia così come gli viene... e ricorda non è che tu e lui avete una visione diversa sullo stare insieme ma la cosa è molto più allargata (gli uomini e le donne sono diversi!!!!)
...ma se tu sei così triste, come potrei io darti questo consiglio? Insomma la soluzione a tutto è sempre quella che ci porta a salvare noi stessi. Per cui con calma adesso prendi una decisione che ti porti a soffrire di meno, senza arrivare a minacce, piant i e sceneggiate e lascia che sia il tempo ad aggiustare tutto... poichè così sarà fidati!!
Ciao Eleonora

ho 39 anni, separato da quattro. ho conosciuto una ragazza bellissima e dolce, non ho perso tempo a confessarle quanto la pensi e le mie fantasie volino alte e dense quando la penso. Anche lei è separata e ora ha un compagno, non so quanto importante. Lei è molto più bella di me, e questo è un problema. Qualche mattina fa mi ha cercato al telefono, siamo rimasti a parlare quasi due ore, lei è in crisi, le manca come a me un vero scopo di vita, e mi trova interessante, maturo, profondo, dolce. Per adesso siamo solo a questo punto, ma per me lei è già importante e non so se rassegnarmi a tentaRE UN RAPPORTO DI AMICIZIA O SARE UN INVITO A CENA PER SONDARE L'ALTRA POSSIBILITà. TIENI CONTO CHE VIVO QUASI PERENNEMENTE IN SOLITUDINE, CHE L'ANSIA DEI PRIMI INCONTRI MI STRAZZIA IL CUORE, CHE SONO BRUTTARELLO ANCHE SE RIESCO AD ATTRARRE PORGENDO INVECE DEL FASCINO, LA QUIETE PACIFICA DEL CALORE E DELLA DOLCEZZA. FORSE è TUTTO UN ERRORE, ANCHE PERCHè QUESTO ATTEGGIAMENTO è IN FONDO UNA MASCHERATA CHE CONTRAE IRONIA E IL VERO RILASSAMENTO; è UNA STRATEGIA TROPPO PENSATA, CHE TRA L'ALTRO CONDUCE AL MASSIMO PER SUA STESSA NATURA ALL'AMICIZIA CHE NON ALL'AMORE. SONO CONFUSO; E POI NON RIESCO A PENSARE AD UNA COSA DA FARE IN DUE, A PARTE PARLARE AD UN TAVOLINO DI NOTTE O ADDORMENTARSI TRA LE BRACCIA DI UNA DONNA DOPO L'AMORE. TUTTO IL RESTO NON MI INTERESSA, MI PIACE STRASMENE DA SOLO, SCRIVERE, GIOCARE COI CANI, DI VACANZE NON SE NE PARLA NEMMENO. VORREI UNA DONNA SOLO PER FARE L'AMORE, PER SENTIRLA QUALCHE VOLTA AL TELEFONO, PER SCRIVERCI POESIE D'AMORE, AIUTARLA SE IN DIFFICOLTà, QUALCHE CENA INSIEME. IL RAPPORTO CONFORMISTA CONDUCE ALLO SFILACCIAMENTO, ALLA PERDITA DI TENsIONE, ALLA FINE INVETIBILE E TRISTE. TUTTO HA FINE, MA OGNUNA PUò ESSERE DIVERSA DALL'ALTRA. NON SO: OSO? COL RISCHIO DI OFFENDERLA E PERDENDOMI CON CIò LA POSSIBILITà PURE DELLA'AMICIZIA (SONO SOLO COME UN CANE, ORMAI). AIUTAMI, GIOVANNI
Non hai tutti i torti quando dici che un rapporto convenzionale proprio per come è vissuto nella maggioranza dei casi tende poi a sfilacciarsi e a logorarsi, lasciando soltanto amarezza e tristezza al solo pensiero di dover stare con qualcuno. ma se vuoi possiamo parlare d'amore che è tutta un'altra cosa rispetto al mettersi insieme. Io credo tu possa incontrare una donna matura ed intelligente che accetti tu possa avere tutto il tuo tempo per te ed incontralrla soltanto quando ti senti pronto ad amarla. Certo questa sembra un'utopia e forse lo è ma tutto sta ad iniziare. Prima tu però, non dovresti partire con l'angoscia di ritrovarti stretto in una morsa ma sarebbe meglio che in quei pochi momenti (o tanti chi può dirlo?) che deciderai di esserci nella storia, sarai tenero, amabile e presente. Una donna non credo possa pretendere di più...almeno vorrei che fosse così per tutti quegli uomini che spesso sono costretti a bramare la "loro libertà "come fossero (e spesso lo sono!) prigionieri di una maniaca spendacciona sessuofobica che pensa solo a se stessa e alla sua pazza voglia di Supermercato!
Ho sempre detto che gli uomini vanno educati fin da piccoli ma credo che questo valga anche per le donne!
ciao Eleonora

ciao Ele,
frequento una palestra nella mia citta...corsi di aerobica...luogo di incontro ottimo ...tanti bei fustoni...tra cui uno in particolare...che mi piace...mi attrae...solo che lui mi guarda..io lo guardo..adesso ci salutiamo pure (gran passo!) ..ma non trovo il modo per conoscerlo..anche perchè poi io entro dentro la saletta aerobica e lui rimane fuori ...poi esco ci guardiamo ci sorridiamo ci salutiamo e spogliatoio e vado..vedo interesse da parte sua , ma ti rendi conto che non so neanche come si chiama e già fantastico su una ns possibile love story, perchè faccio così? magari lui è felicemente fidanzato ..prossimo sposo..o un marpione come molti li dentro che non ti tolgono gli occhi di dosso...uffa che faccio???? aspetto il momento opportuno...io penso che anche senza parole..si capisca se interessi o no a un uomo...ma ho paura che l'uomo "ragionando con l'uccello" faccia così con tutte quelle di sesso opposto.........penso di piacere come ragazza..sia per l'aspetto fisico che per il modo di pormi...mi piace piacere...ma mi piacerebbe piacere molto ad una persona non a molti..poi mi confondo..non capisco + i miei veri sentimenti! mi dici qlcosa??? besos
Ti costa molto avvicinarti a lui e chiedergli un po' di cose?
Spesso mi è capitato di dover spingere qualcuno ad avvicinarsi a qualcun'altro.
Io credo molto nelle cose dette.
Prima di arrivare a capirsi con gli sguardi, bisogna aver avuto modo di conoscersi.
Adesso tu quanto meno devi sapere il suo nome, parlare un pò con lui e poi magari potrai farti tutte le considerazioni del caso anche se io, che sono una che vive d'istinto i sentimenti riaccendendo il cervello soltanto per controllare che non abbia lasciato il latte a bollire sul gas, ti consiglio di non pensarci su troppo.
Conoscilo!!! e avrai molte più risposte di quante possa dartene io o qualcun'altro
baci Nora

Ciao.da pochi minuti sono capitata per caso sul vostro sito e ora vorrei parlare.......La mia storia con lui va avanti da tre anni e tre mesi, di problemi ce ne sono stati e ce ne sono ancora, nonostante continuo a ripetermi che le cose siano cambiate, ed è vero non mi dà più gli schiaffi perchè tengo tutto dentro e non gli dico i miei pensieri, un giorno capita di essere nervosi, poi a noi donne in corrispondenza del ciclo siamo nervosissime,bè ...., lui non lo concepisce e mi dice ti lascio! Sono l'unica persona che è capace di farlo rendere nervoso, quando io sono tranquilla, forse lui ha sensi di inferiorità ma io che devo farci? Non mi sopporta....ma allora perchè dice di amarmi? Io ho conosciuto un uomo più grande, perchè devo sentirmi così confusa...........quest'uomo mi tratta da Dio nonostante mi conosce da due settimane....NON SO CHE CAVOLO FARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOO
Tesoro mio ma chi cavolo te lo fa fare?
"...è vero non mi dà più gli schiaffi perchè tengo tutto dentro e non gli dico i miei pensieri..."
Rifletti su questa tua frase. Mi dispiace dirtelo ma io l'ho trovata terrificante.
Ti prego amati un pò di più , anzi, tanto di più e scegli sempre il meglio per te stessa. Lasciati amare da chi lo sa fare ma sopratutto comincia ad amarti!
Tu come ogni altro essere merita il meglio per se per cui molla il violento e fermati soltanto là dove i tuoi pensieri potranno volare liberi ed essere ascoltati
baci Nora

salve...
ho bisogno di una dritta...
c'è un tizio...che abita tipo a 500 km da casa mia a ha 25 anni (io 16)
è solare, simpatico, ascolta della bella musica, gli piace la filosofia che dal mio punto di vista è una bella cosa, ha un ego che arriva fino a casa mia e fuma canne.
è da un po' che ci mandiamo mail e ci sentiamo in chat...
a me piace, per quanto mi secchi ammetterlo...
per darti un quadro di me... mi piace leggere, suono il flauto (traverso), mi piacciono la musica classica, il metal e un sacco di altri generi. Adoro la filosofia, faccio lo scientifico (seconda)...mi piace il fantasy...infatti ci siamo incontrati a dei giochi di ruolo dal vivo...vicino a casa mia...questo succederà circa tre volte l'anno finchè non ne avrò 18, allora molte di più.
Non ci siamo mai detti cose del tipo "mi piaci viemmi a trovare"...bè a dire il vero quando gli ho detto di avere dei parenti a roma ha detto di andarli a trovare che ci si incontrava...ma direi che è irrilevante...
eccosì...è un bel ragazzo...
no poi... ecco io non so come comportarmi...è simpatico, e come amico non è male...insomma amico, conoscente. Mi fa sentire bene, molte poche persone ci riescono.
Ti prego rispondi!! Ho proprio bisogno di un consiglio... te ne sarei davvero grata
se hai bisogno di sapere altro per rispondere...basta dirlo!!
grazie infinite...e.
carissima dov'è la domanda? goditi questo piacevole rapporto in amicizia e se ti stai chiedendo se è meglio farla diventare una storia d'amore completa...lascia che lo diventi da sola, senza forzature. Magari non succederà nulla e vorrà dire che così dovrà essere.
Non siamo costretti a metterci con tutti quelli che ci piacciono, altrimenti nessuno avrebbe amici ma soltanto amanti. l'amicizia è un meraviglioso rapporto d'amore comunque!

Ciao Eleonora,
per caso ho trovato questo sito, e mi ha fatto molto piacere..
Sono una ragazza di 25 anni e ti scrivo dalla svizzera; tramite una chat 6 mesi fa ho conosciuto un ragazzo della mia stessa eta', dove ho passato dei bei momenti....ma lungo andare inizio a sentire un certo peso, nei suoi atteggiamenti; e' un tipo molto chiuso e moooolto tranquillo...ha tantissima pazienza, ma mi fa mancare il suo amore....
Ti spiego meglio; lui ha un hobby cioe' suona in una banda del suo paese...e questo molte volte ci tira via degli spazi...visto che poi io lavorando a sabato abbiamo solo la domenica per stare insieme, ma invece deve andare a suonare...oppure altre volte ci son le prove, ecc...e' un momento che litighiamo spessissimo, ma lui vuole stare con me, dice che basta che mi ama...ma a me nn bastano le parole...
se gli dico che lo mollo lui mi risponde; Bhe sei tu che lo fai...nn io
poi gli dico allora nn farti piu' vivo! e lui: no di certo sei andata via tu...
e io: allora perche' nn mi molli?
e lui: perche' t amo, ma nn prego nessuno!
ecco queste cose mi fanno imbestialire, lo vorrei lasciare ma ho paura..
Ogni giorno piango, piango per la delusione che mi da...che devo fare? nn e' il ragazzo per me? sto male da morire...nn mi capisce..ti prego dammi un consiglio..
grazie..bacio k.
Sinceramente non ti capisco neanche io! mi dispiace ma anche tu come tante altre donne pretendi l'esclusiva sulla vita di un uomo che con tutti i buoni sentimenti del caso ha una sua vita al di fuori di te e questo mi sembra normale.
E' un maledetto limite di noi donne se non riusciamo a goderci quel bacio meraviglioso, strappato al tempo.
Lui ti ama e se questo non ti basta è un problema tuo.
scusa la sincerità ma questa situazione l'ho sentita troppe volte e credo che questo nostro "difetto" sia la causa di molti amori andati a male! ciao Eleonora

cara nora,...,
non so + ke pesci pigliare. per l'ennesima volta ho litigato con f. ora come immaginavo lui è tornato da me, ma io gli ho detto ke d lui non ne voglio + sapere. MI SONO GI° PENTITA!!! ke fare? devo essere io ora a tornare da lui o devo aspettare nuovi sviluppi????
se amore è non sarete ne tu e ne lui a decidere, non forzare gli eventi. Ma intanto non creare confusione e non saltare a conclusioni leggere e limitate, lasciarsi con la persona che si ama è una cosa che non dovrebbe riuscire così con leggerezza per cui questo ti può far riflettere sui tuoi veri sentimenti ma ripeto...tranquilla e siccome c'è ancora tanta strada, non ti conviene correre altrimenti arrivi senza fiato!

Cara Eleonora per caso sono incappata nel tuo sito e fra tanti mi ha colpito per la simpatia e la familiarita con cui intraprendi la conversazione. Ero qui abbastanza
disperata per il senso di rabbia, di solitudine e di "fregatura" che mi pervade da un po di tempo. La storia non è originale, matrimonio buttato alle ortiche perche stanca di subire i capricci, i tradimenti, gli infantilismi di un Peter Pan , per una errata concezione dell'amore, per una figlia da allevare e, secondo i miei principi possibilmente con un padre vicino il quale come tutti i bambini riusciva dopo una marachella a farsi perdonare, e vederli insieme felici mi faceva desistere ogni volta dalla decisione di rompere. Ora ho finalmente capito che certi individui non cresceranno mai , la figlia è partita per l'università, con lui ho chiuso e purtroppo mi sono resa conto che ho 49 anni, che il meglio della mia giovinezza è andato, che per gli uomini ricominciare a qualsiasi età non è un problema mentre per le donne l'eta è una catastrofe. A nulla vale tutto quello che hai costruito dite come persona quello che conta per gli uomini è soprattutto un corpo sodo e allora perchè sprecarsi con una una 50enne per quanto grdevole, colta ,vivace.... se il mondo è pieno di donne piu giovani ,? a nulla vale qualsiasi altra qualità e non sto ad elencarle. Sicuramente mi si dirà che ci sono tanti altri interessi e lo so da me, ma come dice Battiato la stagione dell'amore non ha età i desideri non invecchiano ........ purtroppo ci si sente fuori gioco mentre ad un uomo tutto è concesso a qualunque età. Ed è proprio questo che mi rattrista, che la discriminante non è cio che sei. non è il feeling che può esserci o non esserci ma l'aspetto esteriore da un certo punto in poi diventi trasparente. Bene, fatto questo poco edificante preambolo ti chiedo se secondo te. l'universo maschile è davvero cosi superficiale è frivolo se non esistono uomini col cuore incerottato che possano trarre conforto anche dal piacere di un rapporto appagante con una donna indipendentemente dai suoi quarti come se fossimo delle mucche al pascolo? Magari gira la domanda a qualche rappresentante del viril sesso se ne hai a disposizione anzi mi piacerebbe davvero aprire un dibattito sull'argomento che a quanto mi pare di capire interessa molte donne. Ti saluto con simpatia . C. 53
Domanda: sei sicura che se ti fossi lasciata 20 anni fa ma magari con molto più dolore e rancore nel cuore nei riguardi di tuo marito, avresti avuto più possibilità di incontrare?
Credo profondamente nel fatto che la differenza la faccia il modo di approcciarsi algi altri e il modo in cui ci si sente. Non è una stronzata ma se tu ti piaci, piaci anche agli altri, ma se cominci a pensare a te come a un taglio di carne da macelleria allora è probabile sì che un uomo ti veda come un rischio di mucca pazza. La tua sicurezza di donna che ha deciso per se stessa l'indipendenza e il piacere di restare da sola (per il momento) piuttosto che continuare a subire la presenza pesante e noiosa di un marito immaturo, fa di te una donna molto attraente e che garantisce all'uomo quella sicurezza di non doversi ritrovare accanto una donna piagniucolante e uomo-dipendente (è la cosa che più li spaventa!)
Io sono certa che tu sia bella e che ci siano uomini meno superficiali pronti ad amarti ma adesso ti dovrai convincere tu.
Per ridere, se mai capitasse che Jacopo (Fo n.d.r.) reciti nella tua città, vallo a vedere poichè c'è un pezzo del suo spettacolo che riguarda prorpio la situazione in cui ti ritrovi e giuro che la soluzione ci sarebbe se soltanto noi donne prendessimo più coscienza del fatto che non siamo donne fino ad una certa età ma continuiamo ad esserlo per sempre e questo affascina molti uomini.

Ciao Eleonora...Ho notato che dai consigli su storie più complicate delle mie...Perciò ho pensato che tu potessi aiutarmi dove tutti hanno fallito !!!
:-s Sto "uscendo" con due ragazzi...Uno Mi attrae fisicamente ,è abbastanza carino,anche se ha il tipico comportamento da bast.... (se potesse si farebbe tutte le ragazze del mondo,purchè siano belle!!!!), e non
ci si può fidare (a detta sua si!). L'altro invece,mi piace
caratterialmente perchè è dolcissimo...è davvero un ragazzo stupendo!!E ci si può fidare......A me però piacciono tutti e due...non posso continuare ad uscire con entrambi anche perchè sono amici, quindi lo scoprirebbero......che posso fare??!!!?? Grazie ciao
Lo sento! Fallirò anch'io! Capisci che non è facile poter decidere per conto di qualcun'altro? e sopratutto quando di mezzo ci sono i sentimenti.
Comunque il primo passo per sgarbugliare (parola che non si usa dal 1920) la tua situazione è che tu ti dichiari apertamente a tutti e due e lasci anche che loro possano capirci di più.
In questa storia non esisti soltanto tu per cui sarebbe giusto che i tuoi due avessero la possibilità di scelta per loro stessi. Magari a nessuno dei due piacerebbe scoprire che la propria ragazza sta con un 'altro, per di più amico.
Di base, se fossi in te sceglierei il meno bastardo poichè a lungo andare si rivelerebbe un rapporto logorante, mentre i ragazzi con il carattere dolce sono comunque una gran fonte di coccole e carezze...quello che ci vuole, in una storia d'amore.

La mia è una storia complicata sono un ragazzo di 20 e per qualche strano motivo o smesso di frequentare una ragazza perche avevo paura di non soddisfarla a pieno, visto che lei è una splendida ragazza,che dico, lei è divina!!! Però ho una paura matta anche perchè il paese e piccolo e le voci come si sa volano..lei è innamorata e forse io lo sto diventando.. come mi devo comportare!!!! ti ringrazio gia in partenza e ti faccio i complimenti per questa finestra di sfogo che proponi !!! aspetto con trepidazione un tuo consiglio
Soddisfarla in che senso? Lei è innamorata e tu forse? ma allora il problema è della ragazza e non il tuo.
Lascia stare le voci di paese, sentiti cittadino del mondo, perchè è così e perchè avrai modo di renderti conto che nel mondo c'è tanto di quel turbinio sentimentale che la tua storia non avrà più un peso così pesante e complicato.

Ciao, sono F., ho 48 anni, sono eterosessuale ma mi piace sentirmi un po' donna. Così quando posso mi depilo, mi trucco, arrivando in occasioni particolari anche al travestimento completo. Vorrei avere lineamenti più femminili ed ho iniziato per questo una blanda terapia ormonale. Non penso di arrivare al cambiamento di sesso, ma ad un'androginia che equilibri anima e corpo.
Il problema è che le donne non accettano tutto questo. A letto poi è un dramma, perché le loro "aspettative", determinate da abitudini consolidate, vengono deluse e questo atteggiamento ci impedisce di esplorare un erotismo diverso ma non necessariamente meno interessante.
Alcune cose (ad esempio penetrare un uomo), non si sa perché, sono assolutamente tabù per una donna. Come ho scoperto quanto sia scandaloso trovarsi a letto con un uomo che non ti zompa addosso come uno stallone, ma che chiede di subire la sua iniziativa. La mia amica ha detto di non potermi soddisfare in questo ruolo. La mia passività a letto, e la mia implicita richiesta di una sua iniziativa, la fa sentire puttana.
A volte mi sento come un alcolizzato o un drogato che non riesce a "smettere".
Credo che per me non rimanga che un'alternativa drammatica: rinunciare ad una parte di me stesso per essere ciò che vogliono loro, oppure la solitudine. Non so quale è peggiore.
Un abbraccio triste
Mi azzarderei subito nel dire che le donne, che tu unisci in un unico filone, è veramente da poco che riescono a far sesso senza sentirsi in colpa. Ti ricorderei che soltanto nel '900 era in voga l'uso dellA CAMICIA DA NOTTE COL BUCO sulla quale c'era scritto "non lo fo per piacer mio ma per dare un figlio a Dio".
E volendo avvicinarsi ai tempi più moderni, forse non sai quante ragazze ancora vengono tacciate come puttane dai propri familiari se solo si danno un bacio in piazza.
Il maledetto retaggio culturale che nasce nel culto del peccato (colpa della chiesa maschilista e sessuofobica) è molto più radicato di quanto tu possa pensare.
Nulla di sorprendente per cui nel fatto che ritrovarsi accanto ad un uomo libero di viversi il sesso e l'amore completamente come tu e tanti altri (molto meno protesi al femminile di te!) vorreste, non sia facile.
Ma forse se il tuo approccio fosse meno categorico ed arrivassi a certe pratiche erotiche in modo più naturale io non escluderei che la tua compagna del momento possa arrivarci. E addirittura con piacere.
Da una parte c'è un problema di reale abbandono al corpo e al piacere tutto ma dall'altra c'è uno sconvolgimento di "ruoli" dove va chiarito che non soltanto la donna debba avere la prerogativa di essere penetrata.
Non tutte sanno che anche l'uomo prova piacere ad essere penetrato ma è anche vero che a questo contribuisce il fatto che gli stessi uomini, per paura di essere considerati "froci", non ammetteranno mai che gli possa far piacere.
Per cui anche per te c'è da aspettare la donna che matura e sensibile e sensa senzo di colpa ti aiuti a viverti il sesso in modo naturale come tu vorresti.
Sul fatto di ritrovarsi accanto un uomo che si trucchi e si travesti lo vedo già più difficile da accettare (ma non lo discuto!) poichè la donna "classica" è solitamente attratta dall'uomo poichè diverso da lei e che le da l'idea di completamento di se stessa...
d'altronde, come non ci possono stare due galli in un pollaio... anche la galline ... rivendicano il proprio diritto di unicità nella coppia!
PS.: Avviso a tutti: se volete essere dei bravi amanti, informatevi anche di quello che possa far piacere al vostro partner, non c'è nulla di male anzi...vedrete che sarete tutti più contenti...e non dimenticate ovviamente di riferire al vostro partner cosa fa più piacere a voi. Non pretendete però..mi raccomando!



PER PUBBLICARE LA TUA MANDAMI UN EMAIL!
info@amoreamore.it

torna in testa alla pagina